Samsung ci spiega il suo nuovo chip NFC, più piccolo e sicuro

Samsung-NFC-Chip-S3FWRN5

La presenza del supporto NFC sugli smartphone e sui tablet sta diventando sempre più “di norma”: la tecnologia ha visto un’importante incremento negli ultimi due anni, anche se il sistema che dovrebbe crearsi attorno per permettere un uso soddisfacente è ancora acerbo.

Samsung è stata una delle prime a presentare un dispositivo con NFC – parliamo di Galaxy SII – e da allora, la tecnologia NFC ha subito molte migliorie. Il colosso coreano ha deciso di spiegarci meglio il nuovo chip NFC di terza generazione S3FWRN5, già presente su Galaxy Note 4 e Galaxy Note Edge, dotato di un alto rendimento RF, una “Antenna Smart” e una memoria flash integrata.

Samsung spiega come l’alta frequenza radio (RF) sia uno degli aspetti più importanti del suo nuovo chip NFC: infatti, i molti componenti che costituiscono lo smartphone potrebbero andare ad interferire con il segnale NFC, che richiede ovviamente un certo livello di “precisione”.

L’antenna smart, riduce le dimensioni del 30% rispetto alle precedenti, con conseguente diminuzione del consumo di energia e dei costi per i materiali. In più, a differenza dei “vecchi” chip che utilizzano memorie ROM o EEPROM, il chip S3FWRN5 utilizza una memoria flash, che garantisce un accesso più rapido ai dati oltre a permettere di aggiungere nuove features in caso di futuri aggiornamenti della tecnologia.

Samsung è riuscita anche a rendere il chip più sicuro, ottenendo la certificazione da parte di Visa (EMV), MasterCard, Europay, SoftCard, KSCC, AQ, Yikatong, China UnionPay, China Mobile Communication Corporation (CMCC), e il Forum NFC.

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Vincent Ammattatelli

    Non ho capito. :-
    E’ un po’ come dire che tutti i nostri cellulari prima del Note 4 (l’Edge manco lo considero) non andranno bene per una mazza riguardo ai pagamenti via NFC?
    E allora il mitico iCoso 6, il migliore di sempre, è anch’esso già fuori standard di sicurezza?

    • land 110

      be se non sbaglio

      alcuni dispositivi potevano comunicare da metri di distanza

      non deve essere un fatto di non andare bene

      ma un rispetto di stadard che ti permettono di non farti fregare da malintenzionati
      in ogni caso é molto rischioso l uso dell nfc per pagare onestamente

      meglio la carta
      a mio avviso

      • Vincent Ammattatelli

        Metri mi sembrano un po troppi….. decine di centimetri. Il protocollo RFID non arrifa hai metri.
        E comunque non è la distanza a rendere più sicuro un sistema come quello ma il protocollo. Certo che se il protocollo in questione è integrato via hardware….. la cosa mi pare studiata appositamente per rendere opsoleti e fuori standard tutti gli altri sistemi NFC precedenti.
        Comunque staremo a vedere.
        In ogni caso pagare con l’NFC non è che sia meno sicuro che pegare con la carta direttamente. E’ essenzialmente uguale. La differenza sta solo nel dover o meno toccare un lettore di carte.

        • land 110

          ho esagerato con le misure come i pescatori

          non é sicuro in quanto il terminale é soggetto ad applicazioni e quindi attaccabile
          vedrai se non ho ragione

Top