Recensione Alcatel One Touch Idol Mini

A1

Alcatel One Touch Idol Mini è il fratello minore di One Touch Idol, che abbiamo recensito ormai alcuni mesi fa. Abbiamo visto il piccolino di casa Alcatel durante l’IFA 2013 e ci è sembrato fin da subito un buon device economico, ovviamente molto limitato nelle prestazioni, ma parliamo pur sempre di uno smartphone orientato verso la fascia bassa del mercato.


Video Recensione


Unboxing

La confezione di vendita risulta molto elegante, completamente bianca con i loghi dell’azienda sulle varie facce. La dotazione è quella classica, troviamo un alimentatore da 5 Volt, un cavetto USB-MicroUSB ed un paio di cuffiette auricolari standard che sono abbastanza economici come fattura, e dalla qualità discreta.


Hardware

L’hardware di Alcatel One Touch Idol Mini prevede un processore Mediatek MT6572 Dual Core da 1.3 GHz di frequenza di Clock, con Cortex A7, 512 MB di Ram, solo 8GB di memoria interna purtroppo non espandibili e questo è un difetto da tenere in conto quando si valuta l’acquisto, poiché la memoria disponibile all’avvio è poco più di 5 GB. Stessa cosa per la RAM, che come diremo in seguito non garantisce nella maggior parte dei casi una buona fluidità, mentre la GPU è una Mali 400.

A7

Il display dello smartphone è un’unità da 4.3 pollici quindi molto piccolo e maneggevole, con risoluzione 480 x 854 pixel, la batteria è di 1700 mAh ed ha un comportamento un po’ strano, di cui parleremo in seguito, mentre la connettività è di tipo HSDPA, con 21 Mbits di velocità in download.

Alcatel One Touch Idol Mini

Processore
  • Mediatek 6572
  • Dual Core 1.3 GHz
GPU
  • Mali 400
RAM  512 MB
Memoria interna  8 GB
Espansione memoria  No
Display  4.3″ IPS
Risoluzione  480 x 854 pixel
Fotocamera anteriore  VGA
Fotocamera posteriore
  • 5 MP
  • video fino a 720p
Wi-Fi  b/g/n
3G  HSDPA
4G LTE  No
Bluetooth  3.0
Infrarossi
 No
NFC  No
GPS  A-GPS
Sensori
  • Accelerometro
  • Sensore di Prossimità
  • Sensore di Luminosità
  • Giroscopio
Porte
  • MicroUSB
  • Jack da 3.5mm
Batteria  1700 mAh
Materiali  Policarbonato
Dimensioni  127.1 x 62 x 7,9 mm
Peso  96 grammi
Disponibilità  Internazionale
Sistema Operativo  Android 4.2.2 Jelly Bean
Data di lancio  Ottobre 2013
Colorazioni
  • bianco
  • grigio
  • rosa
Prezzo (circa)  199 euro
Caratteristiche o Funzioni aggiuntive
  • Dual Sim
  • Personalizzazione Alcatel

Il Design è forse un po’ anonimo, ma lo smartphone grazie al suo peso molto contenuto di 96 grammi e lo spessore di 7.9 millimetri riesce ad essere davvero molto portatile e facilmente utilizzabile con una sola mano, addirittura si fa fatica a sentirlo quando lo mettiamo in tasca. In un periodo dove i dispositivi tendono ad essere sempre più grandi fa piacere sapere dell’esistenza di smartphone dalle dimensioni così contenute. Seppur il design non è niente di particolare, la cover posteriore è davvero molto carina, quando la si guarda da lontano e da particolari angolazioni sembra addirittura alluminio, ovviamente è un’illusione poiché si tratta del “solito” policarbonato.

A6

Facendo un veloce tour fisico, nella parte superiore troviamo il jack da 3.5 mm e il tasto di accensione/standby/spegnimento, sulla destra i due slot per le MicroSIM visto che il dispositivo è Dual SIM, in basso la porta MicroUSB ed il microfono principale, mentre sulla sinistra il bilanciere del volume.

A3

Nella parte posteriore invece abbiamo l’altoparlante in basso a destra, la fotocamera da 5MP con Flashled e microfono per la soppressione del fruscio. Anteriormente invece oltre alla capsula auricolare ed alla fotocamera VGA non abbiamo tasti fisici ma solo tre tasti soft touch con una retro-illuminazione abbastanza scarna.


Display

Il Display è da 4.3 pollici con risoluzione 480 x 854 pixel, quindi una definizione buona ma non eccezionale, accettabile per un dispositivo di questa fascia di prezzo. La resa dei colori è tutto sommato buona, così come la luminosità, mentre il sensore non reagisce perfettamente ai cambi di luce ambientale, problema che riscontriamo puntualmente sui dispositivi basati su piattaforma Mediatek. La definizione non è altissima però ci permette di avere una buona visione dei caratteri soprattutto nel browser web. Buona qualità dei bianche, sottotono invece i neri che risultano quasi bluastri e con degli angoli di visuale non perfetti.

A2


Fotocamera

A4

La fotocamera posteriore è da 5MP. La qualità è discreta, ci ha stupito il fatto che lo scatto e la velocità di messa a fuoco siano abbastanza buoni, cosa non sempre vera per gli smartphone con processori mediatek; tuttavia la qualità delle foto non è delle migliori, i colori risultano sempre un po’ troppo slavati e privi di “vita” e gli scatti risultano sempre troppo rumorosi. Fotocamera anteriore che purtroppo è davvero di bassa qualità, a malapena utile per effettuare qualche video chiamata. I video vengono girati solo a 720p, anche in questo caso in maniera discreta, vi invitiamo a tal proposito a prestare attenzione ad i sample foto e video sottostanti.

Il software della fotocamera ha le funzioni base, non molto curato sotto questo punto di vista ma con tutte le impostazioni “basilari”.

IMG_20131112_083928 IMG_20131112_083924 IMG_20131112_083919 IMG_20131112_080915 IMG_20131112_080310 IMG_20131112_080225 IMG_20131112_080056                         IMG_20131112_080016


Audio

L’altoparlante si trova nella parte posteriore, in basso a destra praticamente sullo spigolo. Anche se si trova nella parte posteriore riesce comunque a sentirsi bene quando poggiamo il dispositivo su una superficie liscia, grazie a dei piccoli scalini utilizzati proprio per questo scopo. Il volume durante le chiamate, vale a dire quello in vivavoce è molto buono, ricco di bassi e abbastanza potente da permetterci di conversare in auto senza particolari problemi. Quando ascoltiamo la musica l’audio risulta ben equilibrato, non eccelle particolarmente, ma non troviamo nemmeno tante differenze con i top di gamma, escluso HTC One che rimane sempre un paio di spanne sopra. L’audio in capsula è accettabile e non soffre di problemi particolari.

A5


Batteria

La batteria da 1700 mAh riesce a dare un’autonomia abbastanza “strana” che varia molto se utilizziamo lo smartphone con una sim o con due sim. Utilizzando il dispositivo con una sola sim riusciamo ad arrivare facilmente alle 19.30 con utilizzo intenso fatto di molti messaggi in chat e soprattutta molta navigazione web, qualche minuto di chiamate e giochi. Se però usiamo il device a pieno regime, con due sim attive contemporaneamente, la situazione si fa più complicata, e il dispositivo non riuscirà a portarci a sera se non con un utilizzo abbastanza blando. Cosa positiva però è quella di avere numerose opzioni per il risparmio energetico.

A8


Software

Il Software è la versione 4.2.2 di Android Jelly Bean abbastanza personalizzata da Alcatel, soprattutto nella veste grafica ad esempio relativa alle icone, oppure la lockscreen con il lucchetto che si muove in base ai movimenti dell’accelerometro, o ancora i widget personalizzati dall’azienda tutti molto belli esteticamente.

A9

Interfaccia e fluidità

Come già detto Alcatel personalizza molto le icone, i widget e alcune piccolezze nella lockscreen. La fluidità nella navigazione dell’interfaccia risulta buona quando non abbiamo nessuna applicazione in background, la situazione si complica anche notevolmente se utilizziamo più programmi contemporaneamente e lo smartphone diventa molto impacciato anche nell’eseguire le operazioni più semplici; purtroppo anche su un dispositivo di fascia bassa come può essere questo idol mini, 512 MB di Ram sono davvero pochi soprattutto se gestiti da un processore Dual Core con architettura abbastanza datata (Cortex A7).

Centro Notifiche e Multitasking

Il centro notifiche è praticamente quello stock di Android, ma abbiamo alcuni Toggle aggiuntivi e personalizzati per quanto riguarda la grafica. Il multitasking è particolare e molto differente da quello standard di Android: si attiva mantenendo schiacciato il tasto impostazioni, a quel punto avremo a nostra disposizione una barra orizzontale con le anteprime delle applicazioni aperte che possono essere chiuse con uno swype verso l’alto, oppure cliccando su “Cancella tutto” libereremo tutta la memoria.

Funzioni aggiuntive

Le funzioni aggiuntive rispetto alla versione Stock di Android non sono molte, ad esempio abbiamo delle impostazioni relative ai gesti: presente la possibilità di disattivare il suono capovolgendo lo smartphone oppure di scuotere lo stesso per cambiare traccia audio. Così come su tutti gli altri mediatek presente la funzione di On/Off programmato del device e la possibilità di attivare l’avvio rapido per ridurre i tempi di avvio stessi.

Gaming

La GPU presente su Alcatel One Touch Idol Mini è la Mali 400, famosa poiché presente su diversi dispositivi “storici”, uno su tutti ad esempio il Galaxy S2. Dobbiamo dire che la GPU non si è comportata per niente male durante il gaming considerando sempre che parliamo di uno smartphone della fascia bassa. Durante la video recensione abbiamo testato Dead Trigger 2 inserendo i dettagli “bassi” e il gioco risultava quasi del tutto fluido e senza imputamenti, con giochi più leggeri abbiamo sempre avuto una buona esperienza di gaming. Testando Asphalt 8 purtroppo invece la fluidità non è stata delle migliori, ma era anche prevedibile visto l’hardware

Browser

Il Browser di Alcatel si è comportato davvero molto bene. Con i siti web leggeri non ci sono stati problemi nel rendering della pagina, anche durante le operazioni classiche di Zoom. Con siti più pesanti invece gli unici rallentamenti li avevamo nei caricamenti dei contorni durante le operazioni di Zoom Out e nello scrolling veloce; niente di particolare comunque, poiché la navigazione è risultata sempre molto reattiva e soddisfacente per il nostro stress test, anche perché i dispositivi Mediatek si sono sempre comportati bene per quanto riguarda la navigazione.


In conclusione

Alcatel One Touch Mini dal punto di vista delle prestazioni ovviamente non è risultato del tutto soddisfacente ma era anche prevedibile, la reattività generale è sempre sottotono, soprattutto quando gestiamo più applicazioni nello stesso momento, per il resto la qualità del dispositivo risulta discreta. Ovviamente bisogna tenere conto del prezzo di acquisto, che ufficialmente è di 199 euro: a questo prezzo, dobbiamo ammettere che sul mercato attualmente si trova di meglio sia per quanto riguarda il mondo Android, ma soprattuto se ci spostiamo nel panorama Windows Phone. In realtà Online può essere acquistato a poco meno di 150 euro, e a questo punto diventa uno smartphone da tenere in considerazione soprattutto se si ha bisogno di un dispositivo entry-level Dual Sim.

Alcatel

VOTI

Ergonomia 9
Hardware 4
Materiali 7
Display 6.5
Fotocamera 6
Audio 7.5
Batteria 6
Software 7
Modding n.d.
Esperienza utente 6
Giudizio finale

6.5

 

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Pingback: Alcatel One Touch Idol Mini Recensione da TuttoAndroid.net | 100Video()

  • Giosuè Lombardi

    Possiedo questo dispositivo, mi ritengo soddisfatto per la maggior parte delle funzionalità del telefono, però su alcuni punti tipo la fotocamera sono quasi deluso se non del tutto, foto con troppo rumore video in qualsiasi situazione, macro sotto la media e questo fa pensare molto, io ho avuto un Huawei Y300 e sotto l’aspetto della fotocamera mi soddisfaceva di più. Quindi penso che se pagate come me 142€ su amazon questo dispositivo li vale, ma se pagate a prezzo di mercato cioè 199€ vi consiglio di puntare su altri dispositivi.

  • dj_U_G

    ragazzi sicuri di averlo provato questo modello perchè la memoria è espandibile tramite micro sd fino a 32 gb mentre voi nella recensione dite che non è espandibile.

    • robby

      Ciao dove si mette sd/?

    • paolo

      Esistono due modelli di Idol mini: quello dual sim (il’piu noto e riffuso) non ha slot per micro sd, quello singola sim ha lo sot di espamsionr

  • Davide Marini Marein

    Recensione ingenerosa non condivido

  • Luca

    Io lo comprato e mi va benissimo, è sempre fluido in tutte le situazioni, e non presenta “lag”, o blocchi di nessun genere, neanche quando utilizzo App “toste”, o 2 App contemporaneamente.
    E’ molto meglio del Samsung Galaxy S3 Mini, che ho dato via per la disperazione… e che costa ben di più… quindi non mi trovo d’accordo con la vostra recensione, che mi sembra un pò “di parte”, forse capisco che Alcatel non rappresenti per voi uno dei migliori $ponsor$, come potrebbe essere Samsung…

    • Enrico

      Ciao Luca. Lo usi con le due sim? Quanto ti dura la batteria e che uso ne fai?

      • Luca

        Uso una sim Tim, e una Vodafone. Lo uso molto per Facebook, la navigazione internet, e qualche telefonata, diciamo 3-4 al giorno, di 5-6 minuti l’una. La batteria mi dura tranquillamente dalla mattina partendo alle 7:30, fino alla sera alle 22:30.

        • Enrico

          Non male direi!

          • Federico

            certo 3-4 telefonate al giorno, io per lavoro ne faccio e ricevo in tutto una cinquantina al giorno…. sarei sgomento con quel telefono… mi durerebbe fino alle 10 la mattina… :-)

          • darkcg

            Eh ma tu sei figo.

        • Enrico

          Premesso che con una carica faccio quasi 2 giorni di utilizzo é normale che quando la batteria mi arriva intorno al 20% vada velocemente a zero e non faccio in tempo a metterlo in carica che il telefono si spegne? Ho fatto solo 3 ricariche fino ad ora e non so se questa cosa si presenti anche qualora scaricassi tutta la batteria in un giorno visto che ora lo ricarico ogni 48 ore.

  • Roberto

    grazie per aver fatto la recensione! =)

Top