Recensione Samsung Gear 2

samsung-gear-2

Il Samsung Gear 2, successore del Galaxy Gear, è stato presentato durante il Mobile World Congress 2014 da cui vi avevamo riportato le nostre prime impressioni. In quei pochi giorni, dove tutto era frenetico e l’organizzazione generale non era il massimo, ci sembrava semplicemente un Galaxy Gear ma invece era qualcosa di più – o forse è meglio dire che è qualcosa di diverso. A bordo non c’è Android, bensì Tizen, il sistema operativo open source di casa Samsung basato su Linux e adattato al piccolo schermo degli smartwatch. Scopriamo dunque questo Samsung Gear 2, un orologio smart che è disponibile in commercio ad un prezzo che, a nostro avviso, risulta un po’ fuori misura: 299 euro.

Video Recensione di Samsung Gear 2

Hardware & Ergonomia

Samsung Gear 2 è un dispositivo realizzato con cura e precisione. Il corpo dell’orologio è per metà di alluminio e per metà di plastica; ovviamente l’alluminio è utilizzato sulla parte esterna e questo ne migliora l’estetica, facendolo sembrare un prodotto di pregio. Anche il vetro leggermente curvo risulta essere di buona qualità, ma soprattuto piacevole al tatto. Positivo il fatto che sia presente un trattamento anti impronte. Subito sotto al display è posizionato un pulsante home fisico, anch’esso in alluminio, mentre sulla parte superiore è presente l’inserto al cui interno sono posti la fotocamera e il trasmettitore a raggi infrarossi (utile per comandare televisori, lettori DVD/Blu-ray, amplificatori, ecc). A differenza del Galaxy Gear la fotocamera e il microfono sono ora posizionati sulla cassa dell’orologio e non più sul cinturino che a tal proposito è anche intercambiabile. Sul retro del corpo inoltre, così come su Gear Fit, è presente un sensore per il rilevamento del battito cardiaco, piccola aggiunta utile per chi pratica spesso sport. Il cinturino è invece ovviamente di gomma, zigrinata all’esterno e ondulata all’interno per far respirare meglio il polso; alle estremità un meccanismo a clip in alluminio per fissare l’orologio al polso ma anche per regolarlo e adattarlo meglio. Nel complesso, dunque, il Samsung Gear 2 è dispositivo ben costruito e realizzato con dei buoni materiali. Sul piano hardware invece abbiamo caratteristiche come: 4GB di memoria interna (esplorabile con la galleria), 512MB di memoria RAM, fotocamera da 2 megapixel, batteria da 300 mAh e sensori vari quali accelerometro, giroscopio, sensore per il rilevamento del battito cardiaco e trasmettitore infrarossi. samsung-gear-2-corpo

Display di Samsung Gear 2

Se c’è una cosa di cui si può essere certi è di poter vedere sempre chiaramente il display del Samsung Gear 2. Il Super AMOLED del display da 1.66 pollici impiegato su questo dispositivo è davvero luminoso se impostato ad un livello di 5 o 6 (che è il massimo). La risoluzione dello schermo non è elevatissima (320×320) ma, viste le dimensioni, tanto basta per far quasi passare inosservati i singoli pixel. Il touchscreen reagisce bene e supporta alcune gesture per navigare all’interno del sistema operativo; ad esempio è possibile andare indietro da una schermata all’altra semplicemente con uno swipe verso il basso. A ricoprire il display è presente un vetro all’apparenza molto resistente, contornato da una cromatura grigia. samsung-gear-2-display

Fotocamera di Samsung Gear 2

La fotocamera di questo Samsung Gear 2 non è ovviamente quella che ci aspetteremmo da uno smartphone, tuttavia risulta comunque discreta e accettabile. Uno dei difetti che si fanno più notare è il fatto di non poter disabilitare il suono dello scatto; questa potrebbe essere una “funzionalità”(it’s not a bug, it’s a feature!) inserita a difesa della privacy delle altre persone, che in questo modo si accorgono sempre se si sta scattando una foto con l’orologio. Le foto possono essere scattate in diverse risoluzioni: 1920×1080 (16:9), 1080×1080 (1:1), 1280×960 (4:3); è possibile scegliere una messa a fuoco automatica o macro. Alle foto è poi possibile allegare anche un contenuto audio e questa è una funzionalità aggiuntiva sicuramente interessante. Non manca la possibilità di allegare alla foto la posizione e di comandare la fotocamera con la voce pronunciando “Scatta” per fare una fotografia, oppure “Registra” per registrare un video.

Batteria di Samsung Gear 2

L’autonomia del Samsung Gear 2 non è male. Trattandosi di uno smartwatch (e quindi con evidenti problemi di spazio per inserire batterie più capienti) sicuramente la sua durata è lodevole. La durata media che abbiamo verificato è di 3 giorni pieni, dopodiché bisognerà ricaricarlo per non arrivare a metà del giorno successivo col Gear 2 che si spegne. Chiaramente l’effettiva durata dipende dall’utilizzo che si fa dell’apparecchio e non è possibile fare una stima valida per tutti i casi d’uso. Non abbiamo quindi una durata da primato ma, visti tutte le funzioni di cui è dotato questo Samsung Gear 2 e il display luminoso, è sicuramente un buon risultato. samsung-gear-2-fianco

Software di Samsung Gear 2

Per quanto riguarda il software, come detto ad inizio articolo il sistema operativo a bordo del Samsung Gear 2 è Tizen invece di Android. Si tratta di un sistema molto giovane che ha ancora tutto da dimostrare, ma che sta pian piano facendosi largo nel vasto mondo della tecnologia mobile anche (e soprattutto) grazie all’impegno di Samsung. Le applicazioni presenti non sono molte, ma sono indubbiamente di più di quelle disponibili per la prima generazione di Galaxy Gear e potrebbero (dovrebbero?) aumentare con l’arrivo sul mercato di nuovi prodotti. Il sistema operativo non ha mai un problema e solamente le animazione di transizione sembrano avere dei microlag. Per il resto, l’esperienza è fluida e veloce, nonostante l’hardware limitato e le risorse chiaramente scarne. Tra le applicazioni preinstallate troviamo: fotocamera, contapassi, telecomando WatchON per controllare la TV o altre apparecchiature, lettore musicale, promemoria vocale, esercizio, frequenza cardiaca, riposo, notifiche, tastiera (per fare chiamate), rubrica, galleria, cronometro, time e trova dispositivo. Particolarmente simpatica la possibilità di controllare le varie apparecchiature di casa – in primis la TV – con lo smartwatch grazie all’emettitore di infrarossi, che evita la scocciatura di dover trovare il telecomando e porta il controllo dei dispositivi al nostro polso. Cosa manca al Samsung Gear 2? Google Now! A differenza degli smartwatch con a bordo Android Wear, Tizen non ha comandi vocali estesi a tutto il sistema ma limitati alla fotocamera e questa è una mancanza che si fa sentire. samsung-gear-2-camera

In conclusione

Samsung Gear 2 è un Galaxy S5 in miniatura con Tizen e convertito in smartwatch. Pur non avendo caratteristiche tecniche all’avanguardia, è dotato di una serie di sensori che di volta in volta risultano sempre più comodi, come ad esempio il sensore ad infrarossi per controllare la TV di casa, oppure la fotocamera per scattare una foto al volo o ancora il fatto di poter rispondere ad una chiamata e interloquire direttamente dall’orologio (magari mentre siamo in auto). Nel complesso dunque si tratta di un ottimo smartwatch, fra i migliori sicuramente per impieghi ed utilizzi, ma purtroppo un po’ troppo costoso. Per 299 euro e senza compatibilità ufficiale con tutti i dispositivi Android, lo smartwatch è un po’ sopravvalutato, ma una volta sceso di prezzo al momento non avrà rivali, Android Wear a parte s’intende (in un settore nel quale al momento i protagonisti sono pochi e di cui ancora non si capisce la destinazione).

VOTI

Ergonomia 9
Hardware 8.4
Materiali 8.5
Display 8.5
Fotocamera 6.5
Audio 6.7
Batteria 7.7
Software 8
Qualità/Prezzo 7
Esperienza utente 9
Voto Finale

7.8

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • annarita

    ciao! volevo sapere: come registra l’audio? quanto tempo al max registra?

  • Pingback: Arriva “fashion” Shazam, la nuova App che riconosce i vestiti |()

  • Ho un gear 2 neo, in abbinata a nexus 5, sapete se ce un modo per installare le app?!?

  • trucido

    Ho un gear neo, e trovo ottimo il sistema delle notifiche e la possibilità di gestire il tipo di allenamento, precisi i comandi vocali, ma il market tizen è scandaloso, ci sono Pochissime applicazioni utili e una marea di giochi ( vorrei sapere chi gioca su uno schermo così piccolo), c è solo un applicazione che permette di utilizzare g.mass, ma cosa più grave manca la possibilità di rispondere almeno agli hangouts ( non sms) e a Gmail…noto poca cura nell’ approvare le applicazioni..mi piacerebbe avere android wear al posto di tizen

  • Gark121

    ad oggi è lo smartwatch che mi sembra più interessante (soprattuto come hw), ma tizen ha poche app, la batteria, benchè buona, ancora non fa una settimana (minimo di accettabilità per me), e soprattutto ci va un galaxy per usarlo. ah, e costa 300 euro, non pochissimi (nemmeno un’esagerazione, ma abbastanza perchè non lo si possa considerare solo uno sfizio ecco).

  • Umberto Sulla

    Io ho il vecchio gear …
    Samsung ha rilasciato l’update a Tizen…risultato:
    identico in tutto e per tutto nell’utilizzo al gear 2, manca solo il sensore infrarossi e quello di battito cardiaco. Si trova a 149 euro e funziona alla grande.

    • gambit3rd

      E se ci rimetti sopra Android, è meglio ancora. Io mi sono rifiutato di aggiornare. XD

      • Umberto Sulla

        e allora come fai a sapere che android è meglio? O ci metti una ROM alternativa come _Null e lo usi con i programmi android da telefonino consumando un sacco di batteria … potrebbe anche essere meglio. Io ho installato _null ma poi sono tornato indietro a stock perché l’ho ritenuta un’aberrazione l’utilizzo di uno smartwach con dei launcher standard android…
        Ma per un utilizzo da utente medio ti posso garantire che tizen è molto meglio.
        A parte il fatto che puoi utilizzare l’orologio per la musica senza bisogno di avere con se il cellulare, sono state aggiunte tante belle novità, come il gestore del sonno oppure il monitoraggio di corsa, escursionismo, ciclismo e camminata …in modo completo senza dover installare programmi di terze parti.
        E poi si passa da quella decina di programmi (per la maggiorparte inutili) disponibili con android a centinaia di programmi tizen, come navigatore collegato a maps, forez, carfinder, gear2cam che ti permette di controllare la fotocamera del telefono… G2Settings per controllare volume, wifi, batteria del cellulare, a centinaia di giochi tra cui 2048… e ogni giorno ne aggiungono una decina nuovi

        • gambit3rd

          Mi sono espresso male: mi sono rifiutato di permanere nell’aggiornamento. XD
          Ho aggiornato per un paio di giorni dopo che su XDA è comparso il downgrade (per me Tizen è ancora acerbo).

          Io sinceramente uso la Null rom con il launcher Samsung e mi trovo bene. Il gestore del sonno lo uso tramite Sleep As Android che è molto più completa e funzionale, per la musica posso installare un lettore tranquillamente. Giocare sull’orologio non mi interessa granchè ad essere onesto anche se ho notato che un giochino tipo Jetpack Joyride è piuttosto adatto a quel tipo di schermo. Però non mi ispira giocarci.

          Ed è proprio questo il punto: con android ho a disposizione praticamente TUTTO il playstore. Con Tizen sussiste il problema delle poche applicazioni di cui godeva prima. Ora ce ne sono un pò in più, ma non da gridare al miracolo.
          Per quanto riguarda il navigatore collergato a Maps, pare ci siano problemi a scaricarlo dallo store per chi ha il primo Gear. Di contro, io posso mettere direttamente Maps. :P

          • Umberto Sulla

            Ho provato, ma è solo uno sbattimento assurdo, preferisco Tizen e le nuove app adattate all’utilizzo del polso.
            Non è vero che “Praticamente tutte” le app possono essere installate. Maps funziona solo la versione precedente, e comunque bisogna mettere in piedi marchingegni assurdi per condividere da cellulare il 3g e il gps, installando sia da una parte che dall’altra manualmente programmi che non fanno altro che ciucciare batteria a telefono e orologio. Ogni volta bisogna staccare il teethering e il gpsserver per preservare la batteria… e se lo si vuole fare in automatico bisogna mettere altri programmi tipo tasker e compagnia cantante.
            Troppo sbattimento.
            Ti posso garantire che dopo il’aggiornamento dello store samsung tutte le app tizen sono fruibili anche da gear prima version e funzionano out of the box perfettamente.
            Certo, se però hai tempo di “smanettare” con queste cose ed è un tuo hobby, allora Android è più “divertente”.
            Questo non lo metto in dubbio

            Io l’ho fatto, ci sono riuscito a fare funzionare tutto come volevo, poi mi sono stancato ed ho deciso di passare a Tizen
            3 giorni di batteria piena con attiva l’accensione automatica e il contapassi sempre attivo. Qualità chiamate nettamente migliore che con android, c’è la possibilità di usare flecsy keyboard per mandare messaggi, ecc, ecc,

  • dan97

    pebble tutta la vita =)

    • Umberto Sulla

      un bel pataccone, si. Ce l’ha il mio elettricista, ma non farei cambio. Tutta la vita Gear, se non altro per il touch, le chiamate, la possibilità di usarlo come ipod senza cellulare al seguito, ed anche le foto.
      Ah si , i comandi vocali come funzionano su pebble? Io li uso moltissimo sul gear.

      • dan97

        ciao, prima di acquistare pebble avevo considerato anche il gear 2 neo ma sinceramente per me le chiamate non sono utili da smartwatch e poi non avendo un telefono Samsung le funzioni si riducono a quelle del pebble, con la differenza che quest’ultimo dura il doppio e ha lo schermo sempre acceso ma non ha il cardiofrequenzimetro (che non mi serve). Certo , io faccio il paragone con il neo( che non ha la fotocamera) ma penso che il pebble vada più che bene anche perché avrei avuto le stesse cose sul gear . Naturalmente si sente la mancanza dei comandi vocali , ma tanto non li avrei avuti comunque XD

Top