Dov’è la mia acqua? 2 per Android: la recensione completa del secondo capitolo

Dov’è la mia acqua 2-icona

La Disney ci ha completamente conquistato con il suo piccolo alligatore verde. Swampy è stato il protagonista di svariati giochi arrivati sul Play Store, ma tutti prendono ispirazione dal noto “Dov’è la mia acqua?” e, dopo tempo, è arrivato il secondo capitolo che può essere scaricato a prezzo zero. Si tratta di un titolo che offre solo nuovi livelli di Where’s my water?? Assolutamente no. Pur restando sempre lo stesso gioco, ci saranno alcune importanti e interessanti novità che rendono il titolo leggermente differente.

Gameplay

Lo sfortunato Swampy ha ancora problemi con la sua doccia e l’acqua non raggiunge i tubi del bagno. Anche in “Dov’è la mia acqua? 2” ci sarà bisogno di utilizzare il proprio dito per creare il solco che consentirà il passaggio del liquido. L’obiettivo, dunque, è ancora quello di arrivare alle tubature. Troveremo non solo normale acqua, ma anche liquidi tossici, il vapore e, ovviamente, non mancano i tanti meccanismi che dovranno essere attivati per liberare il passaggio. Scavare, prendere le paperelle e usare il proprio cervello sono operazioni di fondamentale importanza, ma come abbiamo già detto, il secondo capitolo non offre solo queste caratteristiche.

Dov’è la mia acqua 2-(3)

Per prima cosa, già dal menu principale, capirete che il personaggio da aiutare non è solo Swampy, ma anche Allie e Cranky. I vari alligatori faranno comparire dei differenti livelli, in quelli con il nostro alligatore preferito sarà presente quasi esclusivamente l’acqua, negli stage con il coccodrillo di sesso femminile troveremo il vapore e, infine, nelle missioni di Cranky ci sarà il liquido viola tossico. Inoltre, cambieranno anche le paperelle: classiche, super femminili e verdognole come se fossero fatte di acido.

I livelli non saranno predisposti nel solito modo, ma galleggeranno nella fogna che, inoltre, ospiterà anche tutti gli oggetti che troverete scavando nelle varie missioni. Questa volta i livelli non saranno unici, ma dopo averli superati sbloccherete anche una nuova sfida. Quest’ultima vi farà ripetere la missione, ma lo scopo sarà differente: a volte dovrete raggiungere le tubature senza toccare le paperelle, altre ci sarà bisogno di trivellare i muri oppure dovrete completare il livello al contrario sfidando la forza di gravità.

In alcune missioni non ci sarà nessun protagonista da aiutare, ma dovrete solo acciuffare le papere di gomma cercando di mantenere l’acqua perennemente sullo schermo fin quando non raggiungere l’obiettivo.

Le novità non finiscono qui, arrivano anche degli interessanti power-up che vi consentono di superare facilmente i livelli. Ad esempio, potrete utilizzare “l’aspiratore” per generare un flusso d’aria attorno alle paperelle che attirerà immediatamente l’acqua.

Dov’è la mia acqua 2-(1) Dov’è la mia acqua 2-(4)

Come abbiamo già detto, il secondo capitolo di Dov’è la mia acqua è scaricabile gratuitamente dal Play Store, ma non è tutto oro ciò che luccica. La Disney ci spingerà più volte a fare acquisti in-app. Per prima cosa i potenziamenti saranno acquistabili e, inoltre, avrete bisogno di energia per immergervi nelle avventure degli alligatori. Una volta terminata o aspetterete del tempo oppure la comprerete dallo store, volendo potrete anche richiederla ai vostri amici di Facebook. Effettuando il login-in con il proprio account del social network non solo potrete chiedere aiuto, ma anche confrontare i punteggi ottenuti.

Parliamo un po’ dei prezzi: per ripristinare rapidamente la barra dell’energia, senza attendere, dovrete spendere 0,75 €. Per tenerla perennemente piena, per evitare future scocciature, il gioco ci chiede di spendere la fenomenale cifra di 16,99 dollari. Altri pacchetti (per potenziamenti e consigli) costano 2,99 dollari (pacchetto iniziale) e 9,99 dollari (pacchetto mostro).

Dov’è la mia acqua 2-(7) Dov’è la mia acqua 2-(5)

Grafica e suoni

La grafica risulta definita e molto colorata, Disney non ci delude mai e ci permette di incontrare nuovamente le deliziose ambientazioni di queste simpatiche fogne piene di terra. Avrete anche la possibilità di aiutare nuovi personaggi, differenti da Swampy e, inoltre, le paperelle non solo saranno differenti nelle varie missioni, ma potranno essere accessoriate con divertenti costumi. Inoltre, compariranno dei simpatici filmati che vi mostreranno la storia del coccodrillo super pulito, Allie e Cranky. Stessa identica musica della prima avventura.

Conclusione

Dov’è la mia acqua? 2 ci conquista nuovamente e Disney ci permette di metterlo in download senza pagare nemmeno un centesimo. Forse, gli utenti avrebbero preferito spendere qualche spicciolo e non avere fastidiose limitazioni come l’energia che terminerà costantemente. Di certo non vi converrà acquistarla oppure sbloccarla definitivamente, visti i prezzi richiesti di cui abbiamo già parlato.

Google Play | Dov’è la mia acqua? 2

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • AleAleAleAle

    Segnalo 2 “problemi”
    1)dopo l’aggiornamento mi ha resettato tutti i progressi
    2)connettendolo con facebook mi ha sbloccato tutti i livelli, dato tutte le paperelle e dato energia infinita O.o

    Ovviamente con apk scaricata dallo store eh

  • Filippo

    Mettendo i limiti irritano solo l’utenza. In rete si trova da 2 giorni la versione senza limitazioni. Proverò quella. Senza fare stupidi moralismi, io pretendo di USARE le app senza stupide porcate ideate per complicarmi la vita. Se chi produce non mi rispetta, io non rispetto il suo lavoro, e se non si sente in colpa lui, non mi ci sento nemmeno io.

Top