Google Play Music: è possibile disautorizzare solo 4 device ogni anno

Play Music

Brutte notizie per tutti gli utilizzatori del servizio Google Play Music. Nelle ultime ore Google ha attivato una importante restrizione che impedisce agli utenti di gestire liberamente i dispositivi collegati al proprio account.

Come già saprete, il servizio musicale di Big G può essere collegato contemporaneamente solo a 10 dispositivi. Ciò significa che ogni qual volta tale numero viene superato si deve procedere a disautorizzare alcuni device per far posto ai nuovi.

Sfortunatamente il conteggio dei device connessi è affetto da gravi bug, ragion per cui lo stesso smartphone o tablet appare più volte nella lista se, ad esempio, l’utente esegue un factory reset o installa una custom ROM. A causa dei malfunzionamenti appena citati capita assai spesso di dover disautorizzare uno o più terminali.

Il limite recentemente imposto da Google impedirà di revocare l’accesso a Play Music per più di quattro dispositivi ogni anno. Ciò significa che chi, come me, ha già raggiunto tale limite non potrà utilizzare il servizio su nuovi dispositivi (o sugli stessi dopo aver installato una custom ROM). Una situazione veramente paradossale insomma.

Fortunatamente, se la notizia venisse confermata, sembra che sarà possibile richiedere la cancellazione totale di tutti i device collegati allo stesso account in modo da ripulire completamente la lista e poter poi autorizzare solo i dispositivi desiderati. Attendiamo conferme circa questo metodo da parte di Android Police.

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Marco

    Pessimo, spero cambino idea a riguardo.

    • Gigi

      Credo siano stati costretti a causa di vincoli imposti nelle licenze concordate con le etichette discografiche

Top