HTC chiude il Q1 con un fatturato di 2,11 miliardi di dollari

htc-logo-1

HTC One, che in Italia arriverà fra poco meno di tre giorni e precisamente il 10 Maggio 2013 (HTC One arriverà in Italia dal 10 Maggio), non è solo il terminale di punta dell’azienda taiwanese. Tutti sanno ormai che la compagnia non naviga in ottime acque e che ripone le proprie aspettative in questo top di gamma.

Stando ad un annuncio ufficiale sul sito di HTC (che potete vedere a questo indirizzo), il dispositivo ha permesso all’azienda di aumentare il proprio fatturato di ben il 23,6% nel solo mese di Aprile. L’incasso, infatti, si attesta a circa 660 milioni di dollari americani, mentre per quanto riguarda il trimestre 2013 (che va da Gennaio a Marzo) l’incasso totale è stato di poco più di 2,11 miliardi di dollari americani.

Il terminale ha avuto un ottimo impatto sul mercato e quel successo su cui l’azienda contava si sta verificando. Sebbene il trimestre appena chiuso sia molto buono, si dovrà aspettare comunque la fine di Giugno per tirare le somme del secondo trimestre 2013 (Q2 2013). L’ipotesi che la compagnia taiwanese avanza, supportata dalle loro stime, punta su un ricavo complessivo, alla chiusura del trimestre in corso, che si dovrebbe aggirare sui 2,73 miliardi di dollari americani.

HTC fa i conti con una profonda crisi, eppure ha raccolto le proprie energie e le ha concentrate su un terminale solo, ma sarà il tempo l’unico a dimostrare se la scelta è stata giusta. Le risposte dei vari mercati intanto iniziano a farsi sentire, ma dal mio canto non posso dimenticare che HTC è stata una delle compagnie che ha segnato la storia del settore smartphone. Intanto, per il trimestre Gennaio-Marzo non possiamo far altro che complimentarci con HTC.

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

Top