CyanogenMod non è vulnerabile ad attacchi Man in the middle

Cyanogenmod-logo

Ce l’aspettavamo e prontamente è arrivata la risposta del team CyanogenMod riguardo alla presunta falla di sicurezza che avrebbe afflitto le sue ROM, rendendole così vulnerabili ad attacchi di tipo Man in the middle (MITM). E’ stata pubblicata nel blog ufficiale attraverso un post di diverse righe, in cui vengono illustrati alcuni aspetti.

Il team afferma, innanzitutto, che ha cercato di mettersi in contatto con l’anonimo informatore chiedendo maggiori dettagli, senza però ricevere alcuna risposta. In secondo luogo, sottolinea il fatto che il JSSE non è utilizzato nella CM 11 e quindi qualsiasi vulnerabilità colpirebbe le ROM con Android 4.3 e versioni precedenti. Continua poi affermando che non modifica in alcun modo quel particolare livello di codice e quindi significa che tale vulnerabilità colpirebbe anche Android in generale, al contrario di quanto sostiene l’articolo fonte, che afferma che la causa sarebbe CyanogenMod.

Infine, scavando a fondo, ha potuto notare che la vulnerabilità è stata resa nota ben 2 anni fa e non solo di recente come vuol far credere The Register, la fonte della notizia. Solo tanto fumo insomma, ragion per cui potete dormire sonni tranquilli e utilizzare senza preoccupazioni la CM 11 sul vostro dispositivo.

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • simone

    ma dico io, solo per far scalpore…

Top