TrojanSMS.AndroidOS.FakePlayer.a ecco un virus per Android

Dal Kaspersky Lab, famoso antivirus per computer, arrivano cattive notizie per l’os mobile di Google. Sembra infatti che un primo virus per Android stia girando il web e stia già mietendo vittime.

Eccovi una scheda dettagliata del virus:

Nome associato: Trojan-SMS.AndroidOS.FakePlayer.a
Peso: c.a. 14 KB
Tipologia: trojan-sms
Effetti: l’applicazione sembra un normalissimo lettore multimediale ma invece manda sms a numeri premium

Unico consiglio che possiamo darvi per ovviare a questi inconvenienti è quello di guardare i permessi richiesti prima di installare le applicazioni. Va per logica che un presunto lettore multimediale non abbia bisogno di accedere agli sms.

Google ora si muoverà in qualche modo con gingerbread per ridurre questa problematica?

[Via]

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Pingback: TapSnake un secondo Virus attacca Android, scopriamolo… - Tutto Android()

  • Remo

    Avete visto a cosa accede il widget dadi e moneta su desire con froyo?:
    Informazioni personali, servizi che prevedono un costo, i tuoi messaggi, la tua posizione, comunicazioni di rete, i tuoi account, archiviazione, telefonate, strumenti di sistema… manca solo che voglia andare a letto con tua moglie!! :nono:

  • pippi

    ma abusate,io scarico app dallo astore di google,e io devo guardare se c’è un virus? è roba da pazzi!

    google DEVE fare il suo lavoro,e io il mio..mi sembra logico…

    • Nel post dice “Sembra infatti che un primo virus per Android stia girando il web e stia già mietendo vittime” quindi io interpreterei la cosa in modo diverso, ovvero c’è in giro un APK e qualcuno l’ha installato senza farsi troppe domande, quindi probabilmente è al di fuori del Market ufficiale.
      Poi c’è sempre il solito discorso che ci sono un sacco di applicazioni che richiedono dei permessi a dir poco inutili per quello che devono fare, e che mi lasciano sempre con molti dubbi.

Top