Editoriale: LG G2 e la rivoluzione del design

G2-back

LG ha avuto davvero molto coraggio nel proporre il nuovo G2. Si tratta, per la prima volta da anni, di un deciso cambiamento in fatto di design dei dispositivi. Forse esagerando, ma si può azzardare e dire che sia una rivoluzione in fatto di design. È dal 2007, anno di presentazione dell’iPhone, che non si vede un netto cambiamento nel modo di progettare e creare il design dei dispositivi.

Di fatto, sono sei anni che tutti i dispositivi hanno uno o più tasti frontali, due o più tasti su un lato per il volume e solitamente almeno un tasto per l’accensione e lo spegnimento su un lato. Alcuni hanno posto il bilanciere del volume su un lato e il pulsante power sull’opposto, altri l’hanno posto sul lato superiore, altri ancora sul fronte del dispositivo. Un’altra soluzione ancora è quella adottata da Nokia e Sony, che prevede di mettere tutti i tasti (incluso quello per la fotocamera) su un solo lato, quello destro.

Una uniformazione al modello Apple che d’altronde è ben nota anche in altri campi (chi ha detto design del sistema operativo?). Ma non voglio parlare delle mie opinioni riguardo quanto è stato preso da Apple, quanto più del fatto che finalmente si vede qualcosa di veramente nuovo nel panorama smartphone in fatto di design.

Tasti sul retro, assenza completa di tasti sui lati, fronte totalmente liscio e con i bordi dello schermo ridotti al minimo, logo sulla parte bassa sotto lo schermo… Tutto è una novità. Anche l’assenza di una cornice sostanziosa intorno allo schermo è una novità benvenuta in controtendenza rispetto alla media – che, tra l’altro, segue Samsung.

Se in fatto di software troviamo indubbie similitudini con Samsung, in realtà in fatto di hardware i due produttori non potrebbero essere più distanti in fatto di approccio al design. Samsung è sufficientemente conservatrice da questo punto di vista ed il suo design è “evoluzionario” con tutti gli ultimi dispositivi, mentre LG ha avuto uno scatto d’orgoglio e ha creato un design rivoluzionario.

Di fatto tutti gli ultimi prodotti top di gamma hanno costituito un cambio netto rispetto alla tradizione di LG: a partire da Optimus Vu, primo (e unico, che io sappia) smartphone con schermo in rapporto 4:3; continuando Optimus G, innovativo più per i materiali e per i dettagli che per le forme; fino ad Optimus G Pro, innovativo per form factor e forme generali del dispositivo.

Non ho ancora avuto il piacere di stringere tra le mani il G2, ma ho idea che il posizionamento dei tasti sul retro renda estremamente semplice l’utilizzo dello smartphone, soprattutto in chiamata. Oltretutto le dimensioni del dispositivo fanno sì che i tasti sul retro siano molto più accessibili di tasti sui lati, che altrimenti sarebbero complicati da raggiungere impugnando lo smartphone con una sola mano.

Chiaramente il G2 è un dispositivo che va provato. Personalmente non vedo l’ora di farlo, anche perchè questo potrebbe essere l’inizio di una riscossa a lungo attesa che riporti LG sulla cresta dell’onda. Intanto, complimentoni vivissimi. Davvero. Tanto di cappello.

Nota: questo articolo è un editoriale e, in quanto tale, rispecchia l’opinione di chi scrive senza voler assumere caratteri di notizia oggettiva o di cronaca dei fatti. Esso è un articolo in cui vengono esposte le opinioni personali dello scrivente e, in quanto tale, non è oggettivo e può essere contrario all’opinione di chi legge. Invitiamo tutti i lettori a commentare tramite gli appositi strumenti mantenendo il rispetto e la civiltà.

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Luca

    bell’articolo e bello, veramente, smartphone :) l’esperienza con Google ha giovato ad LG.

  • bizio

    e quando lo appoggi si spegne?

  • Pingback: LG mostra le funzioni del nuovo G2 in video – Tutto Android()

  • Nicola Sabatino

    Beh secondo me è molto bello questo G2, oltre al fatto che i tasti sul retro per me sono davvero comodi, per esempio quando vado a correre e ho il telefono in tasca, alzare o abbassare il volume del mio S2 è praticamente impossibile, col G2 invece è tutto molto semplice, anche in chiamata o mentre lo utilizzo io ho sempre l’indice all’altezza della fotocamera, che sul G2 si trasformerebbe nell’altezza dei pulsanti :D secondo me sarà molto comodo.

  • drumbo

    molto bello il fatto che con 2 tap sullo schermo quest’ultimo si accenda….così non serve alzarlo dal tavolo e premere il pulsante posteriore……

  • Vincent Ammattatelli

    A me ricorda molto un design già visto da Toshiba (ricordate il G900?). Anche lì si usava il retro come joypad (vediamo chi se lo ricorda. :-) ) con un sensore biometrico.
    Gran bell’oggetto. Per la serie, nessuno inventa niente. ;-)
    Comunque, a me sembra abbastanza buono come tentativo d’innovazione.
    Certo bisogna provarlo prima.

  • mikiblu

    questo tentativo di lg lo apprezzo,vedremo poi come sarà.
    sull’articolo ci puo stare (quasi) tutto…ma optimus g pro innovativo per form factor e forma no dai.è un note2 con il simbolo lg

  • xsteno

    rivoluzionario un par de palle, questo si chiama design a caso. Tanto per fare qualcosa di diverso visto che di nuovo non c’è niente.

  • vice’

    volete rivoluzionare?????abbassate i prezzi….gia’ e’ un primo passo….

  • smartiz

    D’accordissimo !
    :-)

  • Matteo Bottin

    Certo, è rivoluzionario, ma ciò non vuol dire che è migliore. Indubbiamente va provato, in quanto è inutile dire “che schifo” senza cognizione di causa. Possiamo solamente fare delle supposizioni.
    Dal MIO punto di vista il design del g2 (che, tra l’altro, non mi piace) è poco funzionale nell’utilizzo quotidiano (o, per meglio dire, per il MIO utilizzo quotidiano): quando ascolto musica e voglio alzare/abbassare il volume basta che prenda il telefono, che magari è su una superficie liscia, con due mani e il gioco è fatto; in chiamata, io tengo il telefono in modo tale che 4 dita stiano sulla parte sx del dispositivo e il pollice sul bilancere del volume.

    Ovviamente non c’è un design “funzionale” per tutti, dico solo che, per quanto mi riguarda, non lo comprerei…

    • Gigi

      Hai ragione…..il fa schifo senza cognizione di causa va fatto solo per apple…..

  • Enrico Furnari

    Il fatto che sia rivoluzionario, è secondo me una buona prova del fatto che questo sarà (con le dovute modifiche) il Nexus 5.

    • Eugex8.9

      Allora speriamo che il N5 non torni alla plastica, ne aumenti i comodi 4.7″

Top