Oculus Rift DK2, il display utilizzato è quello del Galaxy Note 3 (letteralmente)

Oculus-Rift-DevKit-2

Oculus Rift, il visore per la realtà virtuale recentemente acquisito da Facebook, si trova ancora in fase di sviluppo e di test ma, nonostante ciò, è già finito nelle mani di tantissimi utenti sotto forma di Development Kit. Proprio il Development Kit ha recentemente ricevuto una corposa rivisitazione hardware, incentrata principalmente sull’adozione di un display AMOLED.

Il team di iFixit ha già avuto modo di esaminare l’Oculus Rift DK2 e, al suo interno, è stato rinvenuto un elemento quantomeno curioso. Dopo aver estratto il display i tecnici si sono ritrovati davanti ad una scena piuttosto singolare, come mostrato nelle immagini che trovate allegate di seguito:

In pratica Oculus ha utilizzato il medesimo pannello Super AMOLED Full-HD montato sul Galaxy Note 3, con tanto di scritte e fori per il tasto centrale, per i vari sensori (di luminosità e prossimità) e per la fotocamera. Come se non bastasse, dal pannello non è stato rimosso neanche il controller per il touchscreen.

La faccenda trova ovviamente spiegazione nella recente partnership stipulata da Oculus e Samsung, tuttavia dobbiamo ammettere che una scelta di questo tipo, anche se fatta per contenere i costi, non possa essere considerata del tutto professionale.

Le versioni di vendita (e forse anche i futuri Development Kit) probabilmente non includeranno il display del Note 3 tout-court – o almeno lo speriamo.

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Ex.

    “non è una stupidata, è una feature!”

  • pilistation

    per un development kit va già bene che non ci sono cavi scoperti in giro! :D

  • david

    Ma il display del note 3 a detta da molti siti e uno dei migliori mai prodotti ! Cosa ci dovrebbero mettere secondo voi ????

    • Forse non hai capito. Nessuno contesta il display in sé, che come dici tu è uno dei migliori in circolazione, ma piuttosto il fatto che sia stato prelevato in toto dal Note 3, con tanto di logo Samsung e fori per fotocamera e sensori. Ti sembra una cosa professionale?

      • yann patin

        Nel contesto di un prodotto in corso di sviluppo, quindi una certa quantita di dispositivi prototipali destinati ai soli sviluppatori si può concedere l’uso di un componente destinato ad un altro dispositivo in origine… Non ci sta nulla di strano in questo e chi acquisisce un dispositivo prototipale (anche se un prototipo che serve a testare la catena di montaggio) è consapevole di questa possibilità..
        Il problema sta nel fatto che spesso a traverso campagne di crowdfunding l’acquirente spende un po di più per ottenere con anticipo un dispositivo senza avere per forza le capacita tecniche utili ai creatori del dispositivo (non sono sviluppatori ma solo utenti con qualche soldo in più ), si aspettano il trattamento di un normale cliente (oppure addirittura anche un trattamento di favore)…
        Nonostante questo, io mi domando se un display full HD sia davvero una buona scelta per un casco a realtà virtuale… Considerata la distanza tra il display e gli occhi, una concentrazione di pixel per pollici come su un display full HD risulta come quando si guardava un CRT degli anni 90… Si vedono i pixels e quindi non so quanto questa scelta possa essere stata giudiziosa su una seconda generazione di questo casco. Inoltre in un momento in qui la tecnologia della realtà virtuale sta piano piano prendendo piede e si sta democratizzando… Si sa che a queste distanze per ritrovare la stessa qualità di densità di pixel che su un display full HD di uno smartphone, i display devono raggiungere densità superiori ai 500-600 pixel per pollici.
        Quindi più che la polemica sulla presenza di un componente destinato ad un altro dispositivo pongo la domanda sul fatto che questo casco non sia al altezza video che richiede il contesto del tempo.

        • Ti do ragione per quanto concerne la risoluzione del display. Tuttavia credo sia stata una scelta obbligata perché il QHD (non parliamo di 4K perché sarebbe un’eresia almeno per ora) è troppo costoso per i prezzi che vogliono mantenere

      • rev3al

        Quello che conta è la funzionalità,queste cose non si notano se non viene estratto il display, quindi se a qualcuno dovesse dar fastidio questa cosa basta che non si metta a smontare l’oculus,

Top