Facebook introduce la funzione “Safety Check”, per far sapere a tutti se siamo in salvo in caso di emergenza

facebook

Solamente pochi giorni fa è successo a Genova, dove una bomba d’acqua ha colpito la città: le emergenze, che siano terremoti, alluvioni o altro colpiscono ormai troppo spesso, e in quei casi uno dei primi pensieri che possono passarci per la testa è sapere se le persone a noi care stanno bene, se sono in salvo.

Facebook, il più grande social network del pianeta, ha deciso di aggiungere una nuova funzione, chiamata Safety Check: con un semplice aggiornamento di stato, possiamo far sapere a tutti che siamo in salvo, in modo decisamente più veloce delle usuali chiamate o messaggi.

Ma come funziona? Se ci troviamo in una zona colpita da un disastro naturale, ad esempio, e attiviamo questa funzione, Facebook andrà a richiederci alcune informazioni, come la nostra condizione, e ci darà la possibilità di aggiungere altri nella lista delle persone in salvo. In più, le persone con Safety Check attivo, riceveranno una notifica che gli comunicherà che voi siete in salvo.

Safety Check sarà disponibile sia nella versione mobile che in quella desktop, e qui sotto potete vedere il video di anteprima. Che ne pensate di quest’ultima trovata di Facebook?

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Pingback: Facebook Safety Check adesso è attivabile dagli utenti in caso di necessità()

  • Lorenzo

    Se durante un’alluvione hai tempo e mezzi per andare su facebook secondo me non hai particolari problemi.

    • mtvittori

      più che altro una persona normale la prima cosa che fa in una catastrofe naturale è controllare che tutto sia apposto, non scrivere su facebook che lui è salvo

      • Erica

        Si vede che non siete mai stati coinvolti in un disastro. Ho subito il terremoto in Emilia e la seconda cosa che ho fatto dopo esserci mesi in luogo sicuro è stato controllare cosa stava accadendo, che portata aveva l’evento e se amici e parenti stavano bene. I social network, Twitter in particolare con la sua velocità, sono stati i più rapidi a darmi queste notizie.

        • Francesco Celadini

          concordo pienamente anche perché se non chiami al telefono nel secondo successivo per vedere se le persone stanno bene l’unico mezzo è facebook/whatsapp per contattare le persone e twitter per informazioni

          siti tipo ansa e simili vanno down quasi immediatamente e le telecomunicazioni wireless rimangono ma non si riesce a inviare sms e chiamate, l’unica cosa che rimane è internet lentissimo ma comunque funzionante, invece solitamente internet via cavo non risente di nulla

  • Pingback: Facebook introduce la funzione “Safety Check”, per far sapere a tutti se siamo in salvo in caso di emergenza - RSS News.it()

Top