Seagate annuncia memorie da 500 GB per i dispositivi Android

seagate-ultra-mobile-hard-drive-580x318

Ricorderete sicuramente che questa non è la prima volta che un’azienda produttrice di componenti elettronici annuncia nuove memorie molto più capienti delle attuali per i dispositivi Android. Per prima è arrivata Samsung, proponendoci delle memorie interne 3D V-NAND da 384 GB; poi abbiamo visto Crossbar annunciare moduli ReRAM da addirittura 1 TB per i dispositivi Android.

Ad oggi questa capienza resta ancora imbattuta per quanto riguarda il settore Android, ma ci pensa Seagate ad aggiungersi al coro delle aziende produttrici di dispositivi di memorizzazione annunciando moduli da 500 GB da installare sui dispositivi Android. Queste nuove memorie, stando a quanto affermato da Seagate, offrirebbero le stesse prestazioni di quelle che vengono realizzate per PC ma presenterebbero delle dimensioni molto più ridotte.

Si tratta, in particolare, di moduli da 2,5 pollici, grandi quindi come un hard-disk di un notebook, ma aventi uno spessore di 5 mm. Queste dimensioni li renderebbero perfetti per i tablet in particolar modo, ed inoltre tali moduli sarebbero provvisti anche di una caratteristica davvero interessante, cioè del Sensore a Zero Gravità (Zero Gravity Sensor), il quale fa in modo che i dati personali restino al sicuro anche quando malauguratamente il dispositivo dovesse cadere e rompersi.

Rispetto ai moduli di memoria da 16, 32 e 64 GB che troviamo attualmente sui dispositivi Android, un modulo da 500 GB o da 1 TB sicuramente rappresenterebbe un passo in avanti molto grande. Si pensi che ora i dispositivi Android sono anche in grado di registrare video in 4K, riprodurre filmati in Full-HD, scattare foto oltre i 13 megapixel, ed eseguire tante altre operazioni che richiedono necessariamente più memoria interna a disposizione. Il problema, però, è che già da un paio di anni sentiamo parlare di memorie più capienti per i dispositivi mobile ma mai nessuna azienda li ha installati su smartphone o tablet. Come accade sempre in questi casi, la prima che si butterà sarà seguita da tutti.

Dunque, chi pensate che lo farà per prima?

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • ezio gallo

    a chi è sempre in viaggio, a chi piace girare video, fare foto e ascoltare tanta musica una memoria simile serve soprattutto con i video fullHD e i nuovi 4k che occuperanno una quantità immane di memoria e come diceva un altro utente i nuovi tablet sono dei veri e propri PC quindi queste memorie sono ad hoc..

  • ezio gallo

    a chi è sempre in viaggio, a chi piace girare video, fare foto e ascoltare tanta musica una memoria simile serve soprattutto con i video fullHD e i nuovi 4k che occuperanno una quantità immane di memoria e come diceva un altro utente i nuovi tablet sono dei veri e propri PC quindi queste memorie sono ad hoc..

    • carlomangano

      il problema è che se la velocità non è almeno di 120 mb/s i video in 4k non possono essere registrati bene.

      il 4k non è indispensabile ma zoomando il video o estraendo un fotogramma o tanto per moda perchè si vuole catturare di più è sempre un vantaggio

  • max carloni

    ben vengano memorie capienti, lo spazio a disposizione non basta mai !

  • Marco Scardovi

    Personalmente memorie superiori ai 64Gb le trovo inutili ma ben venga che qualcuno produca memorie da 500Gb/1Tb (quest’ultima è veramente da fantascienza)

    • ant157

      be sui vari transformer, o sui surface, utilizzabili come pc veri e propri, tanta capienza non è un handicap anzi l’esatto opposto.
      Si può anche finalmente spingere su una multimedialità a 360°!

  • Alessandro Pellizzari

    Il problema di tradurre articoli da altri blog inglesi è che poi le informazioni sono imprecise o incomplete.

    1- Questo è un hard disk, non una “memoria” (termine generico con cui pare che nel mondo mobile si intendano le memorie di tipo flash).

    2- Le prestazioni (dichiarano) saranno come quelle delle altre memorie flash per dispositivi mobili, e non come quelle dei PC. Questo perché useranno una parte software che farà da cache. Il che significa che occuperà RAM. Quando avremo 4 o 8 GB di RAM sui tablet andrà anche bene (ma lo fa già il kernel Linux, mi chiedo a cosa serva un software aggiuntivo…), ma finché i 2 GB saranno per pochi, o anche comuni, saranno troppo pochi per potersi permettere di infilarci anche un software aggiuntivo e una cache.

    3- la tecnologia “salva dati” è nientepopodimeno che il parcheggio molto veloce della testina del disco quando rileva accelerazioni superiori a tot g. Non è che se si spacca il disco (o il tablet) recuperate comunque i dati.

    In definitiva, viste anche le dimensioni (2.5″), nello stesso spazio ci si infilano 4 SD o due CF, e si arriva tranquillamente a 500 GB di spazio già adesso con affarini come questo: http://www.aliexpress.com/store/product/Multi-SD-Card-Adapter-to-SATA-2-5-hdd-case-with-RAID-4-TF-to-SATA/909573_705577675.html
    Che ok, magari è più spesso, ma avete capito. Non ci sono testine, non ci sono dischi rotanti, non c’è seek time, non c’è frammentazione, il transfer rate è costante, e con buone schede si arriva a 30 o a 60 MB/sec. Mettendole iin RAID anche a 240 MB/sec.

    L’unica cosa da vedere sarà il prezzo.

Top