HTC annuncia Desire 200: un One in miniatura ma solo nel design

HTC Desire 200

HTC ha appena annunciato Desire 200, un nuovo smartphone per la fascia entry level del mercato. E’ molto compatto ed è caratterizzato dal design simile, sotto alcuni aspetti, al top di gamma One. E’ dotato di tecnologia Beats Audio e ha a bordo, naturalmente, l’interfaccia Sense, benché non si conosca la versione.

Le sue caratteristiche tecniche sono in linea con la fascia di mercato in cui andrà a posizionarsi. E’, infatti, dotato di un display da 3.5 pollici con risoluzione di 320 x 480 p, di un SoC Snapdragon S1 con CPU single core da 1 GHz, 512 MB di RAM e 4 GB di memoria interna espandibile con MicroSD fino a 32 GB.

Troviamo anche una fotocamera da 5 MP sul retro, purtroppo non dotata di flash e in grado di registrare video solamente in VGA. La versione di Android, come quella della Sense, purtroppo è al momento sconosciuta, anche se ipotizziamo che possa esserci Android 4.1 Jelly Bean. Non manca, naturalmente, la connettività del caso: A-GPS, WiFi, Bluetooth 4.0 e HSDPA fino a 7.2 Mbps. Il comparto sensori è anch’esso abbastanza completo: Accelerometro, Prossimità e Luminosità.

La batteria è da 1230 mAh, che nonostante non sia molto capiente dovrebbe comunque garantire una buona autonomia. Al momento, purtroppo, HTC non ha annunciato i mercati di destinazione e il periodo di lancio, così come non ha annunciato il prezzo a cui sarà commercializzato. Per maggiori informazioni non ci resta che attendere.

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • ernestoal

    HTC è finita in una piega temporale che l’ha riportata momentaneamente nel 2010

  • Matteo Sardo

    Avranno sicuramente il coraggio di lanciarlo a 250 euro come al solito. Telefoni single core e con 512 mb di ram a metà 2013 sono impresentabili

    • Giuseppe_Iovene

      diciamo che funziona un po’ come il mercato delle auto…una casa costruttrice lancia il modello di punta e poi altri modelli di fascia più o meno bassa, ed uno compra quello che gli calza meglio per le sue esigenze. la stessa cosa è per gli smartphone, quindi chi non ha particolari esigenze prestazionali può acquistare questi smartphone magari come secondi telefoni. non ci vedo nulla di strano, le aziende non sono obbligate a realizzare sempre top di gamma, anzi..

      • Matteo Sardo

        No ma non sto dicendo che devi fare tutti quad core con 2 gb di ram. Però gli standard della fascia bassa adesso sono dettati da dual core ( anche se non sempre prestanti ). Sottolineavo solo il fatto che come in tutti i settori ( citi quello dell’auto ) ci sono fattori che determinano , con il passare del tempo, una diminuzione dei costi di produzione e sopratutto dei componenti; per questo un telefono con le stesse caratteristiche del mio galaxy s ( pagato nel 2011 250 euro ) non può avere lo stesso prezzo a distanza di 2 o 3 anni ( un abisso in campo tecnologico ). Sinceramente per cosa offre il mercato ora comprerei più un huawei y300 se avessi esigenze da fascia bassa.

        • Giuseppe_Iovene

          beh diciamo che i dual-core non sono ancora fascia bassa ma sono fascia media se non medio-alta a seconda delle caratteristiche al contorno…il prezzo non si sa ma sicuramente sarà basso, è un entry-level…€250 ora ci costa il galaxy nexus che non è fascia bassa, anzi.

          • Matteo Sardo

            be facendo un giro nei vari siti di elettronica si vedono alcatel xpop con dual core , huawei y300 con dual core, il g300 dual core. Questi non credo siano inquadrabili in fascia medio alta. E cmq la mia era un po una forzatura ma in linea con i prezzi a cui ci abitua htc…

          • Giuseppe_Iovene

            come dicevo prima, dipende dalle caratteristiche al contorno. un dual-core può anche avere 512 mb di ram e 4 gb di memoria interna. in questo caso non è fascia medio-alta, ovviamente…è tutto molto relativo..

          • Matteo Sardo

            Ah quello è certo. Cmq anche vedendo anche la pesantezza che stanno raggiungendo i servizi google sono ancora più scettico riguardo a queste caratteristiche. La fruibilità dei servizi di base ( chat di hangout per esempio ) è un esigenza anche della fascia bassa e sinceramente queste specifiche non le vedo adatte a soddisfarla.

          • Giuseppe_Iovene

            dipende…un single core può dire la sua anche in modo molto forte se deve elaborare poche informazioni…tipicamente se si ha un display con una bassa risoluzione, il processore si “sforza” di meno nell’elaborare le immagini, così come anche la gpu..questo rende il dispositivo molto fluido perchè così il processore può occuparsi maggiormente di far girare servizi in background, senza penalizzare l’esperienza utente…ci sono molti parametri da tenere in considerazione..

          • Matteo Sardo

            Io parlavo per esperienza. Sul mio GS per riuscire a leggere un messaggio di hangout arrivano a passare anche 10 secondi prima che riesca a visualizzarlo; e altrettanti per riuscire a rispondere…

          • Giuseppe_Iovene

            si, questo è vero..il galaxy s, però, fa parte della schiera dei primi dispositivi Android, i quali non sono stati progettati proprio al meglio per inesperienza delle aziende, che poi col tempo hanno capito ed imparato a progettare dispositivi migliori pur facendo riferimento ad un hardware datato…

          • Matteo Sardo

            Si si quello è vero. In ogni caso diciamo che non sarà il mio nuovo terminale :-)

Top