Ricarica wireless Nexus 4: ecco come funziona

dsc05778

I ragazzi di droid-life hanno avuto modo di testare il caricabatterie wireless del Nexus 4 chiamato Orb. Acquistabile al prezzo di 59.99 dollari, Orb è uno di quegli accessori che rende ancora più completo e funzionale il Nexus 4. È possibile acquistarlo direttamente sul Play Store per ora solo negli USA e presto ovunque, a patto che questo sia disponibile nel Paese in cui vi trovate. Trattandosi di un accessorio compatibile e costruito secondo gli standard di ricarica wireless Qi, in futuro potrà essere utile anche con altri smartphone visto che la ricarica wireless sta sempre più avvicinandosi ad essere uno standard.

Ma ora veniamo alle impressioni. Il caricabatterie wireless è molto facile da usare, proprio come sembra. Basta collegare il caricabatterie ad una presa di corrente, appoggiarlo su una superficie piana e poggiargli sopra il Nexus 4, in modo tale da far corrispondere la parte di ricarica con il caricabatterie. Tra quelli provati, Orb è quello che fornisce la miglior esperienza di ricarica in quanto permette al dispositivo di mantenersi inclinato in modo da poter essere ancore utilizzato con facilità, a differenza di altri piatti che non forniscono un’esperienza di ricarica così intuitiva.


Orb è costruito davvero bene e sembra un piccolo Nexus Q tagliato a metà. Possiede un peso importante – e non potrebbe essere altrimenti, visto che deve reggere un dispositivo – e un rivestimento antiscivolo di color nero opaco. La superficie d’appoggio di ricarica, inoltre, è gommata in modo tale da rendere difficilissimo se non impossibile che il dispositivo si possa muovere, anche soltanto di un millimetro. La pendenza della superficie, oltretutto, non è così elevata da permettere allo smartphone di scivolare ma tutto è pensato e costruito in modo da funzionare al meglio. È inoltre leggermente appiccicosa al tatto e per rimuovere il dispositivo dalla ricarica si deve fare una certa forza.

Il fondo del caricabatterie che appoggia su una superficie piana è anch’esso gommato in modo da tenerlo ben fermo e stabile. Il prezzo, come detto, è di 59.99 dollari, un po’ altino se confrontato con altri caricabatterie wireless ma c’è anche da dire che è uno dei migliori, in quanto mette insieme una costruzione eccellente, particolari curati e un design futuristico e molto funzionale. È comunque un prodotto di qualità che per chiunque sia in possesso di un Nexus 4 e non solo, può essere un valido accessorio. Oltretutto, offre un’esperienza migliore se utilizzato su una superficie piana in quanto vi permetterà di usare lo smartphone contemporaneamente alla ricarica in modo agevole.

Discorso diverso se avete intenzione di ricaricarlo su una superficie morbida e non piana, allora in questo caso meglio acquistare un caricabatterie piatto. L’unico problema è come acquistarlo. Purtroppo è disponibile solo tramite Play Store USA e, anche quando lo sarà anche in quelli Europa, in Italia sarà comunque assente. È anche vero che la stessa situazione si è presentata anche per Nexus 4, ma nonostante questo in tanti lo hanno acquistato, usando store online, amici e parenti. Se siete interessati e avete già in mente come acquistarlo, vi lasciamo con una corposa galleria di immagini e con un breve video che lo mostra in azione.

[nggallery id=93]

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Utilizzare il telefono mentre è in ricarica diventa impossibile o scomodissimo, come pure utilizzarlo da praticamente scarico a meno di non lasciarcelo sempre sollevandolo in continuazione alla bisogna interrompendo e riprendendo tutte le volte il ciclo di carica.
    Fico ma di fatto rappresenta più un limite che un beneficio.

  • eè una semplicissima dock .. ce l’avevo 10 anni fa per l’Alcatel One Touch Easy .. con la differenza che lì il telefono aveva il suo bell’alloggiamento e i pin di connessione, qui no. Wow, che innovazione.

    • Marco Grasso

      In verità la ricarica wireless è tutt’altro.

      http://en.wikipedia.org/wiki/Inductive_charging

      • cristiano

        infatti, da non confondere con una dock recharge!

        • Si ma qual’è il reale vantaggio rispetto ad una dock recharge?

          • Arus

            che non solleciti lo spinotto interno del telefono

    • cristiano

      vai a farti visitare , hai dei seri problemi!

  • federicomagnani

    A me risulta che abbia dei magneti per tenere ancorato il Nexus 4…mi sembra improbabile che sia “appiccicoso”

    • Marco Grasso

      Infatti non abbiamo detto che si tieni “incollato” ma che semplicemente la superficie di ricarica è leggermente appiccicosa, come lo può essere della semplice gomma. Parere di chi lo ha provato. ;)

  • Nazzareno Lacidogna (FB)

    meglio il caricatore normale a cavo…mamma mia il nexus 4 quant’è figone!

  • È un oggetto totalmente inutile!! Spiegatemi che vantaggio traggo da utilizzare questo o il carica batterie normale!

    • cristiano

      forse sei tu inutile che dici? non siete capaci di vedere oltre il vostro naso.. questo presente non vi compete, andate via.

      • Ma perchè devi offendere, ‘sti fanboy mestruati sono il cancro.
        Gli tocchi il loro aggeggino e schizzano. Comunque vorrei capire anch’io l’utilità visto anche il costo, sei vincolato alla presa della corrente come un normale caricatore.. paradossalmente con il cavo hai anche l’impugnatura libera e carica più veloce, quindi sì lo dico, E’ INUTILE! In caso contrario please argomentare.

    • Francesco C.

      Sono parzialmente d’accordo con te sulla sua inutilità rispetto al cavo tradizionale, difatti se sono per esempio nel letto, e il dispositivo è scarico, non posso usarlo. Probabilmente è sbagliato l’approccio con la tecnologia in questione.
      Secondo me sarebbe ottimale per l’uso in macchina, avere un caricatore wireless come quello posizionato sul cruscotto sarebbe comodissimo, magari con qualche automatismo tipo l’avvio del navigatore, e la connessione all’auricolare bluetooth o all’autoradio (sempre tramite bluetooth).

      Potrebbe essere anche una fantastica idea per i locali, dove è possibile dare ai clienti una ricarica per i propri smartphone solo appoggiandolo al tavolo.

      E’ sicuramente un’innovazione, ma la sua utilità dipende sempre dal contesto.

Top