Samsung KNOX non creerà più problemi di garanzia

samsung-knox

Ci siamo, Chainfire è riuscito ad aggirare il “blocco” che non permetteva di riazzerare il contatore presente su KNOX. Questo, lo ricordiamo, tiene il conto di quante volte un dispositivo viene flashato. Per maggiori informazioni vi invitiamo a leggere il nostro precedente articolo.

Il Root de la Vega (è così che Chainfire l’ha chiamato in onore del CEO di AT&T Mobility) è il primo passo del metodo che permetterà di far “dimenticare” a KNOX il fatto di aver flashato una ROM diversa da quella stock sul Galaxy Note3.

In realtà, anche questo root sarà contato da KNOX ma con il supporto del Xposed Framework e l’applicazione che potete trovare sul Play Store Wanam Xposed, si potrà aggirare il sistema. Chainfire fa sapere, inoltre, che anche la sua applicazione Triangle Away sarà presto compatibile con quel Framework.

Il processo di root installerà un firmware già dotato di permessi di root in modo da permettervi di fare ciò che volete con il Note 3, eccezion fatta per l’installazione di recovery e kernel.

Attualmente il Root de la Vega funziona sulla versione internazionale del Note3, la stessa presente qui in Italia con processore Snapdragon, oltre che per i modelli di T-Mobile, Verizon e AT&T.

Rimandandovi al post sul forum di XDA vi ricordiamo che questi processi non sono dei più semplici e che prima di manomettere il vostro dispositivi è bene sapere quel che si fa per evitare di ritrovarsi con un dispositivo del tutto inutile perché impossibile da riaccendere.

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • andrea

    esiste un tool che hanno solo i centri assistenza autorizzati samsung che permette di azzerare il contatore di knox…come faccio a saperlo?? semplice lavoro in un centro assistenza samsung

    • Davide Nobili

      Ma ufficialmente i centri assistenza Samsung questo contatore Knox lo ignorano per la garanzia?
      Inoltre è possibile andare in un centro e chiedere il reset del contatore Knox? Se sì costa qualcosa?

      Conosco una persona che di recente è andato in un centro, ha pagato 15€ per farsi eliminare il root (come da listino sul sito) ma il contatore Knox era ancora a 1. Quando ha chiesto se era possibile resettarlo il tecnico gli ha risposto che non sapeva neanche cosa fosse. E questo a Dicembre.

  • mavert

    Qualcuno sa se usando wanam xposed appieno con tutte le sue funzionalità,knox viene flaggato?

  • tom

    Mi.sono.letto il contratto di licrnza di knox…c’è scritto che si riservano di farlo divenire a pagamento, totalmente o anche in parte. Già per questo lo boccio.

  • Diocleziano Carletti

    Comunque ragazzi, ho guardato sul sito della samsung, ho fatto il preventivo sulle riparazioni fuori garanzia del Galaxy S4 con la dicitura “eseguito rooting sistema operativo” il prezzo della riparazione è di 15 € + iva, in pratica si arriva a quasi 20 €. Non è una cosa eccessiva, e solo in caso ci sia un guasto!
    non è un dramma!

  • cartophen

    C’è anche x galaxy s4 Vega. Segnalatelo! ;)

    • mavert

      potresti linkarmi il sito o l’articolo dove posso trovare vega per s4?

      • walterino

        Nel momento che l’avevo scritto c’era su xda, adesso l’hanno tolto

        • mavert

          che sfiga! Grazie lo stesso

  • moss

    Pessimo articolo pieno di imprecisioni, a partire dal titolo.
    Vi invito a controllare la fonte originale che dice tutt’altro…

    • Marco

      Se hai correzioni da fare ti ascoltiamo…

      • Umberto Sulla

        Si potrebbe partire dal fatto che il Knox Warranty è un flag e con un contatore e quindi originalmente è 0 e se si tenta di fare operazioni che invalidano la sicurezza del dispositivo diventa 1 (non più resettabile). Possiamo poi continuare dicendo che il procedimento di Chainfire (ed altri 2 programmatori) non copia una ROM pre-rooted… ma fa qualcosa di molto diverso. Se poi non basta, pur avendo eseguito il root del terminale, non si “può far quel che si vuole col proprio Note 3”.
        Ad esempio non si possono flashare recovery e quindi nuove ROM non TouchWiz originali….
        Poi tante altre inesattezze…

        • Marco

          Ciao Umberto e grazie delle segnalazioni. Mi sembra che ciò che tu dici è lo stesso che viene detto nell’articolo e dalla nostra fonte SamMobile. L’unica correzione che c’è da fare è per quanto riguarda l’installazione delle recovery, in quanto hai ragione te e sarebbe stato meglio precisare. Tuttavia è stata una mancanza dovuta a SamMobile che non è stato preciso per primo. In ogni caso nella discussione di XDA viene spiegato, per cui consideralo corretto.

          • moss

            Beh si dai, da qualche parte viene spiegato allora consideralo diretto

    • Steve Berstein

      Non voglio difendere nessuno ma, ho notato che per ogni articolo scritto da questi ragazzi, qualcuno ha sempre qualcosa da ridire. Perché? Dovremmo apprezzare invece quello che fanno e se non vi piacciono i loro articoli.. non vi obbliga nessuno a leggerli o “frequentare” questo sito.

      • moss

        Evidentemente ci sarà un perchè. E siccome c’è già tanta disinformazione che senso ha aggiungerne altra?
        Si tratta pur sempre di un sito pubblico accessibile a tutti, poi se a te piace così fatti tuoi.

Top