Qualcomm presenta la nuova generazione di processori Snapdragon

Tutti conoscono l’ormai arcinoto SoC (System on Chip) nVIDIA Tegra 2, così come molti conoscono il successore: il SoC con processore quad core noto con il nome in codice “Kal-El” e chiamato non ufficialmente Tegra 3. Quest’ultimo sarà il primo processore quad core con architettura ARM destinato al mondo mobile, ma spetterà a Qualcomm la corona per il primo processore realizzato con processo produttivo a 28nm. Questa riduzione delle dimensioni permetterà di avere più potenza di calcolo con meno richieste energetiche, ovvero permetterà di fare più cose (e meglio) di quanto sia possibile oggi – il tutto conservando più batteria.

Qualcomm ha annunciato che i primi campioni della nuova generazione di SoC Snapdragon saranno distribuiti a Giugno, e la loro disponibilità è attesa per la fine dell’anno. La novità principale di questi nuovi processori sta nella nuova microarchitettura Krait, che va a sostituire l’ormai vecchia microarchitettura Scorpion usata per le prime due generazioni di Snapdragon. La nuova microarchitettura sarà in grado di offrire frequenze di funzionamento fino a 2,5GHz per ogni core, che potranno essere fino a quattro, garantendo fino al 150% di prestazioni in più con il 65% di consumi in meno rispetto all’attuale generazione di microprocessori con architettura ARM. Anche il comparto video verrà aggiornato alla nuova GPU Adreno 225, che potrà variare tra 2 e 4 core e garantirà quattro volte le prestazioni della generazione corrente. Per la “fascia alta” sarà disponibile anche la GPU Adreno 320, capace di garantire delle prestazioni ben quindici volte superiori alle attuali. Tutta questa potenza garantirà la possibilità di utilizzare schermi che supportano il 3D stereoscopico. Le proposte varieranno tra il SoC single core MSM8930, il dual core MSM8960 e il quad core APQ8064.

Il primo processore a vedere la luce sarà l’MSM8960, che si dice potrà essere utilizzato da HTC per un dispositivo in uscita nel periodo di Natale; questo processore conterrà due core asincroni che possono essere gestiti indipendentemente per garantire la massima efficienza, avrà il supporto a memorie LPDDR (Low Power Double Data Rate) ed integrerà al suo interno un modulo 3G/LTE oltre ai classici Bluetooth/WiFi/GPS/radio FM.

Nei primi mesi del 2012 Qualcomm comincerà la distribuzione dei primi campioni dei processori MSM8960 e APQ8064, che probabilmente non arriveranno sul mercato prima dell’inizio del terzo trimestre 2012 (ovvero, Giugno).

Le prestazioni che questa nuova generazione di processori garantirà saranno sufficienti a pareggiare quelle delle console da gioco dell’attuale generazione, compresa la PlayStation 3 con il suo “superprocessore” Cell. La grande forza di questa tipologia di processori sta nella grande capacità di calcolo unita alle relativamente basse richieste energetiche (ricordo che un Tegra 2 richiede appena 4W per l’intero sistema processore/RAM/chipset/moduli di comunicazione), caratteristiche che stanno diventando ancor più importanti con i recenti sviluppi. La riduzione del processo di produzione va poi ad impattare positivamente sia sulle prestazioni che sui consumi, poichè la minore richiesta di corrente dei chip permette elaborazioni più veloci e meno dispendiose energeticamente. Le migliorie nelle GPU permettono poi seriamente di insidiare il campo finora detenuto appieno dalle console casalinghe, visto che le GPU sono ormai in grado di gestire senza problemi videogiochi molto complessi a risoluzioni molto elevate (FullHD e oltre). Tutto ciò viene a vantaggio di noi utenti, che potremo avere strumenti sempre più potenti e sempre più utilizzabili a lungo: già attualmente è possibile utilizzare per più di una giornata i tablet (il mio Samsung Galaxy Tab dura anche 5 giorni, se usato 4 ore al giorno!), figuriamoci con la nuova generazione! Prepariamoci ad una ondata di super-smartphone e super-tablet! Voci maligne dicono che Google potrebbe pensare all’MSM8960 per il suo Nexus 3…

Per chi fosse interessato, a questo indirizzo è disponibile l’annuncio ufficiale.

[Via androidandme.com]

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

Top