Google Glass 2.0 forse progettati anche per l’Europa, ma il logo CE è strano

glass2-1-ce

Il Google Glass sta per arrivare in Europa? Forse, ma andiamoci cauti.

Durante il corso della settimana appena conclusa, avrete probabilmente letto la notizia riguardo una nuova revisione hardware dei Google Glass. Esatto, revisione hardware: mentre la revisione firmware avviene ogni mese con il rilascio da parte di Google di un nuovo aggiornamento, quella hardware è abbastanza rara e, per riceverla, i Glass Explorer (le persone fortunate ad aver acquistato il Glass) devono spedire al mittente la versione precedente del dispositivo (la 1.0) in favore di quella nuova (con in dotazione un earbound, cuffia con porta micro-usb).

I primi pezzi sono già arrivati ad alcuni sviluppatori, che ovviamente hanno fatto qualche foto alla scatola ufficiale. Cosa è risaltato da queste foto? Che, a differenza della versione 1.0, la scatola della versione 2.0 presenta il simbolo CE.

Cito da Wikipedia:

Il marchio CE è un contrassegno che deve essere apposto su determinate tipologie di prodotti dal fabbricante stesso che con esso autocertifica la rispondenza (o conformità) ai requisiti essenziali per la commercializzazione e utilizzo nell’Unione Europea stabiliti nelle Direttive di nuovo approccio. L’apposizione del marchio è prescritta per legge per poter commercializzare il prodotto nei paesi aderenti allo Spazio economico europeo (SEE)

Considerando che ogni Glass Explorer ha ricevuto 3 inviti da regalare ad altrettanti 3 amici residenti in USA al fine di farli partecipare al programma Glass Explorer, non si spiega perché impiegare forze e risorse per assicurarsi di essere conformi alle direttive Comunitarie Europee se poi questi dispositivi saranno acquistabili da soli Statunitensi.

CE_marksDunque, c’è qualche possibilità che quello strano simbolo CE stia ad indicare “China Export” e non “Conformità Europea“? In realtà si, perché la C e la E sono molto vicine (i marchi sono standard); tuttavia, se ricordate (e come ben si legge dalla scatola), il Google Glass è progettato in California ed assemblato negli USA, di conseguenza non avrebbe senso applicare il marchio China Export trattandosi di un prodotto realizzato dalla A alla Z sul suolo Americano.

Di conseguenza l’unica spiegazione al momento plausibile è questa: Google ha iniziato i preparativi per far giungere i Glass in Europa, e magari non questa ma la terza revisione hardware potrebbe essere quella consumer, cioè destinata al mercato. Ovviamente prendete il tutto con le pinze, in quanto questo è solo un indizio. Speriamo però che presto da Mountain View venga rilasciata qualche comunicazione più concreta al riguardo.

Source

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Nicolò Semprini

    “Assemblato negli USA” vuole dire che i componenti possono essere prodotti OVUNQUE nel mondo, ma “l’incastro del lego” avviene negli Stati Uniti appunto. Quindi il CE potrebbe indicare che i componenti sono esportati dalla cina.. Che ne pensate?

    • Antonino Conte

      Google si è fatta pubblicità dicendo che OGNI SINGOLO COMPONENTE è stato prodotto negli USA, quindi no, non va bene come spiegazione.

      • Nicolò Semprini

        Io mi sono basato su ciò che è scritto in questo articolo. Se hai visto una pubblicità che si riferisce ai singoli componenti, manda il link o almeno dicci dove trovarla! :) grazie

  • Matteo Bottin

    Finchè le funzioni di google now non saranno le stesse per le varie lingue del google glass potremo farcene ben poco…

  • Cesare Andreoli

    Quello è indubbiamente il simbolo di “China Export”, non solo cambia la vicinanza delle lettere ma anche la curvatura delle due lettere. In CE di Conformita Europea, le due lettere sono più tondeggianti.

  • Dario

    Assemblato negli stati uniti, ma costruito dove?

    • Giuseppe_Iovene

      assemblato significa costruito xD

      • Alessio Carissimi

        Non esattamente, “assemblato negli Stati Uniti” non significa necessariamente “fabbricato negli Stati Uniti”. Potrebbero fabbricarli altrove e limitarsi ad assemblare le componenti negli Stati Uniti.
        Come fanno per molti prodotti “Made in Italy”, li fabbricano in Cina e poi qui mettono le rifiniture potendo cosi fregiarsi del marchio “Made in Italy”.

        • Okazuma

          Tutta il settore Moda utilizza questo cavillo burocratico.
          Basta che la fibia della cintura sia incollata in Italia e hai il Made in Italy anche se il tutto è stato preparato in Cina

          • Maurizio Megna

            non parlate di cose di cui non conoscete una mazza… non è così. nel campo calzature e abbigliamento se un pantalone lo cuci polonia e in italia metti le fibbie, ti assicuro che la legge prevede che tu non metta il marchio made in italy. se ti beccano alla dogana.. ti sequestrano tutto. (le mie non sono opinioni ma affermazioni basate su reali avvenimenti) ;)

          • asterix183

            Potrei farti numerosi esempi contrari. Se il pantalone viene fatto in india e poi il bottone è attaccato qua chi attacca il bottone attacca anche l etichetta con scritto made in italy. Certo che non entra un in Italia con l etichetta made in italy. Ma la attaccano qua

  • Kikyo

    Be’ di certo a quel prezzo non so chi glieli comprerà…

Top