Primi benchmark per Samsung Galaxy Note 4 e HTC Desire 820

bit-note.JPG

L’IFA di Berlino ha offerto fin ora un gran numero di nuovi dispositivi offerti da aziende differenti. Sicuramente in casa Samsung la novità principale è il Samsung Galaxy Note 4 (la nostra video anteprima) mentre per quanto riguarda HTC è il Desire 820 che ricordiamo presenta un processore Qualcomm Snapdragon 615 a 64 bit. Sui due smartphone in questione sono già stati effettuati i primi test benchmark per cercare di valutarne l’effettiva potenza a livello hardware.

Il Samsung Galaxy Note 4, come ben sappiamo, monta un display QHD e per essere alimentato ha bisogno di tutta la potenza dello Snapdragon 805 con una velocità di clock da ben 2.7GHz per muoversi ad un ritmo costante e dunque è interessante sapere cosa possiamo aspettarci da questo dispositivo. Tuttavia, prima di parlare del benchmark, dobbiamo tener conto che il test è stato effettuato su un’unità di prova e dunque con un firmware non ancora definitivo. Il Note 4 sarà disponibile a partire dal mese di ottobre e ovviamente il software sarà quello definitivo e avrà sicuramente delle prestazioni migliori. Di seguito i risultati benchmark delle varie applicazioni apposite:

grabilla.Uh2684

HTC, come già detto, ha presentato il Desire 820 con una significativa novità, ovvero la presenza di una CPU Qualcomm Snapdragon 615 octa-core a 64 bit. Anche in questo caso è interessante sapere quali saranno i risultati ottenuti dai test benchmark rispetto ad altri dispositivi della stessa fascia. Il test è effettuato su un’unità con un software non definitivo, ed è importante fare una precisazione: il Desire 820 è animato da Android 4.4 KitKat ma questo sistema operativo non è in grado di sfruttare a pieno le potenzialità di una CPU a 64 bit e sarà opportuno ripetere i test nel prossimo futuro quando verrà rilasciato Android L ottimizzato anche per questo tipo di CPU. Vi lasciamo di seguito l’immagine del test:

grabilla.gq2892

Via 1, 2

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

Top