Malware: il 79% colpisce Android

Malware-Android-2882013

Android è il sistema operativo mobile più minacciato dal malware tra quelli in commercio: ben il 79% dei programmi malevoli, infatti, colpiscono il robottino verde. Il più vicino “concorrente”, Symbian, si ferma al 19%. Il rapporto, stilato dal Department of Justice e dal Department of Homeland Security statunitensi, dipinge un quadro impietoso.

Tra le altre piattaforme concorrenti troviamo iOS con lo 0.7%, Windows Mobile e BlackBerry con lo 0.3% e altri con lo 0.7%. Il problema principale di Android non è solo la sua diffusione e la sua apertura, ma anche la presenza di numerosi smartphone non aggiornati e quindi esposti agli attacchi. Il problema, tuttavia, è più limitato di quanto sembri.

Il fatto che il 79% del malware sia per Android non significa affatto che il 79% dei dispositivi sia infettati e, anzi, il numero di dispositivi con problemi di malware è piuttosto basso e limitato. La principale fonte di malware è infatti il download di software da fonti non affidabili (ad esempio giochi e programmi crackati). Molti, infatti, non controllano i permessi delle applicazioni in fase di installazione e pertanto spalancano le porte al malware.

Il problema è, come spesso accade, l’utenza disattenta e senza voglia di imparare a gestire correttamente il proprio dispositivo – esattamente come accade nel mondo PC. Al di là di facili “accuse” e recriminazioni, su Android è estremamente semplice controllare cosa può e cosa non può fare un’applicazione e, pertanto, invitiamo come sempre gli utenti a fare molta attenzione quando si installa software da fonti non ritenute più che affidabili.

Tra le fonti di cui ci si può fidare ricordiamo: Google Play, Amazon App-Shop, Samsung Apps, LG AppStore e tutti i market alternativi dei produttori, GetJar.

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • belloni90

    utilizzo android dalla versione 2.1 fino alla 4.3 c’è stato un periodo che ci smanettavo da morire tra applicazioni prese da web ed altro, ma mai un virus, niente di niente, però ora preferisco acquistare app dallo store, per 89 centesimi ogni tanto non si muore (per fare l’esempio delle app..)…

  • picomind

    Potete dire di tutto ma io l’unico malware che ho preso e stato Savage Knife scaricato da Google Play dopo un mese e stato eliminato dal GPlay e nessuno ha avvisato nessuno, neanche un email cosa molto semplice per google a tutti coloro che hanno scaricato una determinata app, l’ho saputo solo dopo varie segnalazioni da voi o collegi e vi ringrazio per questo.
    Era un giocho con 5 milioni di download e aveva una media di 4.5 stele e 5000 recensioni da 5 stelle. Me lo ricordo bene perché ho dovuto cancellare tutto a cambiare un sacco di password.

    Per quanto riguarda i permessi delle app non e che ti lasciano una grande scelta, la maggior parte delle app ti chiede permessi anche non consoni al uso di quella app (solo ultimamente stano diventando più attenti o meno furbi) poi non poi dire a tutti (esempio la mia ragazza) stai attenta ai permessi.

  • jajacq

    Bah, quasi ogni mese salta fuori una notizia come questa, poi ci sono quelli che si fermano al titolo e cominciano a infangare android sparando minchiate…E’ risaputo che la possibilità di scaricare app esterne può anche essere un rischio, ma se ci pensiamo bene per gli utenti dediti al modding questa cosa non è un problema, e per le persone “principianti” nemmeno, visto che è già bello se sanno cos’è un apk figurati andare a deflaggare l’opzione delle sorgenti sconosciute e installarne uno…Chi lo fa senza sapere cosa sta facendo si deve assumere le proprie responsabilità, la colpa non è certo di android anzi…

    • Vincenzo Signoriello

      Condivido tutto quello che hai scritto.

Top