Google al lavoro sull’assistente personale definitivo

google_now_examples

Qualsiasi cosa cerchiamo in rete, lo facciamo con Google. La funzione di questo motore di ricerca sta diventando sempre più perfetta ed il suo algoritmo sempre più complesso, ma è logico e naturale pensare che in futuro le cose cambieranno soprattutto per quanto riguarda le ricerche personali.

Ad una conferenza a LeWeb a Parigi, il Direttore Tecnico di Google, Scott Huffman, ha parlato dei progetti sui quali il colosso americano si sta concentrando, confermando quanto appena detto riguardo le future novità che saranno introdotte da parte di Google. Le cose cambieranno abbastanza radicalmente e le pagine di ricerca somiglieranno molto di più a Google Now, per cui dovrebbe sparire l’attuale interfaccia con i classici “10 link blu” per ogni pagina.

Anche Google Search per Android ha subìto un drastico rinnovamento da quando è stato introdotto Google Now, e col tempo si arriverà a ricerche dai risultati a schede/knowledge graph. Huffman afferma che con la nuova generazione di Search si potranno svolgere “tutte le attività nel corso della giornata facilmente e velocemente”. L’obiettivo quindi è chiaro: realizzare un assistente personale definitivo, massimo, ultimo, su cui fondare le basi della prossima versione di Search.


Non sarà obbligatorio comunicare con un dispositivo che abbia necessariamente un display con il quale interagire, in quanto Google sta spingendo molto (già da tempo) sullo sviluppo del riconoscimento vocale che consentirà di cambiare brano musicale, mettere in pausa la riproduzione di un film, o svolgere una qualsiasi altra operazione semplicemente con l’ausilio di un microfono e di un dispositivo ricevente, che non è detto debba per forza essere uno smartphone, un tablet o qualcosa del genere.

Naturalmente ci sono delle difficoltà da affrontare ed anche delle cose a cui dare priorità nello sviluppo, ma Google sembra avere le idee chiare: una delle prime questioni da affrontare sarà quella di rendere pro-attivo l’assistente personale, cioè in grado di prendere determinate decisioni al posto dell’utente studiandone i comportamenti. Ad esempio, sarà curioso vedere come Google riuscirà ad abilitare/disabilitare automaticamente le notifiche provenienti da alcune applicazioni piuttosto che da altre.

Tutto questo è quasi dietro l’angolo, dato che Google Now è in continuo sviluppo e Google è alla continua ricerca dell’algoritmo perfetto per studiare i comportamenti degli utenti, per offrire loro dei servizi sempre più indicati alle proprie esigenze. Aspettiamoci che queste novità arrivino ovviamente anche sul mobile.

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Massimo A. Carofano

    Pensassero ad implementare TUTTI i comandi inglesi anche in lingua italiana, sarebbe già un bel passo in avanti..

  • Lo-Zio Riki

    Spero in una Homepage in stile Google Now *_*

  • Fabrizio Mura

    L’obiettivo ultimo è battere Siri di Apple, perché al momento è in qualche modo superiore.

    • Waifod

      In cosa sarebbe superiore?

      • Stanislav Dragan

        Nel rispondere a domande del tipo: chi e il presidente attuale dell’……? :D

        • simone barcellona

          su google now basta che dici “presidente dell’ …” e ti risponde vocalmente e con una scheda.
          Ti conviene documentarti prima di commentare…

          • Stanislav Dragan

            Tranquillo o.o

          • simone barcellona

            Sono tranquillissimo :) era solo un consiglio…

    • Gigi

      superiore in quale realtà parallela?

    • Lol

      Siri? Ma Siri è un giocattolo.. Non gli si può chiedere di far nnt

    • Sid Bradipao

      Difficile comparare due cose così diverse.

    • marco

      sei serio? perchè in italia nè siri nè google now servano a nulla

Top