Jolla toglie i veli da Sailfish OS

sailfish-640

Purtroppo MeeGo è morto con l’annuncio del Nokia N9, il primo nonché unico smartphone ad essere dotato di tale sistema operativo. Per fortuna il team che si occupava dello sviluppo di MeeGo e dei prodotti collegati in Nokia ha deciso che il frutto della collaborazione tra Nokia e Intel non dovesse morire ed ha fondato Jolla, una startup che porterà nuovamente MeeGo in auge col nome di Sailfish OS.

Basato su Mer, il nuovo sistema operativo è ancora in lavorazione ma mostra già di poter competere con i grandi nomi. Come già nell’implementazione di Nokia troviamo una UI gestita prevalentemente con gesture. Ciò significa che non ci saranno tasti fisici o virtuali come su Android, ma solamente gesti da compiere sullo schermo per navigare tra le schermate.

Jolla ha davanti una sfida non da poco nel raggiungere il successo. Una sfida che, però, potrebbe essere resa più facile sia dalla collaborazione stretta con gli operatori telefonici sia dalla presenza di un interprete Android all’interno del sistema. Se Jolla riuscirà a mantenere fede ai piani dovrebbe essere in grado di presentare il proprio smartphone entro il secondo trimestre del 2013.

Il seguente è un video hands-on che, sebbene frutto di una serie di tagli e non perfettamente ripreso, rende bene l’idea di quello che ci si può aspettare da questo sistema operativo.

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • @devis petrone Se leggi la notizia trovi “lla presenza di un interprete Android all’interno del sistema”

  • Devis Petrone: perchè non hai letto l’articolo :)

  • Come Bada sarà un nuovo fallimento nella lista… quello che certe società non capiscono è che alla fine ne resteranno solo due: Android ed iOS. Con la crisi le aziende non investono migliaia di Euro/Dollari in sviluppatori per ciascuna piattaforma che è completamente diversa dalle altre e del tutto incompatibile quindi richiede la ri-scrittura di buona parte del codice sorgente. Lo sviluppa solo per gli iPhone… per Android… se ha un po’ di budget in più per Windows Phone… e se è un prodotto aziendale magari anche per Blackberry. Stop.

  • ma se è un nuovo sistema operativo perché a 0:50 si vede android?

  • * linkato

    PS: solo a me lo lo stile trasparente delle finestre che vengono mostrate nel video fà venire in mente la possibilità di utilizzo di questo OS su ipotetici display trasparenti?

  • Il video è linakto due volte, Riccardo (:

    • Riccardo Robecchi

      Grazie della segnalazione. Errore nella gestione dei link con GPaste ;)

Top