Samsung crea il file system F2FS e lo dona alla comunità Linux

memory-chip

La maggior parte dei file system in uso oggigiorno è stata pensata per i dischi con piatti rotanti, praticamente gli unici utilizzati fino a pochi anni fa. La diffusione delle memorie NAND flash e l’adozione massiccia di queste per i dispositivi mobile ha portato al nascere di nuovi file system che meglio rispecchino le caratteristiche delle memorie flash.

Samsung ha creato un file system chiamato F2FS pensato appositamente per le memorie di smartphone e tablet e l’ha donato alla comunità Linux. Samsung non è nuova ad iniziative di questo genere, visto che già in passato aveva creato il file system RFS, adottato sul Galaxy S, ma i risultati erano stati poveri. F2FS sta per Flash-friendly File System e deriva da LFS (Log-structured File System), ma migliora quest’ultimo eliminandone molte limitazioni.

Questa è la descrizione che ne dà Samsung nella mailing list del kernel:

“[F2FS is] a new file system carefully designed for the NAND flash memory-based storage devices. We chose a log structure file system approach, but we tried to adapt it to the new form of storage. Also we remedy some known issues of the very old log structured file system, such as snowball effect of wandering tree and high cleaning overhead. Because a NAND-based storage device shows different characteristics according to its internal geometry or flash memory management scheme aka FTL, we add various parameters not only for configuring on-disk layout, but also for selecting allocation and cleaning algorithms.”

“[F2FS è] un nuovo file system progettato con grande attenzione ai dispositivi con storage basato su memoria NAND flash. Abbiamo scelto un approccio di tipo log structured file system, ma abbiamo cercato di adattarlo a nuove forme di storage. Poniamo anche rimedio ad alcune problematiche conosciute del vecchissimo log structured file system, come l’effetto snowball del wandering tree e un grande overhead sulla pulizia. Poichè un dispositivo di storage basato su NAND mostra differenti caratteristiche secondo la sua geometria interna o scherma di gestione della memoria flash (noto anche come FTL), abbiamo aggiunto vari parametri non solo per configurare il layout on-disk, ma anche per selezionare gli algoritmi di allocazione e pulizia.”

Al momento attuale, F2FS altro non è che un insieme di 16 patch al kernel Linux, per un totale di circa 13’000 righe di codice. Il fatto che Samsung abbia deciso di condividere questo file system con tutto il mondo Linux invece che tenerlo in casa è molto positivo, poichè permette l’adozione da parte di tutti di tale file system ed anche un miglioramento condiviso e proveniente da tutti. Ci vorrà ancora del tempo prima che venga adottato dagli OEM, ma questo pare un importante passo avanti in ogni caso.

Grazie a FUSE e MTP non ci sarà poi bisogno di driver o di software terzi con Windows. Insomma, la situazione è un vantaggio per tutti. Grazie Samsung!

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Pingback: F2FS il nuovo file system targato Samsung open source – Gda Tech()

  • Pingback: [MOD][F2FS partition file system]Nuova gestione della memoria : dubbi e consigli - Modding Google Galaxy Nexus - Androidiani()

  • Pingback: Visto nel Web – 48 « Ok, panico()

  • Salvatore Guida (FB)

    E poi giustamente come dice Marco se è open source non si può brevettare

  • Salvatore Guida (FB)

    Linux per sempre !!

  • @alex mori se è open source non si può brevettare…

  • Feng Yang (FB)

    Bhe Samsung per una volta fa un un esempio da seguire :)

  • una grande mossa commerciale!

  • Enzo Aggazio (FB)

    Bella notizia. Un esempio da seguire.

  • comunque TuttoAndroid se, come c’è scritto, samsung non è la prima volta che fa un dono simile, visto l’occasione ci starebbe un bell’articolo che riassuma tutti i doni di samsung tanto per spolverare la memoria no? =)

  • sarà open source ma se qualcuno non lo brevetta lo farà apple e quindi metterà i bastoni fra le ruote per l’ennesima volta

    • Guarda che non gira proprio così il mondo..
      Per poter brevettare non basta copiare il lavoro altrui..

    • Se è rilasciato sotto licenza open source, esempio la gnu GPL, mica può essere brevettato così, a caz*o. è sempre rilasciato sotto licenza, e questa licenza tra le altre cose prevede che bisogna sempre citare l’autore originale del software per poterlo ridistribuire, insomma in un qualche modo tutela il software da quei furti che intendi te.

  • Luca Paladino (FB)

    Grandissima Samsung!! :)

  • Ragazzi, suvvia, non badiamo ad Apple. L’importante è che il file system sia open source! ;)

  • Mi sfuggono i doni di Apple alla comunità :

    • thewoz

      Tanto per citarne alcuni:

      1) WebKit usato da Firefox e da Crome
      2) OpenCL supportato da AMD, IBM, Intel, and Nvidia.
      3) FireWire
      4) Darwin che il core di OS X e iOS che potete scaricare e farci quello che vi pare
      ecc..

      qua trovate tutto il codice open source dell’Apple. Enjoy

      • thewoz

        mi sono scordato il link: http://opensource.apple.com

      • MaxArt

        Webkit però è nato da un fork dell’engine KHTML, quindi credo che non ci fosse alternativa all’essere open source.

        • thewoz

          anche questo è vero…

      • Riccardo Robecchi

        WebKit non è usato da Firefox ed è un’evoluzione di KHTML, progetto di KDE.
        Darwin non è utilizzabile se non hai hardware Apple.

        • thewoz

          È vero Firefox non lo usa… mi sono sbagliato. È vero che è un fork di KHTML, ma di certo non si può negare il contributo dell’Apple nello svilupparlo. Per quanto riguarda Darwin non è vera la tua affermazione. Essendo essenzialmente un sistema Unix è utilizzabile anche su hardware non Apple. Ovviamente in Darwin non ci sta l’interfaccia grafica Acqua dell’Apple.

  • samsung spero tu l’abbia brevettato perchè altrimenti in un mese la apple te lo brevetta lei

Top