Wind dovrà risarcire 1 miliardo di Euro per il black out del 13 Giugno: non sarà troppo?

wind-logo-italiano

Durante la giornata di ieri, Venerdì 13 Giugno, si è verificato un black out del servizio Wind, sia mobile che fisso, come riportato nel nostro articolo informativo. Ora che tutto sembra stia tornando alla normalità c’è da fare i conti con i consumatori e con il disservizio arrecato dall’operatore telefonico, che a quanto pare non passerà una bellissima estate spensierata.

Carlo Rienzi, presidente del Codacons, un’associazione per la difesa dei diritti dei consumatori, afferma che Wind dovrà pagare 1 miliardo di Euro per il disagio arrecato – o almeno questa è la cifra stimata per i “danni” arrecati agli utenti. Ecco il comunicato del Codacons riguardo il maxi risarcimento chiesto a Wind:

PRONTA MAXI RICHIESTA DI RISARCIMENTO DANNI A WIND-INFOSTRADA

Un italiano su quattro isolato per tutta la giornata di venerdì 13 giugno: niente linea telefonica (neppure per chiamate d’emergenza!) né traffico dati senza contare le e-mail in tilt

Dovranno essere risarciti 3 milioni di utenti di telefonia fissa, almeno altrettanti titolari di sim e un numero non ancora ben precisato di clienti con casella di posta elettronica @libero.it

L’Associazione Utenti dei Servizi Radiotelevisivi sta preparando una maxi richiesta di risarcimento danni da presentare all’azienda colpevole di aver isolato, pressoché totalmente, tutti i suoi clienti per l’intera, o quasi, giornata di venerdì 13 giugno. Per il momento l’unico dato certo riguarda gli utenti di telefonia fissa danneggiati: 3 milioni! Ancora non precisato il numero di clienti di telefonia mobile e libero, comunque si parla di altre milioni di persone: un italiano su quattro è Wind-Infostrada.

Secondo i legali dell’Associazioni, oltre l’indennizzo previsto dall’Autorità Garante per le Comunicazioni (AGCOM) tanto per sospensione o cessazione che per malfunzionamento del servizio (Delibera 73/11/CONS), Wind-Infostrada dovrà risarcire tutti gli sventurati per le conseguenze concrete della giornata trascorsa senza poter comunicare, in alcun modo, né con clienti e datori di lavoro né con i propri cari.

Sicuramente il disagio che nella giornata di ieri era esteso su livello nazionale avrà procurato grossi grattacapi a commercianti, aziende, uffici ed altre attività che fanno larghissimo uso della connessione ad Internet e delle telefonate – loro strumenti di lavoro – senza contare le centinaia di migliaia di utenti costretti a non poter utilizzare Internet comodamente a casa propria o sul proprio smartphone. Dubbi sui danni arrecati dal disservizio non ce ne sono, quindi. Ma non sarà effettivamente un po’ troppo?

Troppo il prezzo da pagare e troppo l’accanimento verso Wind vittima del suo stesso disagio, forse. Non credete? I diritti di noi consumatori vanno rispettati e vanno difesi, ed è giusto che chi provoca un danno sia pronto a pagare. Se però la legge è uguale per tutti, allora forse si dovrebbe cominciare ad interrogarsi sulla possibilità di maxi risarcimenti che dovrebbero pagare anche tutti quanti gli altri fornitori di servizi di qualsiasi genere per i disagi arrecati innumerevoli volte.

Va bene che Wind paghi ma non è giusto che sia il solo capro espiatorio. Vedremo come si evolverà la situazione nelle prossime ore. Intanto potete sfruttare il box dei commenti per dirci come la pensate su questa vicenda.

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • manuel murante

    complimenti, ho lavorato nel legale/contenzioso di Vodafone, e confermo tutto quello che dici.
    Le associazioni di consumatori cercano solo visibilità a spese dei consumatori che si fidano a prescindere.
    Secondo me nelle prossime bollette ci saranno moltissime note di credito a professionisti e consumatori privati con abbonamento, niente di più.

  • RickNRoll

    Leggendo i commenti c’è veramente tanta, ma tanta, gente che veramente non capisce un ca**o.

  • Bastabollette

    Facciamo chiarezza su indennizzo e risarcimento ottenibile.

    Francamente alle illazioni del Codacons su risarcimenti miliardari è difficile controbattere perchè non sono circostanziate e sono volte più a creare clamore che a fornire informazioni precise.

    L’indennizzo è una somma forfettarie predefinita nel contratta o nella normativa che va pagata al verificarsi delle condizioni previste e prescinde dal danno realmente subito (che può anche essere del tutto assente perchè ad es. quel giorno io ero all’estero e non avevo bisogno della mia sim Wind)

    Nel caso di Wind le condizioni generali di contratto prevedono che Wind abbia 4 giorni di tempo per sanare il guasto. Quindi in teoria non sarebbe tenuta a pagare nessun indennizzo.

    Per fortuna sopperisce l’art. 5 comma 1 dell’allegato A della delibera 73/11 AGCOM che prevede che

    “In caso di completa interruzione del servizio per motivi tecnici, imputabili
    all’operatore, sarà dovuto un indennizzo, per ciascun servizio non accessorio, pari ad euro 5,00 per ogni giorno d’interruzione”

    Quindi se i servizi interrotti sono ad esempio mobile e internet 5 € x 2 servizi x 1 giorno di interruzione (unità minima temporale)=10 € di risarcimento

    Poi c’è il risarcimento dei danni, che invece è legato alla effettiva perdita economica subita, non ha alcun limite ma va dimostrato puntualmente.
    Se ad es. io ho un negozio online e a causa del disservizio registro una diminuzione delle vendite pari a 1000 €, devo dimostrarlo davanti al giudice (per esempio dimostrando che ogni venerdi di ogni settimana dell’anno incasso almeno 1000 €). Se ci riesco, Wind sarà condannata al pagamento della somma pari al risarcimento danni provato, oltre alle spese legali.

    Questo in teoria.
    La pratica è che gli operatori in genere non pagano mai nulla in assenza di azioni da parte degli utenti: ricorso davanti al Corecom (per gli indennizzi), azione giudiziale (per i risarcimenti).

    Per chi volesse approfondire, ne ho già parlato nel mio post qui: http://www.bastabollette.it/windinfostrada/risarcimento-danni/

  • tonio

    Fateli pagare in tanti anni con loro mai un agevolazione, solo pagare, pagare, e ogni tanto ti trovi qualche euro in più che non si sa da dove esce fuori, infatti voglio cambiare!

    • RickNRoll

      Sei libero di farlo quando vuoi… Se non lo fai è perchè ti fa comodo, quindi non lamentarti.

  • ale

    In effetti sono tanti, ma c’è anche da dire che per molte attività commerciali e lavori se non si ha internet e non va nemmeno il telefono non si riesce a lavorare, magari un miliardo è esagerato, però i disagi ci sono stati quindi qualcosa deve pagare

  • e sarebbe anche ora di cominciare a chiederli i risarcimenti, dato che a quanto pare è diventato praticamente normale che le cose non funzionino e anche qui ci si giustifica con “sono cose che succedono”.

    in Giappone sarebbero cadute molte teste a quest’ora.

  • hanno già confermato che il down centra ben poco con la tempesta solare, in quanto localizzato quasi interamente sulla rete Wind/infostrada (i guai capitati alle altre compagnie sono arrivati di rimbalzo)

  • Mirko

    Assolutamente esagerato! Sono un cliente Wind: durante il disservizio non potevo mandare mail di lavoro dallo smartphone, niente What’sApp, niente Internet… ma potevo comunque chiamare e mandare SMS! Quindi non è stata la fine del mondo. E’ la prima volta che mi capita in tanti anni… un sms di scuse per il disservizio sarebbe più che sufficiente!

    • Mirko

      Ps. Ovviamente quello che ho appena detto riguarda me. Se un azienda ha avuto un danno economico di X euro per il disservizio, allora è un altro discorso. Ma deve quantificarlo e dimostrarlo.

  • Tec

    Il risarcimento è sicuramente eccessivo ma se lo meritano visto la truffa che volevano fare a quelli che hanno la all inclusive in sconto per 5 anni, quindi essendo uno di questi sono particolarmente contento hahahhaha(risata diabolica) xD

  • Alberto Lucchin

    E’ una richiesta non eccessiva, di più. Intanto non tutti quelli che hanno Wind possono avere avuto problemi. Ci saranno sicuramente utenti che hanno il telefono là fermo in un cassetto (es.: anziano che non sa come usarlo o che riceva una chiamata al mese). Poi bisognerebbe differenziare le varie utenze, perchè è chiaro che alcuni usano la rete dati e voce per lavoro e hanno avuto un danno certamente maggiore di quelli che hanno il telefono solo per avere il telefono. Per il primo caso c’è evidentemente un danno anche economico, per il secondo al limite è una scocciatura ma certo ha potuto proseguire la sua esistenza senza usare il telefono per alcune ore.

  • vortex67

    LOL ma se stanno fallendo!Hanno più di 9 miliardi di debiti tanto che dovevano unirsi alla 3 figurati se ora trovano sti soldi per il risarcimento.

    • cristian fabbri

      forse non lo sai ma gli altri operatori che ci sono in italia sono in condizioni ben peggiori della wind, quei debiti per una azienda telefonica sono “normali” , non fermarti a leggere solo le cifre che vedi, vai oltre.
      Telecom per esempio aveva 25 miliardi di passivita’ nel 2012 e ora e’ anche peggio, vodafone ha dovuto vendere verizon wireless perche’ era al collasso…sono tutti in queste condizoni fidati!!
      Wind e’ la piu’ sana tra tutte quelle che operano in Italia.

      • Alberto Lucchin

        Perfettamente d’accordo. Leggere un bilancio societario vuol dire capire bene non le cifre ma i vari parametri e punti

  • cristian fabbri

    Richiesta ridicola in quanto se sei un’azienda seria che pretendi di lavorare con internet non ti affidi ad un unico fornitore di servizi ma hai sempre una linea fissa/mobile d’appoggio su cui deviare il traffico una volta che la principale ha dei problemi.
    Richiesta ridicola anche chi dice che non ha potuto accedere alla sua casella di libero: la casella e’ gratuita e il servizio e’ garantito “cosi com’e’ ” per cui c’e’ poco da piangere, discorso diverso per le eventuali caselle a pagamento (1 su 10000 forse?).
    i disservizi sono all’ordine del giorno , purtroppo questa volta e’ capitata a TUTTI i loro clienti nello stesso momento ma a chi non e’ mai successo , con qualsiasi operatore, di avere problemi?
    Poi la cosa e’ stata gonfiata un po’ troppo: il disagio e’ durato 4/5 ore non un giorno intero e comunque non aveva colpito il 100% dei servizi in tutta italia, qualche’ chiamata si faceva e gli sms partivano.
    Il telefono di casa funzionava.

    ah, sono cliente wind con il mobile e infostrada con il fisso e quindi sono stato “colpito” dal problema.

  • Roberto

    Questi blackout se sieti attenti vi accorgerete che ci sono tutti i giorni, anche di pochi minuti….quando ero con wind era un continuo ricevere mess. TI HA CERCATO TIZIO…e minimo una volta al mese la mattina 2/3 ore non si chiamava….per non parlare della lentezza della connessione……svegliatevi.

    • all’ordine del giorno problemi di questo tipo? ma anche no ;)

  • Walter

    Secondo me, dal punto di vista legale non è dovuto alcun risarcimento. Non so se si può configurare un profilo di interruzione di pubblico servizio, visto che la fonia funzionava e l’accesso a Internet non è considerato un servizio primario.

    • MaxArt

      Ti devo contraddire, la telefonia *non* funzionava. Te lo dico per esperienza diretta.

    • dato che si sono interrotti servizi pubblici, direi proprio che è interruzione di pubblico servizio

    • ale

      Be il danno c’è stato, conosco il gestore di una pizzeria e praticamente per un giorno non ha avuto clienti, se uno telefona per ordinare e sente che il telefono non suona pensa che hai chiudo, per di più non gli andava internet e il pos per le carte, e per di più non è la prima volta che capita, tanto che adesso pensa di cambiare gestore…

      E così molti altri, se uno fa un lavoro per cui deve ricevere tante telefonate e non va nulla cosa fa, e poi che internet non è un servizio primario lo dici te, in un ufficio oggi se non va internet si sta li a girarsi i pollici, dato che non puoi collegarti alle banche dati per inserire i dati, non puoi mandare mail, non puoi nemmeno telefonare dato che gli uffici ormai hanno tutti telefoni voip quindi…

  • Matis Despicuz

    ho fatto un calcolo, 1miliardo=1000milioni.
    in italia siamo 60milioni mettendo che anche se tutti fossimo wind
    1000/60=16euro a testa!
    con sta crisi mi converrebbe passare a wind per un mesetto, poi posso tornare a tre hahaha.
    cmq nn ho capito se i soldi vanno agli utenti o alla codacons.

  • Matis Despicuz

    ma il miliardo? insomma i soldi vanno a noi utenti o alla codacons

  • Emanuele

    Risarcimento a chi? Perché mi sembra solo un modo per intascare soldi e ai consumatori … ceste!

  • darkcg

    Per me chiedere un risarcimento è un eccesso. Problemi tecnici possono averne tutti. Un guasto di un apparato di rete, un server che salta in aria, ecc. ecc. Dobbiamo forse chiedere un risarcimento a Samsung perchè il telefono 4 giorni fuori la garanzia si rompe? Io non capisco queste scemenze. Risarcire cosa? Chi? Perchè?

    • Non fosse che c’è gente che questo servizio lo usa per lavoro e un blackout di questo tipo scollegando un server dalla rete per una giornata può comportare danni enormi. Non tutti usano internet solo per cazzeggiare sui siti, c’è gente che di questo ci vive.

      • Il calcolo del risarcimento è presto fatto.
        Si prende il costo mensile del servizio, lo si divide per 30 e si moltiplica per i giorni di down.
        Quindi, se vado a pagare 30 euro al mese, al massimo viene rimborsato 1 euro.

  • Dario Garcia

    Chi abaglia paga

  • Luciano Nahuel Spina

    vergogna sono un cliente wind

    • darkcg

      Ma vai a cagare

      • Nora

        Acagare ci vai tu

        • JackStrambo

          L’avresti perso comunque se il capo avesse visto come scrivi.

    • Nora

      Per me quel Venerdi e stato un incubo avevo un apuntamento importante di lavoro e lo perso per colpa vostra .adesso mi conviene stare con voi o cambiare compagnia ?

  • MaxArt

    Per chi dice che un miliardo sia esagerato, ricordiamoci di non guardare solo il nostro piccolo.
    C’è gente che fa della reperibilità il proprio business. Che ha *bisogno* di essere sempre in contatto. Che ha delle linee di assistenza che se ne sono andate.
    Medici, operatori dell’ordine, singoli professionisti e intere aziende… sono tutti soggetti che ne hanno risentito, perché anche le utenze business se ne sono andate giù.

    Un miliardo mi pare anche poco, ma è un avviso che queste cose *non* devono capitare. Un blackout nazionale, assurdo.

    • nessundorma

      Le tempistiche di riparazione guasti e gli indennizzi per eventuali ritardi sono chiaramemte citati nei contratti sottoscritti all’attivazione dei servizi, non c’è bisogno di sparare cifre a caso basandosi sulle impressioni umorali. E’ nero su bianco, il PDF è disponibile sul sito Wind.

      • qui non si parla solo di contratti wind: wind/infostrada gestiscono intere dorsali che hanno determinato il distacco di strutture che con wind non hanno nessun contratto, strutture anche vitali (leggi servizi collegati alla sanità o agli ospedali e servizi pubblici)

      • MaxArt

        È anche scritto nero su bianco che per legge questa è interruzione di servizio. La faccenda è molto più grossa di quella che può essere coperta dal contrattino che ti danno con una sim prepagata.

    • FCava

      Infatti chi ha necessità di reperibilità o aziende che devono avere assolutamente connettività, dovrebbero avere connessioni multiple a sistemi diversi. Se si hanno ad esempio 2 adsl di 2 operatori diversi ma appoggiati alla stessa centrale, se cade la centrale si è fermi lo stesso…

  • ADeLuxe

    Titolo dell’articolo molto fuorviante.

  • Alberto Cardellino

    Secondo me ne uscità pulita.
    Sicuramente ci sarà qualche clausola che noi abbiamo firmato nel momento in cui abbiamo attivato l’abbonamento.

  • Anty

    in italia ci sarebbe da chiedere risarcimenti ogni giorno,per tutte le cose che nn vanno. cmq,chi ha subito danni mi sembra normale che chieda un risarcimento,e che lo ottenga anche.questo in qualsiai ambito. il problema è che quando devono averli i soldi,li pretendono subito.quando devono darli sorgono ostacoli di ogni tipo.

  • Fabrizio Catena

    Io sul telefono non ho avuto internet per tutto il pomeriggio ma non mi sembra che sia una cosa grave.

  • carlo

    sono rimasto senza linea telefonica fissa e senza ADSL per 7 giorni dal 14 al 21 giugno senza una spiegazione, anzi nella bolletta mi hanno fatto pagare tutto il mese. ma quando mai Wind Infostrada & soci pagheranno qualcosa? L’unico è che possiamo cambiare gestore. Mah!

  • Luigi

    Per me è giusto che chiedano un risarcimento così grosso visto che manco vogliono dire la causa

    • Thomas

      E’ stato detto gia decine e decine di volte. Eruzione solare. Cerca su national geographic se non ci credi

      • Valentino G.

        scusami ma nn credo ke una eruzione solare faccia differenza di linee o operatori…il mio operatore ke appoggia su tim andava benissimo

        • Thomas

          Infatti a quanto so, è stato colpito da un onda d’urto o elettromagnetica non si è capito, un satellite che metteva in comunicazioni le dorsali wind mandandolo in crash. E comunque non è stato l’unico problema causato, nelle giornate del 11-12 giugno utenti telecom (linea fissa) lamentavano problemi di rete instabile e parecchie persone al nord italia lamentavano instabilità anche nella rete elettrica. Coincidenze da tenere in considerazione visto l’accaduto.

          Ps. ci son stati problemi anche alle reti telefoniche in europa generalmente (da quanto ho letto in giro)

          • Come spiegazione mi “puzza” un bel po’ sinceramente: la vedo molto dura (e anche un bel po’ improbabile) che tutta l’infrastruttura Wind/infostrada si appoggi a UN SOLO satellite centrale…

            significherebbe che non hanno capito proprio niente di come funziona una rete e del fatto che la prima regola è proprio quella di non creare nodi nevralgici ma basarsi sulla ridondanza per evitare collassi dati da guasti

            ma saremmo proprio all’ABC eh :D sarebbe assurdo :D

            secondo me il problema è ben più elementare e molto più “umano”, ma la cosa veramente pessima è che dopo un down del genere non si degnino nemmeno di mandare un comunicato ufficiale per dire cosa sia successo. A meno che il problema non dipenda da qualcosa di veramente grave sul lato sicurezza

        • jfefe

          Era un’eruzione solare vodafiana..

  • Ivan Belli

    Mah, forse sarebbe giusto che risarciscano ma a parte che la vedo dura definire una cifra in base a milioni di disagi differenti, poi secondo me diventerebbe un mondo di risarcimenti: quando si ferma la macchina dovrebbero risarcire, se si rompe una lampadina e inciampo cosa faccio? mi faccio risarcire dalla Philips? Se si rompe la TV mi faccio risarcire perché ho perso una gara di MotoGP? Se si rompe il frigo e va da male il cibo l’ariston mi dovrebbe risarcire? Secondo me questo blackout rientra nei casi tipo mi sono trovato male con una Fiat e la prossima volta compro una BMW, oppure appunto mi sono trovato male con Wind passo a un altro… Anche se non lo farò perché mi trovo bene, a meno che non succeda ogni mese…

  • apeppe

    14 06 2014 ore 19,45 la mia chiavetta pagata in anticipo 15 € mensili ancora non funziona, come faccio per chiedere risarcimento? aiutatemi.

  • flyfed

    PRETENDO UN RISARCIMENTO! ECCOME!!! CONTATTO L ASSISTENZA CLIENTI E L OPERATRICE…EVIDENTEMENTE, LEI LA TECNOLOGIA SON DUE MONDI OPPOSTI..MI DICEVA CHE ERA COLPA DEL MIO CELL E DEI SUOI AUTO AGGIORNAMENTI…NON L HO MANDATA A QUEL PAESE PER MIRACOLO..AVENDO ANCHE LA CHIAVETTA BLOCCATA..CERCAVANO DI MASCHERARE IL TUTTO!!!..MI HA FATTO RIFARE UN SACCO DI PROCEDIMENTI ASSOLUTAMENTE INUTILI!!! ALLA MATTINA QUALCHE TELEFONATA È PARTITA(DI FATTI LI AVEVO CONTATTATI) POI.. IL NULLA!!!..IERI PER ME È STATA UN GIORNO DAVVERO DA RICOVERO!!! …SONO UN COMMERCIANTE D’AUTO E VIVO COL TELEFONO ED EMAIL CONTATTI VIA INTERNET…SONO RIMASTO TOTALMENTE ISOLATO, HO PERSO UNA VENDITA DI UN AUTO DEL VALORE DI 25000€, IL CLIENTE DISTANTE 200KM DALLA MIA CITTÀ A METÀ STRADA È TORNATO INDIETRO NON SENTENDOMI ED OGGI MI COMUNICA CHE NON SI FIDA PIÙ E PREFERISCE NON INCORRERE IN ALTRI PROBLEMI,DICENDOMI CHE SI AFFIDERÀ AD UN SUO CONCESSIONARIO DI ZONA!.. DOPO NON SÒ QUANTE TELEFONATE FATTE IN UNA SETTIMANA DI CONTATTI PER LA SUA PIGNOLERIA !!! ..TUTTTO TEMPO SPRECATO E BUTTATO NEL C…O.!..IN PIÙ IERI PER VENDERE UN ALTRA AUTO SON DOVUTO RESTARE TT IL TEMPO COL CLIENTE ED ACCOMPAGNARLO ALL ASSICURAZIONE ALL AGENZIA PASSAGGI..NON CALCOLO IL DANNO CHE MI HANNO CAUSATO TENENDO ANCHE L UFFICIO CHIUSO!…TENGO A PRECISARE CHE IL TELEFONO RESTANDO IN CONTINUA RICERCA DI SEGNALE INTERNET E CHIAMATE SI È SPENTO GIA ALLE 15.30..1 SU 4???? NOI IERI ERAVAMO IN TRE CON WIND E TUTTI E TRE SENZA NIENTE DI NIENTE ZONA MANTOVA!!!…IN PIU NON HO POTUTO EFFETTUARE DELEGHE F24 VIA HOMEBANKIG PER LE SCADENZE DEL 16/06…NON LA FARÒ PASSARE LISCIA SICURO!

    • Ivan Belli

      Allora se io compro una macchina da te, parto per andare a concludere un affare da 1000000€, mi si ferma la macchina e l’affare salta, tu o il costruttore dell auto mi dovreste dare 1000000 €????

      • Ivan Belli

        Viviamo in un mondo dove le cose si rompono…

      • flyfed

        …PREMETTO CHE NON È UN PARAGONE VERAMENTE DA POCO E CHE NN STA NEMMENO IN PIEDI…PERCHÉ OVVIO IO COMPRATA UN AUDI A NUOVO RIMASTO A PIEDI CHIAMATO ASSISTENZA AUDI MI HANNO FORNITO LA MACCHINA SOSTITUTIVA, IO COMMERCIO AUTO USATE E FORNISCO ANCHE UNA PACCHETTO NONOSTANTE NON NE SIA ASSOLUTAMENTE TENUTO DI GARANZIA CHE INCLUDE SE CASO ASSISTENZA STRADALE SOCCORSO RICOVERO ED AUTO SOSTITUTIVA!!! IL CLIENTE VA TUTELATO AL MASSIMO NESSUNO HA SOLDI DA BUTTARE!!! … POI VERAMENTE IO NON PRETENDO 20 E ROTTI MILA EURO DI RISARCIMENTO MA IN GIUSTA MISURA AL DISAGIO E DANNO CREATO DOVRANNO RISPONDERE!!!

        • DvxMeaLvx

          Ridicolo. Davvero non ci sono parole.
          E poi sicuramente avrà sentito il problema che ha avuto wind visto che si parla a livello nazionale. Poi poveraccio se è paranoico con una consegna a mano figurarsi qualità di conplessato di acquirente che ti sei perso!
          Per educazione comunque impara a non scrivere in corsivo grazie.

          • dkedmk

            Maiuscolo?

          • DvxMeaLvx

            Ho quotato la persona sbagliata, il messaggio ovviamente era riferito a società Ivan belli

        • Ivan Belli

          Quindi tu o Audi non fate altro che ripristinare il servizio, cosa che ha fatto Wind, non risarcite nessuno!

        • koggaccio

          Si però non urlare… Maleducato.

    • Fabrizio Catena

      Nel suo contratto telefonico c’è scritto che il disservizio può durare fino a 4 giorni lavorativi.

    • cece

      calmo

  • shanefalco

    Mio fratello è da 3 mesi che aspetta che wind gli sblocchi il codice imei di galaxy s4…siete degli incapaci e ve la meritate sta multa…anzi anche di più dovreste pagare!!! Dovrò denunciarvi tramite carabinieri o codacons !!!

    • Lore

      in che senso sblocchi il codice imei?

      • shanefalco

        perchè lo ha comprato da un privato e dopo 10 mesi gli e lo ha bloccato la wind sotto richiesta di sto privato (si vede che è stato rubato e poi venduto a mio fratello)…è da 3 mesi che abbiamo compilato moduli + raccomandata per farlo sbloccare in quanto lo abbiamo pagato totalmente e abbiamo anche scontrino fiscale…ma sti mongoli non vogliono sbloccarlo. Mi dovrò rivolgere al codacons oppure ai carabinieri.

        • Lore

          bel casino

        • FCava

          Se è stato rubato, forse ci sono altre problematiche da valutare. Se ti avessero rubato il cellulare lo rivorresti indietro o lasceresti che, chi ha comprato il tuo cellulare rubato senza saperlo, lo usasse? O era con contratto (con addebito del telefono in bolletta) ed alla rescissione dello stesso il telefono non è stato pagato completamente a Wind. Non importa se lo avete pagato a chi ve lo ha venduto… Non è stato pagato alla wind (questo è un esempio… Ho letto di tanti che hanno preso il cell con la 3 e poi l’hanno venduto e chiuso il contratto prima di finire di pagarlo e la 3 lo ha bloccato)

        • dd

          beh li wind centra poco, denuncia il venditore ai carabinieri. non è che se oggi uno mi taglia la strada me la prendo con wind solo perchè sono un cliente. ma per piacere..

  • Giorgio Cavurro

    Mamma mia che esagerazione sono cose che possono capitare …trovo assurdo tutto ciò

    • no, non sono cose che possono capitare. sono cose che NON DOVREBBERO capitare.
      Non si parla di un singolo server andato giù o di inguaio da poco, si parla di un down generalizzato durato ORE esteso sia al mobile e alle linee fisse, che ha paralizzato anche il traffico internet diretto verso siti che con Wind non centrano, causando danni enormi.
      Infostrada ha il preciso dovere di organizzarsi al fine di evitare queste situazioni, in quanto se a te il disagio consiste nel non usare whatsapp per mezza giornata, in atre situazioni i servizi collegati sono giusto “un po’” più importanti.

      Se cade un aereo non è che ci si può scusare con “sono cose che possono capitare”, tutti coloro che lo fanno volare hanno il DOVERE di fare in modo che non cada.

      E se cade è giusto che ne paghino le conseguenze.

      • Giorgio Cavurro

        hai ragione ma come hai detto tu la caduta di un aereo non è un avvenimento che si può prevedere succede e basta, e la stessa cosa e successo a wind/infostrada

  • Giuseppe Mastroianni

    caso 1)Ho pagato per 4 anni con un’ adsl 7 mega con Telecom e ho sempre utilizzato una connessione a 640Kbps! La loro giustificazione è sempre la stessa : tu sei nell’area “digital divide” quindi non hai diritto alla 7 mega però devi pagarla!

    caso 2) Ho acquistato un telefono LG da circa 3 settimane e da 2 settimane il telefono è già in assistenza e chiamando l’assistenza mi viene comunicato sempre che il telefono risulta in riparazione (grande scoperta) nessuna informazione su tempistica o stato riparazione!
    caso 3) Sono stato truffato con l’acquisto di un cellulare su ebay e l’unica tutela di ebay è consigliarmi di cambiare password periodicamente perchè hanno subito un attacco hacker quindi anche loro sono vittime e se voglio posso fargli causa e sarà il tribunale a decidere chi deve risarcire chi! Magari comunicare subito a tutti i clienti di aver subito un attacco e quindi prestare maggiore attenzione quando si fa un acquisto! Non difendo Wind ma in ogni caso non è così grave come vogliono farla sembrare e se vogliono veramente condannare Wind devono d’ora in poi tutelarci davvero da tutti!

  • Giuseppe

    Salve,

    secondo me è esagerato, ma se il danno è dovuto alle tempeste solari:
    http://www.examiner.com/article/shockwave-solar-flare-may-hit-earth-today-possible-blackouts-communications?

    credo si addirittura fuori luogo dato che difficilmente la causa è imputabile alla società di comunicazione.
    Se un treno deraglia per un terremoto chiedete il risarcimento?

    Non so,anche se capisco i disagi, sembra esagerato anche il comportamento degli Italiani, quando c’è stato il blackout Nazionale della ENERGIA ELETTRICA non ho sentito tutti questi commenti rabbiosi…forse perché si parlava di ENEL? azienda Italiana? o forse oggi si tende ad esasperare ed esagerare un pochino…

    Ciao,
    Giuseppe

  • tecnologiaperta

    quanto ci daranno?

  • firefox82

    ma qualcuno ha capito cosa cavolo era successo? Ho sentito parlare di tempeste solari, mi sembra un pò ridicolo.

    • Theo

      Ormai catastrofisti e complottisti non se ne lasciano scappare una: fosse stata una tempesta solare avrebbe colpito tutti, non solo Wind.

      • firefox82

        Eh infatti, per quello che mi sembra ridicolo

  • Antonio-li

    ho avuto problemi con Wind, credevo che avesse qualcosa il mio cellulare sgs4, con la connessione e l’abbonamento da 10€, ok vi sembrerà una cosa da niente invece mi hanno recato danni, io che ormai con il telefonino faccio quasi tutto. Credo che sia giusto che ognuno venga risarcito per i danni che a subito con questa compagnia, che io ritenevo migliore.

    • vodafone è la migliore.

      • Paolo

        Forse si ma paghi il triplo

      • FCava

        considerando che quando hanno tolto l’autoricarica hanno cambiato d’ufficio la tariffa con quella che volevano loro, non mi paiono tanto diversi a livello di comportamento… Wind mi ha tenuto la tariffa in lire fino a 3 anni fa, quando l’ho cambiata io.

        E’ più stabile come velocità di traffico dati ripetto a wind, quello si.

      • salvo che poi ti cambiano le condizioni del contratto senza la tua autorizzazione…

  • Michael

    Vedremo se con questo risarcimento si deciderà a migliorare le prestazioni del loro servizio!

  • Ale525

    Questa non è la prima volta che i clienti di Wind/Infostrada restano “vittime” di un tale evento, quindi la cifra da pagare mi sembra adeguata, a condizione che, con questa, vengano risarcite le vittime stesse!

  • Alex

    In passato sono stato cliente Telecom: non so quante volte ho dovuto cambiare quel maledettissimo modem Alice a cui ogni poche settimane “implodeva” il tastino per l’accensione, costringendomi ad una notevole perdita di tempo per la sostituzione, senza considerare il carburante buttato per attraversare ogni volta mezza città ed il disagio di non poter utilizzare internet. Vogliamo poi parlare della linea che improvvisamente spariva senza alcun spiegazione logica (telefonica e/o internet)?! E quando da quei fetentissimi 6/7 Mb scendeva a poche centinaia di Kb?!
    Sono stato cliente Telecom anche su mobile (TIM) ed un bel giorno mi sono ritrovato entrambe le schede disattivate senza alcun preavviso. Su quest’ultime avevo € 5/6 per scheda ed il giorno prima avevo ricaricato entrambe di € 10.
    Adesso sono cliente Infostrada su fisso e Wind su mobile. I 6/7 Mb son sempre gli stessi, ma almeno non vanno via ogni poche settimane. Il modem che mi è stato inviato gratuitamente (Wi-Fi) non mi ha MAI dato problemi. Inoltre, risparmio € 10 al mese sulla bolletta. Su mobile pago € 7 al mese per 300 minuti, 300 SMS e 2 GB e, anche se il 3G non è eccelso, la linea internet ha sempre funzionato (quasi sempre a buone velocità, permettendomi di navigare, scaricare qualche file, vedere dei video e fare anche delle videochiamate con Hangouts in maniera assolutamente fluida), mentre la linea telefonica, per il momento, mi ha sempre permesso di chiamare senza problemi, ovunque io mi trovassi.
    Detto ciò, ieri il blackout della mia linea internet è durato 15 minuti, la linea telefonica ha funzionato tutta la giornata, mentre sul telefonino non ho avuto problemi. Nel mio caso, quindi, è difficile parlare di disagio, ma capisco chi si è trovato totalmente tagliato fuori dal mondo. Nonostante la mia totale comprensione nei confronti di tali clienti, trovo assurdo chiedere ad una società un tale risarcimento, non soltanto perché, come il mio esempio della Telecom dimostra, non è l’unica a procurare disagi ai propri utenti (anzi, per il momento, almeno a me, è quella che me ne ha procurati meno), ma anche perché, alla luce dei problemi finanziari che tale azienda sta attraversando, è davvero un’assurdità infierire in tal modo. L’Italia già non è un gran luogo in cui investire, la politica è infinitamente brava nel far fallire aziende di ogni tipo ed il periodo storico è quello che è; non contribuiamo anche noi a tutto ciò, per una giornata senza linea.

  • Simone Circeo

    Io quando ho un contrattempo e non posso pagare perdo il servizio. E’ giusto che ora loro risarciscano, senza se e senza ma. Avere un contrattempo non è una scusa valida, visto che loro non hanno alcuna pietà.

    • Theo

      Ti staccano il servizio e ti fanno pagare pure la mora, però poi quando sono loro (le aziende) a doverti ridare i soldi non calcolano nemmeno gli interessi che amano tanto, quando devono riscuotere.

  • serena

    Io credo sia giusto che la wind in qualche modo risarcisca tutti anche solo simbolicamente con una ricarica da 10 euro un modo come un altro x fare le sue scuse perché come altri hanno detto puo capitare a tutti

  • Umberto Carpio

    Ma la causa secondo voi può essere stata la tempesta Geomagnetica dovuta da un Flare solare? ho letto in rete che nello stesso giorno del blackout c’è stata una tempesta solare che ha messo K.O satelliti e alcuni sistemi di comunicazione

  • tonyovr

    Allora purtroppo è vero può succedere a tutti una cosa del genere e non c’è l’ho con wind però comunque per persone come me che con la rete mobile ci lavorano giorno per giorno stando in giro e improvvisamente vedere che il proprio smartphone non si connette ad internet non è nemmeno normale come non è normale che delle mail importanti che dovevo ricevere nell’arco della giornata mi sono arrivate stamattina quindi wind dovrebbe prendere in considerazione di risarcire chi veramente per colpa sua ha buttato una giornata nel cesso

    • FCava

      quando si ha estrema necessità di lavorare, sarebbe buona cosa avere una sim di riserva, anche una semplice ricaricabile per tamponare. Per il discorso mail, dipende se il dominio era infostrada o meno

  • rev3al

    Io sono stato senza la linea adsl di telecom per una settimana, quanti milioni mi spettano? O__ò

  • Si forse 1miliardi è un po tanto a mio parere, i danni li ha fatti si, ma sono stati veloci(?) a sistemare, o almeno hanno fatto quello che potevano

  • clf89

    Bha io posso capire se un’azienda chiede i danni, ma ad un utente privato che gli cambia.

  • Saro

    Penso che “capo espiatorio” non se pò sentì. Assumete un correttore di bozze.

    • Ops, sistemato. :)

      • Saro

        Commento semiserio, non volevo fare il prof.

        • Nessun problema, non ti preoccupare. Può capitare che una “r” si perda per la strada. :P

  • bozzolo

    Ciao, sono cliente Wind Infostrada sia con il fisso che con 3 linee mobili, ieri è stato come tornare indietro nel tempo, ma non mi sono permesso di chiamare il servizio clienti, perchè penso che un guasto possa capitare a tutti e posso immaginare come sia stato oberato di chiamate . Sono rimasto “isolato” dalle 11 alle 16 circa. 1 miliardo di euro sembra veramente eccessivo, certo sarebbe un ottima ricetta che Wind riconosca ai propri clienti uno sconto sulla prossima fatturazione e/o ricarica così da “ripagare” chi ha avuto disagi reali e risarcire anche chi non ha potuto pubblicare selfie o che ha frequentato 4 volte il bagno ma non ha potuto condividerlo con il mondo intero, ma 1 miliardo di euro mi pare una cifra esagerata

    • Simone Circeo

      Ma perché se io ho un guasto e non posso pagare la fatturazione/ricarica mi staccano IMMEDIATAMENTE il servizio? Come loro non hanno alcuna “Pietà” con noi, è giusto che essi pagano.
      Se io lavorassi con il cellulare, hai idea di che danno avrei sofferto nella giornata di ieri? Quanti clienti avessi perso? E se mi fossi sentito male, se fossero venuti i ladri ecc. e non potevo neanche fare le chiamate di emergenza!?!?

      • Nicola Gentilin

        Se tu non paghi il servizio il contratto prevede la sospensione del servizio.
        Se invece c’è un guasto, soprattutto con i contrattini adsl+fonia da 30euro, non ti puoi lamentare. Se vuoi una sla di poche ore devi pagare, ma in caso di guasti gravi sei fregato lo stesso: ecco perché le aziende che non possono permettersi di restare isolate hanno sempre una o due connessioni di backup (su tecnologia diversa possibilmente, es rame/aria)
        (e infatti in azienda la connettività della sede mi costa 1000eur/mese, mentre le ADSL 4mega delle filiali mi vengono 150eur. Da aggiungere il traffico voce ovviamente. Eppure qualche volta siamo restati isolati anche noi qualche ora)

      • FCava

        se tu lavorassi con il cellulare ed avessi estrema necessità di connettività, non avresti una sola sim (e probabilmente un solo cellulare). Se ti rubassero il cellulare o si guastasse un ripetitore nella zona, chiederesti i danni lo stesso? Per il discorso emergenza, hai ragione, ma anche con telecom succedono queste cose, con teledue, con tiscali (ho avuto un cliente con la mail di lavoro di tiscali con l’invio bloccato per due mesi… abbiamo fornito un invio provvisorio su un altro dominio). I problemi capitano

        • Simone Circeo

          Se io le chiamate non dovessi farle (per la quale avessi 2/3 sim) ma riceverle, per cui sarei io a vendere il prodotto, posso avere anche 24504023453patate sim ma il numero è uno, sul sito non posso mettere 234 numeri. Se io ho un problema invece? Me la staccano subito!

  • gw

    ma ai clienti wind che gliene tornerebbe? lo sconto di 2cent sulla prossima ricarica?

  • pigreco

    Le associazioni di consumatori, invece di svegliarsi dal loro sonno una volta l’anno per sbranare la preda ferita, dovrebbe combattere tutti gli altri 364 giorni dell’anno contro chi sistematicamente “abusa” dei diritti dei consumatori.

  • raffaele

    Ma il motivo del black out si conosce?

    • non hanno dato nessuna comunicazione in merito, e questo mi fa pensare che ci sia sotto qualcosa di ben più umano della tempesta solare

  • le0maz

    Siamo sempre pronti a puntare il dito in Italia, sono cose che possono succedere come succedono i black out nelle megalopoli… Non credo che un giorno senza rete abbia causato licenziamenti o perdite sui lavori. Smettiamola su che scommetto che le lamentele provengono da quelli che non hanno potuto passare la loro giornata su facebook a fotografarsi…

    • LuigiPh

      Infatti sono solo quelle le persone che si sono lamentate e ne ho sentite parecchie. Altri erano in preda ad isteria, gente che mi chiedeva a che operatore passare..come se poi la portabilità gliela dessero il giorno stesso.
      Io semplicemente ho avvisato con un’altra sim chi dovevo avvisare e ho preso un appuntamento ricordando a quella persona che sarei stato in quel posto a quell’ora ad aspettarla, come si faceva anni fa, e la gente si incontrava comunque.

      • le0maz

        E’ veramente una vergogna, io ho infostrada e fino al pomeriggio non ha funzionato nè il telefono fisso che la rete internet ma non ho nemmeno contattato il servizio clienti dato che poverini , mi son messo nei loro panni e saranno usciti matti a sentire le lamentele della gente che usa internet per giocare a candy crush saga o impicciarsi dei fatti degli altri su facebook…

        • asdlalla2-la vendemmia

          Ma stare un po’ di tempo senza internet provoca cosi tanta rabbia nei confronti della gente ??
          Mah..

          • le0maz

            A quanto pare si… la società moderna è questa. Bello schifo.

    • MaxArt

      Ti sbagli, la reperibilità è una caratteristica importante per molte professioni. Non avrà forse causato licenziamenti, ma danni economici senza alcun dubbio.

      • FCava

        prendere una sim ricaricabile di emergenza? Se uno fosse bloccato in una zona dove wind non prende (ma tim/vodafone si), cosa fa? si suicida?

        • MaxArt

          Il problema non è *reperire* ma *essere reperito*. Una sim presa per l’occasione non serve, e comunque non risolve il problema delle linee telefoniche fisse.

          • FCava

            Io ho 2 cell e 2 sim. Per chi devo essere reperibile, ho lasciato entrambi i numeri. Semplice

        • non so se ti è sfuggito ma il problema non si è limitato alla sola reperibilità delle sim, ma anche una miriade di servizi che NON sono legati a Wind e Infostrada e a causa della mancanza delle portanti sono andati in tilt, dai siti web ai servizi online delle pubbliche amministrazioni.

          • FCava

            i siti in questione erano in hosting su infostrada?I siti che non erano raggiungibili per via della mancanza di
            connettività wind/infostrada, erano raggiungibili con altri operatori?
            Le aziende in questione avevano solo la connettività con infostrada o, cosa che dovrebbero fare tutte le aziende che necessitano di connettività continua, dovrebbero (come già detto da un “collega” in un’altro post) avere almeno un sistema di backup su un’altro tipo di tecnologia e configurare correttamente i record nei dns per garantire la raggiungibilità. Spesso ci si dimentica che le cose andrebbero fatte in un certo modo (e cioè bene, e non a caso) e, per eventuali problemi che si presentano danno la colpa ai problemi degli altri.

          • i siti in questione non avevano hosting infostrada ne’ connettività infostrada, sono andati giù perché sono andate giù le portanti della connettività gestita da infostrada, e su quelle non centrano niente i DNS perché l’instradamento attraverso le infrastrutture di rete è casuale

            ti invito a leggere gli approfondimenti su hwupgrade e sul forum: il down di infostrada non si è limitato ai suoi clienti ma ha reso irraggiungibili per ore molti servizi che con infostrada non centravano niente

            tralasciando i piccoli hosting, le webfarm grandi come Inet ottengono la connettività tramite portanti con grande banda perché devono gestire e mantenere online centinaia di migliaia di siti

            Si tratta di contratti che non centrano proprio niente con quelli che noi stipuliamo con infostrada, Vodafone & co, e viene appunto garantita la connettività e la banda passante proprio perché non ci si può permettere che “vadano giù”

            la tua stessa proposta di trasferire tutto cambiando i dns è assurda: ci sono siti che gestiscono database grandi decine di GB che non possono essere trasferiti da una webfarm all’altra in due minuti, ne’ tantomeno possono essere tenuti online su due server diversi contemporaneamente perché non si potrebbe sincronizzarli.

            Nel caso di inet ad esempio il tutto viene gestito in due edifici separati, alimentato da due linee elettriche diverse di cui una proveniente dalla francia per evitare blackout, ed addirittura con due generatori diesel che sono in grado di mantenere attiva la farm per due giorni

            Quello che si fa solitamente è avere un dump del database scaricato in locale oppure mantenere attive delle macchine o delle VM, ma sono sempre nella stessa webfarm proprio perché NESSUNO si aspetterebbe che possa venire a mancare la connettività a un livello così ampio, è assurdo!

            nel mio caso non ho avuto grossi problemi perché ormai da due anni ho trasferito tutto presso la webfarm Hetzner in Germania, ma quello che vorrei far capire è che il problema di questo down non si può ridurre a “tanto può succedere”: NON DEVE succedere, punto

            e qui non si tratta di scaricare la colpa ad altri, ma proprio di assumersi le proprie responsabilità su cosa è successo

  • LuigiPh

    Cifra spropositata, basterebbe risarcire il danno accreditando (o scontando dalla bolletta) i soldi che quell’utente avrebbe speso in telefonate, messaggi o internet in quelle ore
    PS: dice “il capro espiatorio”

    • come detto sopra, il problema non si è limitato alla sola mancata reperibilità dei numeri wind e infostrada, ma anche una miriade di servizi che NON sono legati a Wind e Infostrada e a causa della mancanza delle portanti sono andati in tilt, dai siti web ai servizi online delle pubbliche amministrazioni.

  • Pingback: Wind dovrà risarcire 1 miliardo di Euro per il black out del 13 Giugno: non sarà troppo? - RSS News.it()

Top