Recensione Samsung Galaxy Alpha

Samsung_Galaxy_Alpha

Samsung va incontro alle esigenze di tutti, anche di coloro che desiderano trovarsi fra le mani un dispositivo un po’ più pregiato rispetto al solito materiale plastico impiegato su tutti i suoi smartphone. Da qui nasce il Samsung Galaxy Alpha, il primo dispositivo della casa coreana ad adottare, seppur in piccola parte, un po’ di alluminio, materiale che da alcune generazioni accompagna sul mercato numerosi smartphone della concorrenza.

Vediamo dunque più nel dettaglio il Samsung Galaxy Alpha nella nostra recensione.

Video recensione di Samsung Galaxy Alpha

Hardware & Ergonomia

Il Samsung Galaxy Alpha assomiglia molto, per componentistica interna, ai più recenti compagni: Galaxy S5, Galaxy S5 Mini e Galaxy Note 4 per fare alcuni nomi. Anche su questo dispositivo troviamo infatti caratteristiche tecniche performanti insieme agli ormai tipici sensori aggiuntivi per rilevare le impronte e misurare il battito cardiaco.

Non si può certo negare che Samsung abbia privilegiato la cura del design in questo dispositivo, né l’attenzione ai materiali: i bordi sono interamente in alluminio così come i pulsanti del volume e di accensione/spegnimento; gli angoli curvano verso i lati lunghi rimanendo, però, sporgenti e rientrando poi con un taglio netto. Questo piccolo dettaglio, a prima vista inutile e scomodo, dà invece personalità al dispositivo e non inficia l’ergonomia.

Il retro è realizzato in plastica come da tradizione Samsung, ma la sensazione al tocco è differente rispetto a quella del Galaxy S5 e dà effettivamente l’impressione di essere premium.

Sul fronte troviamo un vetro con certificazione Gorilla Glass contro urti e graffi mentre sul retro una cover in policarbonato removibile ricoperta da uno strato semi-gommoso che offre decisamente un buon grip ed è piacevole al tatto.

Lo smartphone non ha poi dimensioni particolarmente elevate, dato che parliamo di 132.4 x 65.5 x 6.7 mm. Samsung Galaxy Alpha risulta inoltre essere molto leggero con un peso di 115 grammi. L’ergonomia risulta nel complesso molto buona ed è facile utilizzare il Samsung Galaxy Alpha con una sola mano.

Il display ha una diagonale pari a 4.7 pollici e usa un pannello Super AMOLED con risoluzione HD (1280×720) in grado di offrire un’ottima visibilità sia sotto al sole che da diverse angolazioni, offrendo sempre una qualità visiva omogenea e brillante. Il cuore di Samsung Galaxy Alpha è composto da un processore octa-core Samsung Exynos 5 (quad-core Cortex A15 a 1.8 Ghz + quad-core Cortex A7 a 1.3 Ghz), da una GPU Mali-T628 MP6, da 2 GB di memoria RAM e 32GB di memoria interna non espandibile.

Il comparto fotografico è costituito da una fotocamera principale posteriore da 12 megapixel con flash LED capace di registrare video fino a 4K e da una fotocamera frontale da 2.1 megapixel.

Sul fronte connettività, Galaxy Alpha supporta tutte le reti GSM con connessioni da EDGE a LTE, Wifi 802.11 a/b/g/n/ac, Bluetooth 4.1, NFC, WiFi Direct, DLNA, mentre per la geolocalizzazione GLONASS, GPS e Beidou. Non mancano poi i vari tipici sensori di luminosità, prossimità, accelerometro, giroscopio e bussola digitale.

Nel complesso un hardware ben armonizzato che offre prestazioni di alto livello unite ad una compattezza ed ergonomia generale del dispositivo particolarmente buona. Unica nota dolente è la batteria, che ha una capacità di soli 1860 mAh.

Samsung_Galaxy_Alpha_3

Display, Audio & Multimedia

Samsung produce display di ottima fattura e anche questo Samsung Galaxy Alpha presenta un pannello di qualità. La diagonale misura 4.7 pollici e, per chi non ama i phablet, questo smartphone può risultare di dimensioni gradevoli e adatte per l’utilizzo con una sola mano. Il display possiede una risoluzione HD (quindi 1280×720), non particolarmente alta ma sufficiente per garantire un’ottima visibilità che, associata ad un altrettanto ottimo angolo di visuale, offre un’esperienza visiva davvero elevata.

A bordo di Samsung Galaxy Alpha è installato un singolo altoparlante, posizionato però sul lato inferiore del dispositivo. Ciò permette al suono di uscire sempre in modo chiaro, anche quando lo smartphone è poggiato su una superficie piana, con evidenti vantaggi di udibilità dei suoni provenienti dallo smartphone (non solo musica, ma anche suonerie e notifiche).

Nel complesso, dunque, l’esperienza multimediale risulta molto buona. Certo, non abbiamo un display ampio come accade per molti altri dispositivi, tuttavia questo può essere anche un vantaggio: le dimensioni sono più contenute e non c’è bisogno di una risoluzione elevatissima – con ripercussioni negative sulla batteria – per offrire una densità di pixel alta, che migliora generalmente l’esperienza utente.

samsung_galaxy_alpha_1

Fotocamera

Il comparto fotografico di Samsung Galaxy Alpha è composto da due sensori: uno frontale da 2 megapixel, con funzionalità di “migliora volto” per scattarsi veloci autoritratti, e uno posteriore (che è, poi, il sensore principale) da 12 megapixel, affiancato da un flash LED e capace di registrare video fino alla risoluzione 4K (Ultra-HD, 3840×2160).

La qualità delle foto e dei video è abbastanza buona, soprattutto se l’ambiente fotografato è ben illuminato. Di sera o comunque in presenza di poca luminosità le immagini tendono a presentare maggior rumore d’immagine, che rimane comunque nella norma rispetto a tutti gli smartphone di questa fascia.

Di seguito qualche scatto di prova.

Batteria & Autonomia

La batteria di Samsung Galaxy Alpha è uno di quei componenti che non hanno ricevuto particolare attenzione e l’autonomia risulta essere il punto debole di questo smartphone, nonostante le dimensioni e la risoluzione contenute dello schermo. La capacità della batteria è di 1850 mAh, che permette un utilizzo medio di circa 13-14 ore complessive con 2 ore e mezza di display effettivamente acceso.

Nel momento in cui si va ad utilizzare più intensamente lo smartphone l’autonomia cala drasticamente, con la necessità di effettuare una ricarica ben prima di arrivare a sera. L’unica soluzione, se ci si trova a metà giornata con poca batteria, è attivare una modalità di risparmio energetico che assicura qualche ora in più durante la giornata. Sono presenti differenti modalità, tra cui una più estrema che porta lo schermo a mostrare le immagini in bianco e nero.

A questo proposito, non è ben chiaro come una schermata in bianco e nero possa aiutare l’autonomia a migliorare: visto e considerato che i pannelli AMOLED consumano di più quando riproducono il bianco, perché usare tale colore quando si vuole risparmiare batteria? Questo è uno dei tanti dilemmi riguardanti le scelte di Samsung in materia di batteria ed autonomia per questo dispositivo.

Samsung_galaxy_apha_2

Software

Sul piano software questo Galaxy Alpha non ha niente di diverso dal recente Samsung Galaxy S5. Esso presenta, infatti, tutte le caratteristiche software del top di gamma – sensore biometrico per le impronte incluso. L’unica differenza grafica che si può notare è nella lockscreen: l’animazione è rimasta immutata, mentre gli effetti grafici sono stati modificati e si accostano bene al pattern frontale del dispositivo.

Fra le app più rilevanti troviamo:

  • Samsung Apps: un market di applicazioni creato da Samsung e alternativo al Google Play Store;
  • S Health: applicazione per monitorare la nostra salute e attività fisica, compatibile con tutti gli accessori Smart Gear;
  • S Voice: l’assistente vocale Samsung;
  • Smart Remote: ottima applicazione che sfrutta il trasmettitore infrarossi per comandare la televisione. È possibile inoltre guardare quali programmi sono in onda o saranno in onda più tardi oltre a vedere una scelta dei programmi consigliati basata sulle preferenze;
  • Waze: applicazione di terze parti che fa da navigatore;
  • ChatOn: una sorta di WhatsApp a marchio Samsung;
  • Flipboard: applicazione di notizie integrata anche nel launcher (raggiungibile facendo uno swipe dopo l’ultima schermata a sinistra nella home). Le notizie sono, così, sempre a portata di dito con la funzione MyMagazine;

Fra le impostazioni troviamo, infine, i soliti settaggi per abilitare le funzionalità di interazione di movimento come lo scrolling intelligente per fare lo scrolling di una schermata semplicemente inclinando la testa o lo smartphone; la pausa intelligente per fermare il video quando si distoglie lo sguardo dallo smartphone o, ancora, l’Air View per vedere le anteprime degli elementi semplicemente avvicinando il dito sul display senza toccarlo. Una scheda apposita è poi dedicata alle impronte digitali per attivare varie funzionalità: lo sblocco schermo con l’impronta oppure l’abilitazione di pagamenti PayPal sempre attraverso l’impronta.

Il software gira in modo molto fluido, non abbiamo notato grossi ed evidenti lag né nell’interfaccia né nel passaggio da un’applicazione all’altra.

galaxy_alpha_software

In conclusione

Samsung Galaxy Alpha è, a nostro avviso, lo smartphone più bello che Samsung abbia mai realizzato dal punto di vista del design. L’alluminio non è presente sulla totalità del dispositivo ma vederlo ben rifinito sui bordi dona al dispositivo un certo fascino e una sensazione di pregio. Inoltre, le dimensioni sono abbastanza contenute e di conseguenza l’ergonomia è buona ed utilizzare lo smartphone con una sola mano è semplice.

Nel complesso si tratta, dunque, di un ottimo smartphone, la cui unica pecca è la batteria non particolarmente capiente (seppur rimovibile) che può dare più di un grattacapo a chi fa un utilizzo particolarmente intenso dello smartphone.

Ringraziamo GliStockisti per averci fornito questo sample da recensire. Samsung Galaxy Alpha lo trovate sul loro sito al prezzo di 499 euro nella versione 32GB blu scuro.

VOTI

Ergonomia 8.8
Hardware 9
Materiali 9
Display 9
Fotocamera 8.3
Audio 8
Batteria 6.8
Software 9
Qualità/Prezzo 8
Esperienza utente 9
Voto Finale

8.7

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Pingback: Gli smartphone Samsung saranno sempre più sottili e di qualità elevata - Tutto Android()

  • Pingback: Samsung Galaxy Alpha al prezzo più basso di sempre: 389 €! - Tutto Android()

  • Pingback: Samsung svela il Galaxy Alpha Limited Edition Free Lance Bordeaux in Francia - Tutto Android()

  • Pingback: Samsung SM-E500, trapelano le prime specifiche tecniche - Tutto Android()

  • giaron74

    Resisre all’acqua?

  • Anty

    forse l’hardware merita un buon voto nel complesso,nn lo sò..ma come già detto da altri il fatto di costare simili cifre con una batteria del genere nn me lo fà prendere in considerazione neanche lontanamente,fosse anche il più stiloso del mondo.tra i 300-400€ max lo capirei ancora..(anche se sceglierei sempre altro con batterie decenti) a 700 € significa donare soldi a samsung,come d’altronde succede anche con apple.

  • M0rg@n

    scatta anche in slo-motion? :D

    • chillotti alessandro

      Registra Si

      • M0rg@n

        A quanti fps?

        • chillotti alessandro

          la qualità è in HD Ma molto buona (120fps)

          • M0rg@n

            ah come l’iphone 5s in pratica :D buono, ci stà :D

  • Tron Legacy

    Dare 9 ad un display 720p (che andrebbero anche bene su un 4,7′) PENTILE (che è conosciuto per “sgranare” i pixel) secondo me è assolutamente esagerato. Il Galaxy Nexus aveva un 720p pentile da 4,5′ e mi ricordo benissimo che per quanto avesse uno dei migliori display in commercio la densità di pixel non poteva essere minimamente paragonata ai concorrenti RGB

    • Il display usa lo stesso ordine dei subpixel di Galaxy S5 e Galaxy Note 4. Pentile non indica una sola tecnica di disposizione, ma varie!
      Detto questo, non entro nel merito della scelta del voto perché non è di mia competenza.

      • Ho assegnato quel voto perché la qualità del display è davvero elevata. Il Galaxy Nexus in confronto non si può vedere con quell’effetto carta riciclata di sfondo.

        • yatta

          Uso il gnex da due anni sarà superato ma il display non mi sembra proprio carta riciclata. Date voti alti a display non HD e poi dite ste cose mah. Mi piacerebbe vedere cosa hai detto ai tempi de gnex

        • Tron Legacy

          indubbiamente la qualità della tecnologia pentile è migliorata negli anni, ma il succo è sempre quello…
          il Galaxy Nexus era solo un esempio

  • Gianmarco C.

    Beh, la metamorfosi di Samsung in Apple si avvicina sempre di più. In ogni caso, il fatto che questo smartphone sia di metallo va solo a suo demerito. Serve a illudere i sempliciotti convinti che avere un oggetto metallico lo renda più lussuoso, e chissene importa che in realtà lo renda peggiore. Una testata giornalistica, però, dovrebbe sapere bene che in quest’ambito la plastica è il materiale più appropriato. Se no, tanto vale andare a informarmi al bar.

    • Immaginiamo anche noi che una testata giornalistica debba saperlo. Non essendolo, però, non possiamo darti conferma!

    • Elias Koch

      condivido la tua visione, anche se ovviamente ..de gustibus non disputandum est…
      ad ogni modo trovo ridicolo parlare sempre di materiali premium o nobili quando sono gli stessi di una maledettissima lattina di cocacola. L´alluminio é tutto fuorché premium o nobile..Vogliamo un bel materiale premium, usiamo il titanio. Li si che sono daccordo, ma il materiali piú malleabile e deformabile dopo lo stagno e il piombo non mi pare possa essere piu nobile del PC che svolge egreggiamente le sue funzioni, e inquina meno.

  • Dario · 753 a.C. .

    solo per il fatto che ha una scarsa batteria uno smartphone non andrebbe preso in considerazione.
    non è un PC fisso che lo usi attaccato alla corrente.

    • Dvd8921

      Probabilmente il mio pc fisso grazie all’ ups dura di più! ehehe

Top