Tablet Android a 64bit il prossimo anno, grazie ad Intel

Intel Inside-620

Apple ha ottenuto il primato temporale, ma non è detto che mantenga l’esclusività o il primato in quanto a potenza. Android farà il grande passo verso i 64 bit il prossimo anno e lo farà anche grazie ad Intel, i cui processori Atom a 64 bit arriveranno nei tablet con il robottino verde attorno alla metà del 2014.

Al momento attuale sono disponibili i processori Bay Trail, supportato da Windows 8 ma senza supporto da parte di Android. Intel è al lavoro per supportare le sue piattaforme a 64 bit, ma ci vorrà ancora del tempo. L’obettivo è di avere tablet Android a 64 bit che possano competere sia a livello prestazionale che dal punto di vista del marketing con l’iPad, che utilizza una piattaforma a 64 bit nell’ultima iterazione.

I prezzi dei tablet con processori Bay Trail potrebbero essere realmente contenuti ed arrivare a 150$: un prezzo davvero interessante, considerando che in quanto a prestazioni i Bay Trail sono assimilabili agli Snapdragon 800.

Intel-roadmap-2013

I processori Atom che saranno lanciati verso la fine del prossimo anno faranno parte della piattaforma Cherry Trail e adotteranno core Airmont con una GPU di prossima generazione sviluppata internamente da Intel. Ci sarà una versione specifica per smartphone chiamata Merrifield che sarà inizialmente disponibile come dual-core, con una versione quad-core che sarà lanciata successivamente.

Sempre nell’ultima parte del 2014 vedremo il lancio di Atom SoFIA, una piattaforma per i dispositivi entry-level che dovrebbe garantire prestazioni di buon livello con un prezzo abbordabile. La prima versione avrà un modem HSPA+, mentre nel 2015 la seconda versione otterrà un modem LTE.

Assieme alla seconda serie di SoFIA, nel 2015 le due linee di chip per smartphone e tablet convergeranno in un unico progetto chiamato Broxton, che adotterà un processo produttivo a 14nm con CPU Goldmont e GPU Skylake.

Intel deve rincorrere i concorrenti che adottano architettura ARM, ma potremmo presto vederli combattere ad armi pari grazie alla superiorità di Intel in fatto di processi produttivi. La scena delle CPU mobile si farà presto bollente, con vantaggi per tutti noi consumatori che avremo più scelta e più concorrenza – e, forse, prezzi più bassi.

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • marco

    Aspetto con ansia l’uscita del Nexus 10 (2013) ma poi leggo queste cose e mi chiedo se a questo punto non vale la pena aspettare visto i cambiamenti direi stravolgenti. Posseggo un Sony xperia tablet s e vorrei passare a qualcosa di più… vuoi per gli aggiornamenti o magari semplicemente perché questo tablet (per chi lo conosce bene) é dai mille problemi! comunque sia mi sono appassionato al mondo android e soprattutto ai tablet e vorrei fare un salto di qualità. Voi cosa consigliate… Nexus o aspettare?

    • jajacq

      Se hai necessità di cambiare non serve aspettare per forza i primi 64 bit, non penso ci sarà questo grande boost prestazionale…In ambito 10 pollici ci sono già dei bei prodotti come il note 10.1 2014 (che però attualmente è ancora poco ottimizzato e piuttosto costoso) oppure rimanendo in ambito sony c’è l’xperia tablet Z (forse il più performante e carino in commercio) oppure ancora puoi aspettare il prossimo nexus 10 (anche se si sa ancora poco su questo tablet), poi dipende anche dall’uso che ne faresti…

Top