Qnovo: ricariche intelligenti dal 2015 per aumentare la durata

android_batt

Uno dei più grandi problemi per i nuovi smartphone è senza dubbio la durata della batteria: superare la giornata è diventata quasi un’impresa con schermi sempre più grandi e device sempre più potenti.

Abbiamo parlato più volte di nuove idee in questo campo, tutte alla ricerca di migliorare la batteria in se. Oggi vogliamo parlarvi di Qnovo, il quale differisce dagli altri in quanto cerca di migliorare la durata della batteria migliorando il metodo di ricarica.

L’azienda californiana sta sviluppando un processo di ricarica intelligente: semplicemente, invece di ricaricare inviando corrente elettrica, Qnovo progetta di inviare dei “pacchetti” di ricarica in base allo stato della batteria: così facendo è possibile aggiustare il flusso di corrente in base allo stato di salute della batteria stessa.

La tecnologia infatti monitorerebbe istantaneamente la batteria in modo da compiere una ricarica “perfetta”, migliorando sia i tempi di ricarica che la durata della carica.

carica

Qnovo sta sviluppando sia un hardware per la ricarica, che una parte software, implementabile nei vari sistemi operativi. Gli sviluppatori sperano di vedere impiegata questa tecnologia al più presto, già negli smartphone del prossimo anno, e, a quanto dicono, sono in trattative con diversi produttori. Voi cosa ne pensate?

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Pingback: Qnovo: ricariche intelligenti dal 2015 per aumentare la durata » Notizie Dal Web()

  • BoORD_L

    Emblematica la frase riportata da Thomas “Abbiamo parlato più volte di nuove idee in questo campo, tutte alla ricerca di migliorare la batteria in se”.
    Ecco l’ennesima…

    • Thomas De Faveri

      non capisco il tuo commento :) volevo indicare come negli altri casi, si cerchi di migliorare il funzionamento della batteria, o comunque di sviluppare nuove batterie che sfruttino nuove tecnologie. in questo caso, invece, la batteria è la stessa che conosciamo, cambia l’attività di ricarica e di gestione.

      • BoORD_L

        Non voleva essere una nota di biasimo nei tuoi confronti Thomas: sottolineavo come la tua frase rispecchiasse la realtà dei fatti… tante ricerche e tante promesse ma ormai andiamo avanti con le batterie al LITIO ed una tecnologia che non è al passo con il resto dei componenti.

        • Thomas De Faveri

          Nessuno ha parlato di biasimo! Ci mancherebbe! Non avevo semplicemente capito il tuo commento, e ho preferito dispiegare il concetto, tutto qui ;)

Top