Kodak richiede l’amministrazione controllata, porta Samsung in tribunale nel frattempo

È notizia di pochi giorni fa che il gigante della fotografia Kodak avesse intenzione di richiedere il cosiddetto Chapter 11, l’equivalente americano della nostra amministrazione controllata. Viste le cattive acque in cui versa la compagnia, la soluzione sembra la più logica e sensata. Contemporaneamente all’annuncio dell’intenzione di richiedere il Chapter 11, Kodak ha annunciato di aver intentato causa ad Apple e HTC a causa di presunte violazioni di brevetti detenuti dalla società di Rochester.

Oggi è stato il fatidico giorno in cui Kodak ha chiesto ufficialmente l’amministrazione controllata, inaugurando un periodo di austerity comune anche agli Stati in questi tempi di crisi. La società fondata da George Eastman nel 1892 ha, però, reso noto di aver anche intentato causa al colosso koreano Samsung per infrazione di brevetti con la propria linea Galaxy Tab. Esiste un precedente di infrazione da parte di Samsung con i propri telefoni, sfociato in un processo conclusosi con un accordo stragiudiziale in cui Samsung ha versato a Kodak 550 milioni di dollari. Considerato questo pericoloso precedente, è altamente probabile che Kodak vinca questa questione legale andando a colmare in parte il buco causato dai 950 milioni di dollari di prestito che dovrà essere restituito a Citigroup tra circa un anno e mezzo. Kodak, in questo momento, sta contando molto sul risultato di questi procedimenti giudiziari che potrebbero, potenzialmente, salvarla dalla bancarotta e consegnarle quella liquidità di cui ha disperatamente bisogno.

Spoiler Inside: Comunicato stampa Kodak SelezionaMostra

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

Top