AMD annuncia K12, la sua prima CPU ARM pensata per Android

amd-k12-01_t

AMD è nota nel mondo dei PC per essere il principale (ed unico) concorrente di Intel nel campo dei processori e di NVIDIA nel campo delle schede video. Da qualche tempo, però, l’azienda di Sunnyvale è attiva anche sul fronte delle CPU con architettura ARM e finalmente ha annunciato il frutto dei suoi sforzi: parliamo di AMD K12, il primo processore ARM targato AMD destinato al mondo Android.

AMD ha annunciato che entro il 2016 o, al più tardi, i primi mesi del 2017 immetterà sul mercato il suo primo SoC con architettura ARMv8 a 64 bit modificata dall’azienda per ottenere il massimo delle prestazioni. A tale CPU sarà accoppiata, con ogni probabilità, una GPU sviluppata internamente della serie Radeon.

Si tratta di una novità sensazionale che sconvolge l’attuale situazione e vede entrare uno dei più grandi produttori di chip al mondo in un mercato che finora è stato tenuto in mano solo da relativamente pochi nomi (tra i quali il più grande è Qualcomm, seguito a ruota e in ordine sparso da Mediatek, NVIDIA e Samsung).

amd-k12-02_t

Responsabile del progetto è Jim Keller, storica figura di AMD che è stata in grado di guidare lo sviluppo di grandi successi come l’Athlon 64. Per questo motivo possiamo aspettarci processori di altissimo livello e con prestazioni che non deluderanno di certo.

Keller ha affermato che nel progetto saranno impiegate le capacità di AMD di creare processori ad alta frequenza e che saranno reimpiegate le conoscenze acquisite nel creare sia core grandi (come quelli impiegati nelle CPU Bulldozer) che core piccoli (come quelli impiegati nelle ultime APU).

I nuovi AMD K12 potrebbero essere prodotti con processo FinFET a 16 o 14 nanometri, assicurando un’altissima efficienza e consumi ridotti rispetto alle soluzioni attualmente sul mercato.

L’ultima buona notizia è che AMD punta non solo ai mercati dove “storicamente” (si fa per dire) si concentra la sua offerta ARM, ovvero i mercati server ed embedded, ma anche al mercato consumer e, in particolare, al mercato di portatili e tablet con Android. Non sarà quindi impossibile vedere prodotti con CPU AMD e Android fra due anni.

L’attesa è ancora lunga, ma non vedo l’ora di vedere cosa saprà tirar fuori dal cilindro AMD. La presenza di Keller è un fattore rassicurante perché implica quasi matematicamente che il risultato finale sarà qualcosa di eccezionale. Se AMD riuscirà a creare un core a 64 bit con buone prestazioni ed una GPU della serie Radeon con una buona efficienza, non è impensabile vedere un ritorno in grande stile della casa in rosso, al momento in crisi. Forza AMD.

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Pingback: AMD guarda al futuro con i processi produttivi a 16nm, 14nm e 10nm - Tutto Android()

  • passavo di qua, ma vista l’ignoranza dei commentatori difficilmente ripasserò…

  • Gianni Zircone

    Sono strafelice che AMD sia entrata finalmente in questo mondo perché finalmente ci sarà l’abbattimento dei costi e dei prezzi di vendita di tutti i prodotti. Se non fosse stata per AMD oggi avremmo ancora PC con CPU da 2000 euro mentre oggi grazie al cielo posso permettermi di comprare il top delle CPU AMD pagando 1/5 rispetto a ciò che viene proposto da Intel! Leggendo più sotto noto che molti sono rimasti arretrati di 15 anni quando i processori AMD avevano bisogno di adeguata dissipazione per evitare di bruciarsi. I tempi son cambiati e se fosse vero ciò che sostenete, allora AMD sarebbe fallita da un pezzo…. ma non è cosi!

  • allexander

    amd è pronta a fare i tel con una nuova funzione quella di griglia

  • Enibe

    come fate a dire di no…. mettete caso che avete voglia di scaldare qualcosa da mangiare… una partitina a realracing e potete farci anche una bella grigliata =)

  • Pingback: AMD annuncia K12, la sua prima CPU ARM pensata per Android | RSS News.it()

  • Leonardo

    Nooo per favore AMD non entrasse anche nel mondo mobile, già offre dei prodotti scadenti sui PC, da possessore di una CPU AMD pagata a fior di quattrini con prestazioni deludenti.

  • ilcampione

    AMD non è mai stata ami famosa per l’ottimizzazione dei processori sia nella parsimonia sui consumi e sia nella produzione di calore, e ora si butta sui processori ARM … che sono presumibilmente per smartphone e tablet (magari in futuro, non troppo prossimo, anche per PC)
    Spero mi smentisca, ma sono molto dubbioso [ho visto portatili AMD produrre più calore del mio scaldabagno]

    • Gianni Zircone

      Scusa ma di quale epoca sei? Mio nonno di 96 anni potrebbe smentirti!

      • ilcampione

        Come puoi notare sono in buona compagnia; forse sei tu che sei avanti, infatti noi qui, e i produttori di notebook e ultrabook, non ci siamo accorti del cambiamento.
        AMD sono ottimi se vuoi risparmiare ma se vuoi potenza e bassi consumi(=basse temperature) non sono la scelta giusta. se prendi un i7 con scheda video integrata manco te ne accorgi di aver acceso il PC, lo stesso non posso dire degli AMD, che hanno un altro target non certo uso business o professional. Pronto a ricredermi quando vedró all’opera questo ARM, ma per ora diciamo che non possono contare sulla loro fama.

  • Emanuele

    Adoro AMD, solo con il Macbook e il mini pc di casa comprano l’anno scorso ho interrotto la mia carrellata di acquisti AMD.

    Purtroppo dopo l’acquisizione di ATI i successi sono venuti a mancare e la supremazia di Intel non è mai stata messa in discussione…

    Speriamo che riescano a fare uno sforzo degno del Atholn a 1GHz !!!

Top