ABBYY Lingvo: il dizionario multilingue per tutte le esigenze

Ci è giunta in redazione una mail in cui ci è stata offerta la possibilità di effettuare una prova di un prodotto particolarmente interessante: si tratta del dizionario multilingue ABBYY Lingvo, novità sull’Android Market che si configura come una più che valida e interessante alternativa a nomi più blasonati come Slovoed.

Secondo quanto riportato sul sito aziendale, “ABBYY è una società leader nello sviluppo di software per la conversione dei documenti, l’acquisizione dati e di soluzioni linguistiche. Le tecnologie e i prodotti per il riconoscimento di ABBYY aiutano a gestire il sempre crescente volume di informazioni grazie a potenti tool che permettono di: sbloccare informazioni su carta e immagini, acquisire automaticamente i dati, elaborare e salvare le informazioni importanti. Utilizzando i prodotti di riconoscimento e di acquisizione dei dati, gli utenti potranno risparmiare tempo e denaro spesi abitualmente nell’immissione dei dati e trarre vantaggio dalla capacità di accedere alle informazioni in modi nuovi e più efficienti. I nostri prodotti linguistici renderanno la comunicazione più chiara e semplice, abbattendo le barriere linguistiche.”


Ciò che viene detto è, in effetti, vero. Per testare al meglio l’applicazione abbiamo deciso di sottoporla ad un test durato quasi un mese e mezzo, in cui è stata utilizzata quotidianamente come unico dizionario, per verificare al meglio quanto offerto. La prima cosa da dire, che ci ha lasciati molto colpiti, è il prezzo di base dell’applicazione. Con 2,30€ è possibile acquistare l’applicazione dizionario multilingue che comprende ben 58 dizionari base gratuiti per le più importanti lingue europee: italiano, inglese, russo, francese, spagnolo, tedesco, norvegese (Bokmål), finlandese, polacco, greco, portoghese, turco, ungherese, olandese… La scelta è veramente vastissima. I dizionari sono versioni elettroniche di editori come Harper Collins, Hachette, Paravia, Compact Verlag, K Dictionaries e altri, che fanno sentire la propria esperienza nell’alta qualità generale riscontrata.

I dizionari che abbiamo testato più approfonditamente sono i dizionari Italiano-Inglese e Inglese-Italiano, a causa della più elevata probabilità di imbattersi in traduzioni da e per l’inglese e per la nostra maggiore frequenza di utilizzo di tale lingua.

La prima ed unica nota dolente che segnaliamo è, però, relativa ai dizionari base gratuiti. Spesso, purtroppo, i dizionari sono estremamente scarni e presentano definizioni non corrette o relative ad un caso molto particolare, che non sempre permettono una immediata traduzione corretta. Per un utilizzo quotidiano ed immediato sono probabilmente molto più che sufficienti, ma manca spesso quel quid che in particolari situazioni può tornare utile. Per un utilizzo base e senza pretese si rivela, in ogni caso, molto più che all’altezza e garantisce la buona riuscita della comprensione di quanto scritto, anche se in certi momenti la voglia di avere qualche definizione in più si fa sentire.

Discorso totalmente differente è per i dizionari a pagamento. Tutti i dizionari base, più qualcun altro, sono infatti disponibili in edizioni più complete ed espanse a pagamento. Il costo per ogni dizionario è di 9.99$ (circa 7.5€), molto inferiori a concorrenti come il già citato Slovoed (14.99€!). Il costo, però, non deve spaventare: ognuno di questi dizionari è un vero e proprio dizionario completo, come quelli cartacei acquistabili nelle librerie, che garantisce un’esperienza d’uso fantastica.

Abbiamo effettuato un confronto con altri dizionari come DioDict e Merriam-Webster, e abbiamo riscontrato un piacevole fatto: ABBYY Lingvo riesce ad essere più completo e a tutti gli effetti migliore dei concorrenti, proponendo nella maggior parte dei casi più traduzioni e più esempi riscontrabili nella vita reale. Con i dizionari a pagamento non abbiamo sentito alcuna necessità di controllare meglio una parola su un dizionario cartaceo, poichè ogni dubbio è stato esaurito da Lingvo. Raramente ci è capitato di trovare un dizionario per piattaforma mobile così ben fatto e completo, con così tante frasi di esempio e tanti significati proposti. Dopo aver utilizzato tale dizionario, non sentirete più l’esigenza del “mattone” cartaceo, tranne per rarissimi casi.

Come è possibile constatare dall’immagine, l’interfaccia utente è semplice e pulita e prevede una divisione in tre fasce verticali: una piccola fascia bianca superiore con il titolo dell’applicazione, una nera subito al di sotto per effettuare il cambio tra la modalità ricerca e la schermata di selezione dei dizionari e una fascia molto più ampia (circa i 2/3 dello schermo in landscape e i 5/6 in portrait) per la selezione dei termini ricercati. Cliccando sul pulsante affianco alla casella di immissione del testo è possibile cambiare “al volo” i dizionari. Nella schermata di selezione dei dizionari è invece possibile sia selezionare quali dizionari utilizzare, sia accedere al download di nuovi.

 

Considerando tutto l’insieme, ABBYY Lingvo ci ha lasciato molto più che soddisfatti. Se l’esperienza con i dizionari base non è stata delle più esaltanti, i dizionari a pagamento sono fra i migliori in commercio e ci hanno sorpreso ed entusiasmato. Visti i prezzi molto bassi praticati dallo sviluppatore, non possiamo che raccomandare l’acquisto di questa applicazione e dei relativi dizionari. I “contro” sono quasi inesistenti, mentre i “pro” sono moltissimi. In base a questo, il voto attribuito all’applicazione è 9/10.

[app]com.abbyy.mobile.lingvo.market[/app]

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Emilio Gabban

    perchè quando finisco l’installazione poi mi dice”impossibile installare nell’archivio USB o sulla scheda SD”???

    • Anonimo

      Per alcuni programmi capita anche a me con vari programmi… che rom usi?

Top