Google ha bloccato intenzionalmente il Chromecast?

Chromecast-620

Koushik Dutta è lo sviluppatore che si sta occupando di portare avanti il progetto AirCast/AllCast e che ha per primo scoperto che Google ha bloccato il Chromecast tramite l’ultimo aggiornamento firmware. Non si sa ancora se sia una soluzione definitiva o se sia provvisoria in attesa di ulteriori sviluppi, ma al momento lo sviluppo di applicazioni per sfruttare il Chromecast in maniera “alternativa” è ad un punto morto.

Merito di alcune righe di codice che bloccano di fatto qualunque tentativo di accedere al dispositivo con applicazioni non ufficiali o non autorizzate. Secondo Dutta si tratta di un atto intenzionale e voluto per fermare lo sviluppo delle applicazioni come AllCast, mentre secondo altri si tratta di una soluzione momentanea. In ogni caso, il risultato è che il Chromecast è ora utilizzabile solo con le app ufficiali.

Ecco le parole di Dutta:

Attenzione. L’ultimo aggiornamento di Google del Chromecast rompe intenzionalmente [la compatibilità con] AllCast. Hanno disabilitato il supporto a ‘video_playback’ dall’applicazione del Chromecast.

Dato che questa è la seconda volta che hanno volontariamente rimosso/disabilitato la possibilità di riprodurre media da fonti esterne, questo conferma alcuni dei sospetti che ho avuto riguardo il programma per sviluppatori del Chromecast: la polizza sembra essere [stata scritta con] un approccio pesante, dove solo i contenuti approvati possono essere riprodotti tramite il dispositivo. Il Chromecast probabilmente non sarà amichevole con gli sviluppatori indie. Il team Google TV probabilmente darà il via libera solo ai media.

Suggerisco fortemente di aspettare a comprare un Chromecast finchè non riusciamo a capire come Google scegliee di muoversi sulle applicazioni di terze parti. Ci sono anche altre piattaforme (open) e stack che uno potrebbe comprare/supportare (LeapCast, NodeCast, ecc).

Dutta non si preoccupa di andarci giù duro e il consiglio che dà è effettivamente giusto: è meglio aspettare e vedere come si mettono le cose, se si ha interesse a sfruttare il Chromecast anche per altro.

Le righe di codice incriminate sono le seguenti:

Chromecast-code-Dutta

A meno che Google non le rimuova, quindi, non resta che rivolgersi ad altri progetti come PiCast.

Via 1, 2

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Pingback: Google risponde alle critiche sul blocco del Chromecast – Tutto Android()

  • MaxArt

    A Google molto probabilmente non è andata giù che si sia fatto un reverse engineering delle API prima ancora dell’uscita dell’SDK.

    O forse è giusto una misura cautelativa per impedire che qualche applicazione possa “fare casini” con delle specifiche ancora non ben definite.

    È ancora presto per pronunciarsi, ma sicuramente Google vuole avere un certo controllo su questo tipo di dispositivi.

    • MaxArt

      Questa è la risposta di Google:

      We’re excited to bring more content to Chromecast and would like to support all types of apps, including those for local content. It’s still early days for the Google Cast SDK, which we just released in developer preview for early development and testing only.
      We expect that the SDK will continue to change before we launch out of developer preview, and want to provide a great experience for users and developers before making the SDK and additional apps more broadly available.

      Da Arstechnica.
      http://arstechnica.com/gadgets/2013/08/chromecast-could-stream-local-files-until-google-killed-the-feature/

  • Pingback: Recensione Chromecast – Tutto Android()

Top