Privacy Guard della CM 11 si arricchisce della funzione “Auto start”

privacy guard

Privacy Guard è una delle funzioni più interessanti della CyanogenMod, che ci permette di avere un maggior controllo sulle applicazioni e i relativi permessi. Finora potevamo gestire le autorizzazioni di qualsiasi applicazione, consentendogli o meno di accedere ai nostri dati, ma gli sviluppatori hanno deciso di potenziare ulteriormente la funzione, rendendola più completa.

A partire dalle ultime Nightly, infatti, è possibile gestire anche l’avvio delle applicazioni, scegliendo se devono avviarsi o non all’accensione del dispositivo. Questa funzione, conosciuta come Auto start, è accessibile tramite il menu Avanzate presente sotto la voce Privacy Guard e ci permette quindi di scegliere d’ora in poi quali applicazioni devono avviarsi automaticamente, fornendoci così un maggior controllo.

L’impostazione Auto start è già presente nelle Nightly da qualche giorno, ma dovrebbe essere presente anche nelle Snapshot M3 rilasciate in queste ore. Non ci resta adesso che lasciarvi ad una galleria di screenshot che mostrano la funzione in questione e Privacy Guard.

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Luca Pax

    Questo è quello che manca da sempre ad Android os, e cioè il controllo sulla sicurezza. Il gap con iOS andava colmato, ma più in generale, trasmette un senso di maggior stabilità e sicurezza all’utente. Cyanogen ha visto molto più in la di Google. (magari con lo zampino di Samsung?)

    • Giovanni

      Forse perchè ad un uttente medio non interessano queste cose, percui perchè investire in ricerca e programmazione di parti di android che verranno utilizzate da una minor percentuale di uttenti? Tanto quella minor percentuale di uttenti sono capaci di flashare e rootare. Proprio per questo Google fornisce gratuitamente tutti i codici sorgenti, cosi che Cyamogen,Aosp e cosi via possano modificare, correggere ed implementare ciò che manca. Non capisco cosa centra Samsung in questo caso. L’unica marca con cui non viene invalidata la garanzia flashando e rootando è LG.

      • Luca Pax

        Guarda Giovanni, il discorso sicurezza riguarda tutti, quello di cui parli tu, e cioè la sicurezza ATTIVA, sono d’accordo con te, può diventare complicato per alcuni. Proprio per questo va semplificato più possibile, è uno sforzo che va fatto cmq. L’esempio iOS calza perfettamente, perché consente di gestire pochi parametri, ma vitali, per la sicurezza.

  • ivan

    questa funzione,nella MIUI, è disponibile già da molto tempo!

    • Gigi

      Oh Madonna, anche qui!

Top