ARMv8: la prima architettura a 64bit per ARM

Le attuali architetture Cortex (Cortex-A8, Cortex-A9, Cortex-A15) alla base dei processori di Qualcomm, Texas Instruments e Samsung sono tutte basate sull’architettura a 32bit ARMv7. Nell’ottica di un futuro in cui i processori ARM verranno utilizzati non solo per i dispositivi mobile ma anche per computer energeticamente efficienti e con un alto rapporto prestazioni/consumi, o citando testualmente “in applicazioni per i mercati consumer ed enterprise dove sono richiesti un indirizzamento virtuale esteso e processazione a 64bit”, ARM ha presentato ufficialmente la nuova architettura ARMv8 la cui principale novità è l’introduzione dell’indirizzamento a 64bit. L’architettura ARMv8 consiste di due stati di esecuzione chiamati “AArch64” e “AArch32”, così da mantenere la compatibilità con le applicazioni scritte per le architetture precedenti (un po’ come quanto proposto da Intel, la cui forza è la retrocompatibilità); i principali benefici di questa scelta si riscontreranno nel mercato server, dove la conversione di applicazioni da 32 a 64bit può costare anche diverse centinaia di migliaia di dollari. ARM ha reso disponibili ai partner le specifiche dell’architettura per produrre i primi sample ed effettuare i test preliminari alla produzione, con piani di rilascio sia per il mercato enterprise sia per il mercato consumer per il 2014.


Dan Vivoli, senior vice president presso nVIDIA, ha dichiarato che “la combinazione della leadership di nVIDIA nei processori energeticamente efficienti e ad alte prestazioni con la nuova architettura ARMv8 permetterà la comparsa di cambiamenti epocali nei dispositivi di tutte le fasce, dagli smartphone ai supercomputer”. Se nVIDIA è riuscita a “tirar fuori dal cilindro” un processore come Tegra 3, è lecito credere a queste parole. Forse, il prossimo avversario di Intel è proprio l’archiettura ARM – e nello specifico, il rivale è nVIDIA.

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Anonimo

    Smartphone con chip a 64bit. Era ora che si decidessero a lavorarci :D

    • Gneddu

      per farci cosa????

      • Internet Hate Machine

        Indirizzamento virtuale esteso.

        • Gneddu

          Continuo a non vedere l’utilità al fine pratico. Sarà che sono un nostalgico dei risc, ma la vedo come una cosa spropositata ed assurda. Sarei molto più felice se uscisse uan notizia tipo “a breve batteria che promette 15 ore di utilizzo intenso”. Stanno producendo macchine con motori sempre più potenti ed esigenti ma con stessa capacità di serbatoio… *.*

          • GGi

            Sono d’accordo anche io. La batteria è ancora un punto troppo debole delle tecnologie mobile

Top