Il Motorola Droid 3 ha il bootloader bloccato

È già da qualche tempo che si parla del prossimo Droid/Milestone della casa alata. Molti di noi speravano che il tempo e le continue critiche avessero indicato a Motorola una strada più consona e più vicina ad esigenze e desideri degli utenti. Purtroppo, nonostante le promesse di apertura dei bootloader fatte nei mesi precedenti da Motorola, pare che per l’ennesima volta ci troveremo di fronte ad un telefono con bootloader bloccato. Secondo un manager del forum di supporto Motorola, il Droid 3/Milestone 3 non avrà il nuovo bootloader – presente anche sullo XOOM. Un’ultimo barlume di speranza proviene dal fatto che Motorola aveva parlato di “tardo 2011” per i nuovi bootloader, aprendo dunque un minimo spiraglio che ci può lasciar sperare in un aggiornamento software successivo che abiliti lo sblocco del bootloader. In ogni caso Motorola avrebbe potuto consegnare nelle mani degli utenti finali un prodotto già “completo”, senza dover passare per aggiornamenti software per ottenere una funzione che dovrebbe essere garantita.

[Via Engadget.com]

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Grissino

    Penso che Motorola prima o poi fará come Palm…
    Ultimamente ha ottime idee di base, implementate con un marketing e un supporto clienti disastrosi. Io volevo prendermi un Motorola (impermeabile, ottima idea) ma prima un problema hardware all'altoparlante, poi il bootloader bloccato, poi anche l'aggiornamento a 2.2 (2.3. addirittura non pianificato) non sicuro, alla fine ho preso un Samsung galaxy S. Perfetto esempio di come PERDERE CLIENTI.

    • Atropa_MI

      Hai ragione.
      Motorola e' la migliore casa produttrice, ma sbaglia marketing e perde clienti.

Top