WattUp: ricarica wireless fino a 4,5 metri di distanza?

wattup

La tecnologia riguardante la ricarica Wireless è in continua evoluzione, ed ora una nuova, interessante soluzione potrebbe arrivare da Energous, una compagnia operante nel settore.

La tecnologia WattUp, messa a punto dall’azienda, si propone di offrire una ricarica Wireless fino a 4,5 metri in qualsiasi direzione dalla sorgente. Grazie ad un dispositivo che raccoglie il segnale e lo converte in energia utilizzabile per la ricarica, WattUp si propone come un valido prodotto che consente di ricaricare i vostri terminali anche a distanze più consistenti.

Per far sì che questa tecnologia funzioni al meglio, Energous ha bisogno che i produttori di smartphone e dispositivi mobili implementino questa funzionalità direttamente all’interno dei loro prodotti.  Proprio per questo, la compagnia mira a concedere WattUp in licenza a numerosi produttori. Fino ad ora, Energous dispone di 7 soci, di cui 5 sono stati resi pubblici.

Ma come funziona questa nuova tecnologia? Essenzialmente, WattUp trasmette l’energia over-the-air, che viene a sua volta convertita in una carica DC dal convertitore. Inoltre, essa lavora su banda ISM senza licenza Wi-Fi tra 5.7 GHz e 5.8 GHz e utilizza i trasmettitori a frequenza aperta per ottemperare alle norme della FCC sulle interferenze con altri dispositivi.

WattUp utilizza anche una connessione Bluetooth tra il trasmettitore e il ricevitore, in modo da ricercare i dispositivi vicini e dirigere le onde verso una direzione precisa. E’ inoltre possibile decidere quando ricaricare i vostri terminali tramite un’applicazione dedicata.

Ora, qualcuno si starà sicuramente domandando se tutto ciò non possa danneggiare la nostra salute. WattUp dispone di centinaia di antenne nei trasmettitori e circa 10 nel ricevitore, ognuna di esse in grado di trasmettere microwatt di potenza. Il segnale è distribuito in maniera uniforme, costituendo un pericolo per la salute all’incirca pari a quello rappresentato dal vostro smartphone.

Energous presenterà un prototipo di WattUp a Gennaio 2015 ed entro Novembre dello stesso anno saranno rilasciati sul mercato i primi prodotti dell’azienda. Voi utilizzereste questa nuova tecnologia?

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Simone Bervicato

    Tecnologica che non potrebbe neanche essere messa in commercio! Il perché è molto semplice la banda ISM Non può essere usata per uso commerciale…

  • Gigi

    Praticamente una rivoluzione, lo comprerei domani stesso :D

  • Bigons

    Potrebbe essere un plus per certi luoghi ( bar, e locali vari ) ricarica wi fi il cell. mentre bevi lo spritz ….
    A parte gli scherzi .. se non farà la fine del finto WiFi free … potrebbe diventare interessante per tanta gente che ha più terminali in casa

    • Gigi

      cosa intendi per finto wifi free?

      • Bigons

        Mi collegavo ad un vecchio post dove si discuteva dei WiFi Free. All’estero sono gratis … tu arrivi .. trovi il segnale e ti colleghi. In Italia devi cmq registrarti … poi è free però devi registrarti, aspettare la pwd via sms, impostarla e poi navigare. Il tutto abbastanza scomodo …

  • anvl

    e con le emissioni elettromagnetiche???

  • lorenzo

    Rischi per la salute?

    • Apocalysse

      Usa il principio della ‘risonanza magnetica’, niente a che vedere coi principi tradizionali di diffusione nell’etere.

    • Marco Raffaelli

      ma finire di leggere un articolo !?

      • Apocalysse

        Io l’ho letto, ma tu penso di no.

        • Gigi

          leggere e capire sono due cose differenti

          • Apocalysse

            Mi sa che quello che non ha capito, non sono certo io e non mi stupirei se il 90% della gente non avesse capito come funziona a meno che non pensiate che basti usare UHF e una banale antenna per trasferire energia a cosi “grande” distanza … provateci e vedrete che non funzionerà una cippa senza la “risonanza magnetica”.

Top