Project Ara, tutte le novità | Rockchip produrrà il nuovo processore

Project_Ara_scattered_parts

Alcuni giorni fa in redazione ci chiedevamo che fine avesse fatto Project Ara, l’innovativo progetto portato avanti da Google finalizzato alla creazione di uno smartphone modulare. Le nostre richieste devono essere state ascoltate visto che quest’oggi, sulla pagina ufficiale Google ATAP su G+, è apparso un post riassuntivo nel quale vengono elencate le novità previste per il futuro e l’attuale stato dei lavori.

Al momento gli ingegneri Google stanno lavorando alla realizzazione di una seconda revisione hardware (denominata Spiral 2) basata sullo standard UniPRO per la comunicazione tra i moduli e l’endoscheletro (ovvero il componente principale che contiene tutti gli altri), il cui arrivo nelle mani degli sviluppatori è previsto già durante l’autunno di quest’anno. Oltre al nuovo hardware, nei prossimi mesi arriverà anche una nuova release dell’MDK (Module Development Kit) e, ovviamente, si terrà una Ara Developer Conference.

Dopo aver parlato del presente e dell’immediato futuro passiamo ora alla novità più interessante annunciata quest’oggi, ovvero la possibile adozione di un nuovo chip realizzato da Rockchip negli smartphone Ara. Il processore, o meglio la APU (application processor), integrerà nativamente l’interfaccia UniPRO e potrà dunque funzionare senza essere accoppiato ad un chip bridge aggiuntivo. L’adozione di un siffatto processore renderà ancor più modulare l’intero progetto poiché fungerà da vero e proprio nodo centrale all’interno della grande rete composta dai moduli.

L’adozione del nuovo SoC dovrebbe avvenire con la terza revisione hardware Spiral 3 ma un primo prototipo potrebbe arrivare già durante i primi mesi del 2015. Stay tuned.

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Jhondoe74

    Meglio il caro e vecchio I-Phone sicuramente!

    • AntonelloHopkins

      concordo

    • diomanimarco – markmanny

      GIUSTO CICCIONE

  • In verità i soc rockchip hanno sempre molto lasciato a desidersre sia dal lato consumo e prestazionale… mah vedremo il tempo ci dirà…

  • Nicolas Casagrande

    Sono molto favorevole alla creazione di una “via di fuga” per i futuri smartphone…mi chiedo solo come si ragionerà a livello di aggiornamenti software,in quanto (da quello che ho capito) sarà modificabile anche il SoC…ma probabilmente si tratterà di uno standard

  • Gesù

    Sicuramente costerà una cifra improponibile, come anche i pezzi di ricambio.

    • rlolloy

      Non sono assolutamente d’accordo, project ara come phoneblocks e progetti affini sono nati proprio con l’ intento di abbattere i costi

      • Giacomo Zanon

        Abbattere i costi nel lungo tempo, non di uno smartphone intero: lo scopo è spendere meno per aggiornarlo. Io credo costerà come un top di gamma magari essendo meno compatto e forse anche meno prestazionato. Poi cambiare schermo, SoC, fotocamera, RAM eccetera costerà meno di cambiare completamente smartphone, ma a mio avviso non bisogna aspettarsi cifre stile nexus o OPO

        • MaxArt

          Non sono sicuro che un telefono Ara non possa costare meno di uno completo. Forse all’inizio, ma se la cosa prende piede il risultato è che si moltiplicheranno i produttori di componenti, rendendo più competitivo il mercato dei singoli.
          Anche la scelta di Rockchip la vedo in questo senso. C’è da aspettare e vedere.

        • Juanito82

          considerando che hanno intenzione di commercializzare una versione base
          ma funzionante intorno ai 50$ (che si suppone saranno € per noi) a cui si possono aggiungere i pezzi che si preferiscono.
          certo
          se per far foto vuoi attaccarci una canon 5D è normale che i prezzi
          salgano un tantinello, ma di contro c’è la possibilità di utilizzare
          SOLO i moduli che all’utente servono davvero.
          di un display UHD (tanto ci arriveremo presto) o di un processore da fisso per giocare a candy crush io non avrei bisogno.
          partendo da questo presupposto io sono dell’idea che abbatteranno i costi sia di acquisto che di “gestione”

Top