Google rinforza i cavi sottomarini a causa degli squali

Tiger_shark

Google si è trovata costretta a rinforzare i suoi cavi dati sottomarini con un materiale come il kevlar, a causa dei ripetuti morsi di squali. Dan Belcher, uno dei manager di Google, ha spiegato come siano stati obbligati a prendere questa decisione, in quanto i danni causati dai denti degli squali erano molto rischiosi.

A quanto parte gli squali sono sempre stati molto attratti dai cavi sottomarini, e già nel 1987 il The New York Times riportava alcuni attacchi, responsabili di aver  fatto saltare 4 segmenti. Ancora precedentemente, nel 1985, un cavo di test era stato ritrovato con conficcati alcuni denti.

Ovviamente gli squali non hanno nessun interesse a far saltare le nostre linee internet, ma sono solamente attratti dal campo magnetico prodotto dai cavi. Essi sono, infatti, in grado di percepire i campi, tecnica che usano anche per cacciare le prede.

Nel video che trovate sotto, girato nel 2010, potete vedere uno di questi attacchi in diretta, con le fauci dello squalo che si serrano attorno al cavo.


Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Pingback: Google contro gli squali | Il blog della pesca()

  • Vincent Ammattatelli

    Sti squali del piffero. Non hanno di meglio da mordere? :-D

  • JACK

    hahhahahaha

  • BoORD_L

    Scusate la mia ignoranza ma i cavi in fibra ottica generano un campo magnetico?

    • DavidOne H. L. di Calderonia

      beh, la luce è radiazione…

      • André Schmalzgebackene

        La luce è già di per sé un onda elettromagnetica…il campo elettromagnetico generato dalla “semplice” corrente elettrica passante per cavi di rame è da essa indotto.

    • Mirk0o

      è l’elettricità dei cavi di rame contenuti dentro

    • BoORD_L

      Grazie a tutti per la spiegazione ragazzi

    • Angelo Mantellini

      non credo siano in fibra ottica. comunque nel cavo non c’è solo la componente di trasmissione, ma anche quella di alimentazione, in quanto il segnale va attenuandosi nel mezzo trasmissivo.
      poi ha anche lo strato protettivo molto spesso che serve per i piccoli pesci (non squali) che vanno a mordicchiare attratti dal campo elettromagnetico.
      ne vidi uno anni fa ed era grosso come un candelotto di dinamite e “la miccia” era la parte di trasmissione, con diametro molto inferiore rispetto al resto del cavo.

      • Matteo

        Il “cavo” è composto da più mezzi trasmissivi in fibra ottica, opportunamente schermati, soprattutto per le condizioni in cui deve “sopravvivere”. il segnale non viene amplificato o ripetuto elettricamente, avrebbe costi di alimentazione e di costruzione (a suo tempo) esorbitanti. Queste fibre vengono “dopate” con elementi quali l’Erbio e il Praseodimio, molto rari sulla faccia della terra, elementi che, una volta eccitati dalla luce, diventano instabili, per poi tornare stabili emettendo un fotone della stessa lunghezza d’onda e con la stessa fase.

        • Angelo Mantellini

          Grazie per l’informazione. A mio tempo vidi il cavo ma non era cosi. Ma ottima spiegazione

Top