Aptoide denuncia Google per abuso di posizione dominante con Google Play

Aptoide-620

Talvolta si raggiunge il delirio più totale nelle accuse. È questo il caso, con Aptoide che ha denunciato Google presso la Commissione Europea per abuso di posizione dominante per via del fatto che il Play Store è preinstallato su smartphone e tablet Android, mentre bisogna installare a mano app store terzi. Ci sarebbe da ridere, se non fosse una cosa seria.

Aptoide è stata fondata nel 2009 come un’alternativa all’allora Android Market, ha più di 200’000 applicazioni a disposizione (203’788, per la precisione) e si avvicina ai 900 milioni di download complessivi. Numeri che si avvicinano a quelli degli store ufficiali di appena un anno e mezzo fa. Aptoide deve la sua fortuna a due fatti: il primo è che in alcuni mercati ci sono moltissimi dispositivi non certificati da Google e, quindi, senza Play Store; il secondo è che è un riferimento per la pirateria, con moltissimi titoli a pagamento che vengono offerti gratuitamente.

Il problema sollevato da Aptoide è di varia natura. Il primo punto consiste nel fatto che Google non permette di offrire altri store da Google Play: anche Amazon, ad esempio, deve offrire il suo App-Shop sul proprio sito perché l’utente lo installi manualmente.

Paulo Trezentos, amministratore delegato di Aptoide, ha affermato che il processo di installazione delle applicazioni non provenienti da Google Play è stato alterato nel tempo per “rendere più difficile per l’utente l’installazione di software proveniente da qualunque fonte che non sia Google Play“. Un’affermazione contestabile, ma che può avere un suo senso.

Inoltre, Google ha rimosso funzionalità chiave dall’Android Open Source Project (AOSP) per inserirle  nelle sue applicazioni e nel pacchetto Google Mobile Services. Questo priva gli utenti Android della libertà di utilizzare certi servizi anche quando i terminali non sono certificati da Google o se Google smette di supportare una certa versione di Android o un certo modello.

“Gli app store possono essere molto interessanti e Google si sta assicurando il controllo al 100% di questo canale di distribuzione delle app. Usando pratiche anti-competitive, non solo danneggia i consumatori che avranno scelte ridotte e più costose, ma anche la piattaforma Android nel suo complesso.”

Trezentos afferma che “la Commissione Europea è stata molto attiva nel rilevare le situazioni di abuso di posizione dominante e credo che il nostro caso sia forte che possa aiutare la Commissione Europea a lavorare con Google per correggere queste pratiche”.

Rimane ora da vedere se la causa andrà avanti o si fermerà. La battaglia di Aptoide è giusta, ma perde di credibilità visto che il promotore tra i principali distributori di APK piratati.

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Pingback: Se non scaricate dal Play Store, i malware sono in agguato - Tutto Android()

  • Christian

    ahahahahah lol! e pensare che avevo paura di usare freedom per gli acquisti in app, ancora mi denunciano gli autori xD mo gli denuncio io perche hanno messo i crediti a pagamento xDDDDDDD

  • Enibe

    tirarsi la zappa sui piedi….

  • Ma stiamo scherzando!?

  • Michele D. Sarcina

    Certo..Google ha un suo sistema operativo su cui installa le sue app..e giustamente loro si aspettano che gli faccia anche pubblicità? ma dove vivono?..

    • Filippo Dardi

      Android è della open handset alliance, non di google

      • Jacopo verderio

        ma appartiene a Google

  • maurib

    Sembrerebbe una bagianata ma google rischia. Il fatto che sia un covo di pirati non è certo colpa di aptoide, ma degli utenti che ne fanno un uso improprio, i vari apk pirati vengono caricati dagli utenti non già da aptoide. X es se apro un blogspot e distribuiscono materiale pirata, la colpa non è certo di google…

    • Fabrizio Catena

      E’ colpa di aptoide che dovrebbe controllare quello che pubblica!

      • Christian

        APTOIDE non ne e responsabile, quindi loro lo fanno apposta cosi e tutto gratuito ed e un vantaggio per loro e per gli utenti che trovano tutti non frega ad APTOIDE perche non e responsabile di quello che pubblicano gli utenti

  • Theo

    Cioè sto coso è un ricettacolo di pirateria e malware e si permette pure di parlare? È già tanto se non gli fanno chiudere baracca… Sicuramente la situazione per Android (e ancor di più per iOS e WP) va migliorata, però questa mi sembra una stupidata abnorme.

  • le0maz

    Ahahaahah ma cosa vuole questo ? Google mettilo a tacere dai…

  • Niccolò Marchi

    con tutto il rispetto per aptoide, però quanto meno Google protegge gli interessi degli sviluppatori, in quanto ricevono i ricavi delle app a pagamento. se aptoide fosse un’applicazione “pulita” penso non ci siano problemi da parte di Google ad inserirla nel proprio store. il problema è che aptoide si regge, nell maggior parte dei casi, a “regalare” applicazione che in realtà sullo store di google hanno un costo.

  • #SuperUser2

    Grandissima stima per Aptoide che denucia Il PlayStore!
    ps. avevo notato che molte app di aptoide erano state messe anche sul playstore,ovviamente illegalmente ahah

  • ivandroid

    Google se la mangia a colazione ad Aptoide….

    • Christian

      Me sa che e il contrario..su APTOIDE ci sono tutte le app che offre il play di google e in più sono pure gratuite!

  • MaxArt

    La cosa potrebbe essere presa molto seriamente dall’UE, al pari di quanto è avvenuto per Microsoft con Internet Explorer. Francamente non mi sbilancio su come andrà a finire, conoscendo come funzionano le cose in commissione europea.

    • #SuperUser2

      cmq quello schifo di coso io ce lho ancora sul mio pc, modestamente la icona è davvero brutta, ler questo nn lo ho mai aperto

  • simoscorpion

    ahahaahahah questa è bella !!! e allora ios e windows phone ?

    • MaxArt

      Non hanno una posizione dominante.

      • simoscorpion

        come no ? prova ad installare una qualsiasi app su ios senza usare l’app store

        • MaxArt

          E allora perché Apple non è stata punita per aver distribuito Safari con Mac OS? Stessa cosa.

          Non è quello che si intende per “posizione dominante”: non si fa riferimento a Google Play, ma ad Android nel complesso dei sistemi operativi per smartphone. E Android è dominante.

          • simoscorpion

            ma hai letto l’articolo ?

          • MaxArt

            Io sì. E tu?

          • simoscorpion

            sisi

      • #SuperUser2

        come fai a non dire posizione dominante?
        nn esistono neamche store alternativi ahah

    • Android detiene il 70% del mercato. Se così non fosse, Aptoide potrebbe tranquillamente infilarsela in saccoccia con un sacco di risate la sua denuncia. Il fatto è che Google deve (per legge!) far sì da non abusare della sua posizione di player dominante di mercato.
      La stessa cosa accadde con Microsoft con Internet Explorer: la UE punì Microsoft perché, di fatto, impediva che ci fosse concorrenza nel mercato dei browser.

Top