Mobbles: a caccia di “Pokemon” su Android grazie alla geocalizzazione

Mobbles

Negli anni 90 esplose la moda dei tamagotchi. Vi ricordate il piccolo gioco elettronico solitamente a forma di ovetto? Questo dispositivo permetteva di prendersi cura di un piccolo animale che richiedeva davvero molte attenzioni. Il gioco non colpì solo i bambini, ma qualsiasi persona. Risultava abbastanza difficile essere costantemente attenti ai bisogni dell’esserino, anche perché molto spesso ci si dimenticava l’oggetto a casa. Non avrete lo stesso problema con le piccole creature che popoleranno il vostro dispositivo Android.

Stiamo parlando del nuovo gioco Mobbles, che possiamo definire una specie di tamagotchi in chiave ultra moderna che prende ispirazione anche dai Pokemon.

Come avrete capito, l’applicazione vi permette di far nascere e allevare delle strane creature. Diventerete i loro genitori e dovrete necessariamente prendervi cura di loro. Dopo aver fatto schiudere il primo uovo, potrete avere il primo esserino che inizierà a richiedere attenzioni. Dovrete nutrirlo, accarezzarlo, pulirlo, farlo divertire e metterlo a ninna quando sarà stanco. Con il susseguirsi dei livelli, arriveranno sempre più azioni a disposizione.

    

Compiendo le varie operazioni riceverete dei diamanti che potrete utilizzare nella sezione shop. Dal negozio avrete la possibilità di acquistare del cibo per il piccolo amico oppure degli stravaganti indumenti per vestirlo come più ti piace. Inoltre, potrete anche comprare un nuovo uovo che avrà un certo costo. Gli animaletti potranno essere riposti in delle stanze sempre più lussuose che avranno un proprio tema. La creatura, dunque, potrà vestirsi anche seguendo lo stile della location.

    

Fin qui potrebbe sembrarvi un comunissimo gioco in cui bisogna prendersi cura dei personaggi che mano mano acquisterete, vero? Mobbles in realtà è molto di più! Il gioco, difatti, vi offre la possibilità di accedere ad una sezione molto particolare. Si tratta di ”Catch Mobbles” in cui dovrete dare la caccia ai mostriciattoli per portarli nelle vostre stanze. Visualizzerete una mappa reale, in stile Google Maps, in cui saranno evidenziati i punti dove si trovano le creature. Se queste dovessero essere nei pressi, potranno essere catturati. Se, invece, gli esserini si troveranno troppo distanti dal punto in cui vi trovate, vi toccherà muovervi (nel vero senso della parola) per avvicinarvi ad essi per acciuffarli!

    

Quando vi troverete per strada, sarà sempre meglio dare un occhio alla mappa di Mobbles per vedere se ci sono dei mostriciattoli interessanti nei pressi.

Lanciando l’applicazione di Mobbles vi accorgerete che la sua interfaccia è molto semplice. Dal menu principale potrete accedere a varie sezioni:

  • My Mobbles
  • Catch Mobbles
  • Mobbles Shop
  • Trade Mobbles

    

Dalla prima, potrete accedere allo spazio dove sono presenti le varie stanze delle creature. Tappando su una di esse, potrete gestire il personaggio. Tappando sui bottoni presenti nella parte inferiore della schermata, avrete la possibilità di entrare nella menu a scomparsa del cibo, agli oggetti e molto altro. Per il resto, sarà molto semplice gestire il piccolo essere.

    

La grafica è colorata e dettagliata. Le creature saranno buffe, anche se alcune potrebbero risultare abbastanza mostruose. Ci saranno 50 personaggi da collezionare e sarà impossibile non notare la netta somiglianza estetiche con i Pokemon.  Infine, segnaliamo che durante l’E3 2012, nei pressi della sede del congresso, si potrà catturare uno speciale mostro chiamato Mobble Cuby!

    

Mobbles è scaricabile gratuitamente da Google Play. Qui sotto trovate il link per effettuare il download e il trailer del gioco.

 [app]com.mobblesgames.mobbles[/app]

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Condivido il pensiero di Giuseppe. Un gioco del genere è come dire FarmVille, ci giochi per due giorni, poi ti rompi perché è monotono. Paragonarlo ai Pokémon è azzardato, io ci giocherei ancora con quelli, se mi regalassero un Nintendo ultimo modello con l’ultima versione (non so quale sia l’ultimo modello di DS, sono rimasto indietro anni). Questo perché i Pokémon sono un mito della mia infanzia :)

  • ahahahah è veramente geniale come idea, ma non c’è scopo se non quello di accudirli, invece sarebbe bello fare come nei pokemon, cioè sfidare gli amici con attacchi e cose del genere… un gioco competitivo insomma, non solo una collezione fine a se stessa tipo pet society

  • Al 4° giorno l’ho dovuto disinstallare…ROMPONO LE PALLE IN UNA MANIERA ASSURDA!

Top