Recensione LG Optimus L3 II

LG optimus L3 II copertina small

Quando LG si è messa al lavoro per realizzare la seconda generazione di Optimus L3, avrà sicuramente deciso di incentrare tutti i suoi sforzi nell’ottimizzazione dei consumi e nella riduzione all’osso dei costi, ma nel contempo offrire un’esperienza utente che non ti aspetti da uno smartphone entry-level. Complici delle buone prestazioni di questo Optimus L3 II, alcune caratteristiche che rendono qualitativamente scarso il comparto hardware del dispositivo ma che, però, non fanno rimpiangere l’averle utilizzate.


Video Recensione


Hardware

 LG Optimus L3 II (E430)

Processore  Qualcomm MSM7225A da 1 GHz
GPU  Adreno 200
RAM  512 MB
Memoria interna  4 GB – 1,6 GB per l’utente
Espansione memoria  Si, tramite MicroSD fino a 32 GB
Display  IPS da 3,2 pollici e 262.000 colori
Risoluzione e PPI  320×240 pixel, 125 PPI
Fotocamera anteriore  No
Fotocamera posteriore  3 megapixel senza flash LED, video a 640×480 @30 fps, zoom fino a 4x
Wi-Fi   b/g/n
3G  7,2 Mbps in download
4G LTE   No
Bluetooth   3.0
Infrarossi
 No
NFC   No
GPS   A-GPS
Sensori  prossimità, accelerometro
Porte   microUSB, jack audio da 3,5 mm
Batteria   1540 mAh
Materiali   policarbonato
Dimensioni   102,6 x 61,1 x 11,9 mm
Peso  107 gr
Disponibilità   Internazionale
Sistema Operativo  Android 4.1.2 con LG Optimus UI 3.0 al lancio
Data di lancio  Marzo 2013
Colorazioni  Blu notte, Bianco, Grigio spazzolato
Prezzo (circa)  €129 al lancio
Caratteristiche o Funzioni aggiuntive  LED RGB personalizzabile, Radio FM

Lo diciamo subito: non è uno smartphone concepito per coloro i quali amano caratteristiche spaziali, ma è un dispositivo di fascia entry-level col quale ci si può togliere qualche soddisfazione. Provare per credere. L’unità propulsiva dell’LG Optimus L3 II si compone di una CPU da 1 GHz, di 512 MB di RAM e di una GPU Adreno 200: queste caratteristiche, in sostanza, ci fanno capire che il dispositivo ha lo stesso hardware di base del Nexus One.

Esteticamente parlando, alla nostra sinistra abbiamo il bilanciere del volume, in basso il microfono principale (ed unico) di fianco alla porta microUSB, in alto abbiamo il pulsante di accensione/spegnimento/stand-by mentre il nostro lato destro non presenta alcun tipo di input. Presente, infine, un unico altoparlante di sistema che funge anche da capsula auricolare per le chiamate.

Naturalmente, trattandosi di uno smartphone entry-level, quindi adatto per chi desidera un dispositivo da utilizzare quotidianamente senza aver paura di graffiarlo o di maltrattarlo, i materiali sono quelli classici in policarbonato. La cover posteriore, però, si graffia abbastanza velocemente. L’ergonomia, grazie alle dimensioni molto contenute dello smartphone, è quasi massima; “quasi” perchè la plastica posteriore è scivolosa ed a volte si ha l’impressione che il dispositivo non sia ben saldo nelle mani.

Pregi

  • Wi-Fi: molto potente la ricezione del Wi-Fi. Paragonata a quella di un Nexus 4 e di un LG Optimus G, quella dell’Optimus L3 II risulta addirittura superiore.
  • LED RGB: molto comodo il LED di notifica incorporato ai bordi del tasto Home centrale. Scaricando applicazioni dal Play Store, si può personalizzare il colore del LED in base alle notifiche che ci giungono.

Difetti

  • Design discutibile: può piacere e non può piacere, ma l’importante per un entry-level è che funzioni bene.
  • Sensore di luminosità: purtroppo l’Optimus L3 II non ha il sensore di luminosità. Questo vuol dire che, sotto la luce del sole, dovremo noi stessi aumentare la luminosità del display altrimenti rischieremo di non vedere nulla. Per fortuna siamo aiutati dal controllo della luminosità presente direttamente nella barra delle notifiche.

Tutto quello che ruota attorno a questo smartphone sembra essere stato pensato per ridurre il più possibile i costi senza però rinunciare ad una buona esperienza utente.


Display

display

La pecca di maggior rilievo che si riscontra sul nuovo Optimus L3 II di LG è senza dubbio il display. Tralasciando le dimensioni da 3,2 pollici di diagonale, che su uno smartphone di fascia bassa ci stanno tutte, quello che lascia molto a desiderare è la risoluzione: 320 x 240 pixel e 125 PPI. Le immagini visualizzate sono abbastanza sgranate, ed anche il testo non è visualizzato in modo chiaro soprattutto se il carattere è molto piccolo. Potete dedurre voi stessi la qualità del display dall’immagine poco sopra. Come abbiamo anche già detto poc’anzi, purtroppo l’Optimus L3 II non ha il sensore di luminosità, per cui in presenza di forte luce ambientale dovremo aumentare manualmente la luminosità del display.

La cosa positiva, invece, è che si tratta di un display IPS, e quindi offre un angolo di visuale molto ampio. I colori sono buoni, nonostante il display ne supporti solo 262 mila (e non 16 milioni). Buoni anche i contrasti, per quello che possono contare su un display da 3,2 pollici.


Fotocamera

fotocamera

La fotocamera da 3 megapixel non è niente male, almeno di giorno. Grazie alla luce del sole, l’Optimus L3 II riesce a scattare tutto sommato delle buone foto. Per essere un entry-level, sicuramente si posiziona molto in alto nella classifica degli smartphone della sua fascia con le migliori fotocamere. Di notte o con poca luce, la fotocamera scatta foto con un forte rumore d’immagine, non essendo nemmeno “supportata” da un flash LED. Di seguito riportiamo alcuni sample.

sample

Guarda le foto a piena risoluzione su Google+

Guarda le foto a piena risoluzione su Facebook

I video che gira l’Optimus L3 II hanno una qualità accettabile, considerando che vengono girati a 640 x 480 pixel. Il punto di forza dei video, però, è senz’altro la cattura dei video in MP4 a ben 30 frame per secondo, cosa che non tutti gli smartphone della sua categoria offrono. Questo vuol dire che i video saranno girati in maniera molto fluida e non a scatti. Di seguito trovate il nostro video di prova girato con il dispositivo.


Audio

audio

LG Optimus L3 II presenta un solo altoparlante che funge anche da capsula auricolare per le chiamate. Questo contribuisce ad una qualità sonora non proprio massima, almeno in vivavoce e durante l’ascolto della musica. L’audio in chiamata è di buona qualità ma non molto elevato. Se, infatti, ci si trova in prossimità di una fonte di rumore, difficilmente riusciremo a sentire chi sta dall’altra parte del telefono anche alzando il volume al massimo.

Per quanto riguarda il vivavoce, invece, se si alza il volume al massimo, l’altoparlante gracchia abbastanza vistosamente, mentre questo effetto che distorce un po’ il suono si attenua quando alziamo il volume durante la riproduzione di un brano musicale. Anche in questo caso, il volume non è molto elevato ma si attesta a livelli normali.


Batteria

batteria

Uno dei punti di forza del nuovo Optimus L3 II è proprio la batteria. Nonostante sia da “soli” 1540 mAh, con lo smartphone si può anche arrivare a 2 giorni di autonomia se lo si utilizza in maniera moderata. Tra l’altro, il processore e la GPU non consumano tantissima energia in quanto devono elaborare immagini per un display con una risoluzione molto bassa e da soli 262 mila colori. Con un utilizzo intenso, invece, riusciamo a coprire le 14 ore di autonomia – equivalenti ad 1 giorno solare di utilizzo – senza grossi problemi.


Software

software

Fluidità

Android 4.1.2 è il sistema operativo che LG installa sul suo Optimus L3 II, a patto di includervi anche la sua classica personalizzazione chiamata LG Optimus UI 3.0. E’ piacevole utilizzare questo smartphone per farci qualsiasi cosa, dimensioni del display permettendo. Android 4.1.2 dona al dispositivo un’ottima fluidità, la quale si riscontra in tutti gli ambiti di utilizzo, browser compreso: uno dei punti di forza di questo L3 II. La Optimus UI 3.0, così come tutto il sistema, è ben ottimizzato e solo raramente si segnalano lag e rallentamenti fastidiosi.

Barra delle notifiche

Molto comoda, poi, la personalizzazione della barra delle notifiche caratteristica di LG, che mette a disposizione una serie di toggle che si possono anche spostare nell’ardine, tramite i quali possiamo attivare o disattivare Bluetooth, Wi-Fi, 3G, Rotazione automatica, e tante altre funzionalità.

Applicazioni

Per quanto riguarda le applicazioni, LG include il necessario nella sua personalizzazione del software. Tra le applicazioni di rilievo si segnalano le seguenti:

  • File Manager: un comodo file manager è sempre ben gradito, poichè ci permette di sfogliare i file e le cartelle che abbiamo nella memoria del nostro smartphone e, magari, di condividere qualche contenuto. 
  • Smart World: LG mette a disposizione quest’applicazione che rappresenta un vero e proprio store, in cui vi è un parco di applicazioni non indifferente ottimizzate per i dispositivi LG.
  • Quick Memo: grazie a quest’applicazione che si attiva dalla barra delle notifiche, si potrà prendere una nota veloce letteralmente scrivendo con il dito sul display. Questa funzione è presente anche in altri dispositivi LG con a bordo la Optimus UI 3.0.
  • Polaris Office 4: non ha bisogno di presentazioni. Ormai la conosciamo bene e sappiamo che con essa possiamo modificare, creare o semplicemente prendere visione di documenti word, excel o di presentazioni in powerpoint.
  • Safety care: se ci si trova in una situazione di pericolo, grazie a quest’applicazione possiamo inviare ad un numero amico la nostra posizione; possiamo inoltre impostare un tempo massimo di inutilizzo dello smartphone per far inviare allo stesso una segnalazione di inattività ad un nostro numero amico: magari potremmo aver perso il cellulare e non riusciamo a trovarlo.
  • Radio FM: comoda l’applicazione dedicata alla Radio FM, ultimamente non sempre presente sui dispositivi Android.

Browser

Per essere un dispositivo di fascia entry-level, il browser risulta proprio ben ottimizzato e fluido. Naturalmente l’esperienza utente sotto questo punto di vista è penalizzata dalla dimensione e dalla risoluzione del display, ma la velocità di caricamento, il pinch-to-zoom, e la fluidità nella navigazione sono molto apprezzabili. Davvero provare per credere. Niente da dire.

Tastiera

In questo caso, le dimensioni contenute del display non rappresentano un grosso problema, in quanto bisogna solo “farci la mano” per poter scrivere velocemente e senza commettere errori. Naturalmente all’inizio vi sembrerà impossibile, ma col tempo riuscirete ad essere molto precisi. La tastiera, infine, non perde colpi e riesce a riconoscere la pressione dei tasti anche scrivendo molto velocemente.


 In conclusione

Cosa chiedere di più ad un entry-level? LG Optimus L3 II, per il prezzo a cui viene proposto e per l’esperienza di utilizzo che offre, è sicuramente uno dei migliori smartphone di fascia bassa che attualmente si trovano in commercio. Purtroppo di ROM modificate non ve ne sono per questo dispositivo, in quanto in generale gli smartphone entry-level non godono di un buon supporto da parte della community. Certo, il design è discutibile, ed anche la qualità del display, ma nel complesso è uno smartphone che si fa davvero apprezzare, e che riesce ad offrire un’esperienza utente che sicuramente sorprende sotto parecchi punti di vista.


VOTI

Ergonomia  9
Hardware  4,5
Materiali  6
Display  4
Fotocamera  6
Audio  6
Batteria  9
Software  7
Modding  0
Esperienza utente  6
 
Giudizio finale

 6-

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

Top