USB Type-C nei primi hands-on

USB-Type-C-4

Se ne è parlato molto in questi ultimi mesi, ma finora non ci sono state fotografie reali di connettori USB Type-C, il nuovo standard la cui principale caratteristica è quella di essere (finalmente) reversibile. I colleghi di Ars Technica hanno avuto occasione di incontrare alcuni rappresentati dell’USB 3.0 Promoter Grop e dell’USB-IF (Implementer Forum) e di toccare con mano alcuni dei primi connettori usciti dalle fabbriche e ne hanno tratto molte informazioni interessanti.

Nell’incontro con i rappresentati è emerso che “alcuni stanno cercando di mettere questi prodotti sul mercato prima della fine dell’anno”, afferma Saunders dell’USB 3.0 PG, ma non sono stati fatti nomi. Possiamo dunque aspettarci un arrivo in tempi brevi del nuovo standard, che porta numerose novità:

  • USB 3.1, che porta la velocità complessiva a 10Gbps (il doppio rispetto a USB 3.0);
  • possibilità di fornire fino a 100W di potenza, sufficienti – ad esempio – a caricare i notebook;
  • negoziazione del flusso di corrente, che permette di caricare lo smartphone dal tablet o viceversa senza doversi preoccupare del verso del cavo;
  • possibilità di fornire modalità alternative di operazione che permettono di far funzionare periferiche che richiedono modalità differenti di connessione come il PCIe;
  • durata di amleno 10’000 cicli di inserimento e disinserimento;
  • dimensioni pari a 8.4mm per 2.6mm (contro, ad esempio, ai 7.7 x 1.7mm di Lightning di Apple e ai 6.9 x 1.85mm di micro-USB);
  • i primi tempi ci saranno cavi per connettere prodotti con presa USB A (quella grande attuale, per intendersi), successivamente ci saranno solo connettori di tipo C su entrambi i lati.

Ci sono numerosi vantaggi rispetto all’attuale standard micro-USB, ma ci sono anche degli svantaggi: “un connettore reversibile richiede più gate e più silicio per essere prodotto,” ricorda Saunders, “e quando porti una nuova tecnologia alla catena produttiva, se hai da progettare un sacco di nuovi pezzi, è abbastanza importante. Ma nel lungo termine gli utenti avranno un’esperienza migliore”.

Ravencraft, dell’USB-IF, ha fatto presente che “la cosa davvero bella è che il consumatore non perde mai davvero il suo investimento su alcun prodotto USB. Le persone amano USB perché semplicemente funziona. È un investimento sicuro e funziona con tutto.” Non potremmo essere più d’accordo.

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Pingback: In arrivo uno smartphone Xiaomi con connettore USB Type C - Tutto Android()

  • arialblack

    Quanti cicli dura quello attuale?

  • Angelo Mantellini

    la parte elettronica al centro della femmina mi lascia perplesso.
    mi sa di qualcosa che si possa rompere.

  • Francesco

    Ma perché sono così coglioni da non capire che un modello di aggancio così è troppo fragile. Apple non ha insegnato nulla?

    • Enzo Indulgenza

      Guarda che è uno dei standard più di successo……….

      • Francesco

        E chi dice il contrario

    • Moderiamo i termini, per cortesia. Grazie.

      • land 110

        a parte i termini é la realtà quella descritta
        tu che sei piu esperto
        quale differenza da di velocità con il cavo propietario apple?
        grazie

        • USB Type-C usa lo standard USB 3.1 che offre velocità fino a 10Gbps, Apple è ferma al palo con USB 2.0 che offre velocità fino a 480Mbps. Quindi questo cavo offre una velocità di trasferimento dati di più di 20 volte quella offerta da Lightning.

  • Pingback: USB Type-C nei primi hands-on - RSS News.it()

Top