Recensione HTC Desire 610

htcdesire610

HTC Desire 610 rappresenta la seconda novità di casa HTC presentata, sempre in versione mockup, durante il Mobile World Congress 2014. A differenza del fratello maggiore, il phablet HTC Desire 816, di cui potete trovare già la nostra recensione, in questo caso si tratta di un vero e proprio smartphone date le sue dimensioni più contenute ma comunque generose, a causa dei margini come sempre molto larghi.

HTC Desire 610 è uno smartphone che si posiziona in una fascia di prezzo medio-bassa ed è possibile acquistarlo già dai primi giorni di Maggio su Amazon Italia ad un prezzo leggermente superiore rispetto a quello consigliato al pubblico di HTC Italia, ovvero 299 euro.

In breve

Pro:

  • Fluidità Software
  • Batteria
Contro:

  • Riflessi sul display
  • Fotocamera di discreta qualità
  • Dimensioni

Video Recensione

Hardware & Ergonomia

Le misure fisiche di questo HTC Desire 610 dicono già tanto, insieme al suo peso: 143,1 x 70,5 x 9,6 mm e 145 grammi. Confrontandole ad esempio con quelle di HTC One M8 (146,3 x 70,6 x 9,4 e 159 grammi) non è difficile notare come le dimensioni siano praticamente identiche con la non poca differenza, però, che questo Desire 610 è dotato di un display da 4.7 pollici. La tecnologia del display è ovviamente LCD e la sua risoluzione è appena qHD, purtroppo, ovvero 960×540 pixel. La bassa densità di pixel tuttavia non si fa notare particolarmente, al contrario invece la luminosità non eccellente e del riflesso prodotto dallo schermo.

Riguardo i materiali questo HTC Desire 610 ha una scocca completamente di plastica ad esclusione della parte frontale, dove un vetro con certificazione Gorilla Glass ricopre il display. L’ergonomia nel complesso è discreta e l’unico neo è la plastica lucida che sul retro conferisce allo smartphone il tipico effetto saponetta, per cui il dispositivo tende a scivolare facilmente dalle mani. La qualità costruttiva invece è molto buona.

Sotto la scocca in plastica troviamo l’hardware vero e proprio: il processore è un Qualcomm Snapdragon 400 da 1.2Ghz affiancato da una GPU Adreno 305, da 1GB di memoria RAM e da 8GB di memoria interna espandibile attraverso MicroSD. La connettività è completa e quindi supporta reti 2G, 3G ed LTE; non manca il modulo GPS + GLONASS per la geolocalizzazione e i vari sensori quali: accelerometro, sensore di prossimità e di luminosità.

Sulla parte frontale abbiamo poi due altoparlanti – uno superiore ed uno inferiore – di discreta qualità (inferiore di 3 gradini rispetto a HTC One M8 e 1 gradino rispetto a Desire 816) con tecnologia HTC BoomSound, una fotocamera da 1.3 megapixel che registra video alla risoluzione massima di 720p, una fotocamera principale sul retro da 8 megapixel con apertura f/2.4 capace di registrare video fino alla risoluzione di 1080p ed, in ultimo, la batteria da 2040 mAh di tipo non removibile, dato che la scocca è fissa e gli slot per MicroSD e NanoSIM si trovano all’interno di uno sportelletto sul fianco sinistro dello smartphone.

desire816_sinistro

Display

HTC Desire 816 ha un display da 4.7 pollici LCD con risoluzione qHD, quindi 960×540 pixel. Nel complesso il display risulta essere di mediocre fattura, in quanto si vede fin da spento che non ha una qualità elevata, ed il vetro che lo ricopre purtroppo riflette fin troppo la luce; a questo ci si aggiunge la luminosità che lascia a desiderare e che non permette una buona visione sotto al sole. In contesti normali, non estremi, la visibilità del display comunque è buona, i colori tenui mentre purtroppo l’angolo di visuale non è esageratamente ampio.

desire610_display

Fotocamera

La fotocamera principale è costituita da un sensore BSI con apertura f/2.4 capace di registrare video fino alla risoluzione di 1920×1080 pixel. Una fotocamera direi nella media, che fa particolarmente fatica quando sono presenti degli sbalzi di luce. In generale, offre un grado di dettaglio non particolarmente elevato.

La fotocamera frontale invece è da 1.3 megapixel ed, in condizioni di buona luminosità, riesce a scattare dei discreti selfie.

Di seguito le nostre foto di prova, un video registrato a 1080p ed alcune foto scattate in diverse condizioni di luce:

Batteria

Riguardo la batteria, questo Desire 610 non si comporta affatto male, come tra l’altro il suo fratello maggiore Desire 816. L’amperaggio è di 2040 mAh e permette di arrivare tranquillamente a sera con un utilizzo medio. Di seguito i nostri 3 test:

  • Utilizzo intenso: 4 ore e mezzo di display con circa 13 ore di attività;
  • Utilizzo di media intensità: 2 ore di display con circa 24 ore di attività;
  • 20 minuti di gioco a Real Racing 3: -9% di batteria;

desire816_retro

Software

Sul piano software, HTC Desire 610 si comporta molto bene pur trattandosi di un dispositivo di fascia media. Certo, l’unico Gigabyte di memoria RAM si fa sentire una volta che si lanciano diverse applicazioni, ma basterà fare una pulizia all’interno del task manager per veder tornare il software girare fluidamente.
La navigazione nel browser è molto buona, sia con il browser installato di default sia con Chrome, anch’esso comunque presente fin dal primo avvio. Il dispositivo è leggermente lento nel re-rendering della pagina durante lo zoom out, ma comunque nulla che impedisca all’utente di leggere velocemente una news di TuttoAndroid.

Anche sul reparto Gaming HTC Desire 601 si comporta molto bene, probabilmente grazie all’eliminazione di alcuni dettagli grafici. Ad esempio, su Real Racing 3, gli specchietti retrovisori presentano una immagine fissa, ma personalmente preferisco avere meno effetti e più fluidità rispetto a più effetti ma poca fluidità.

Il comparto telefonico ed SMS è quello classico di HTC ed, avendo a bordo Android 4.4.2 KitKat (con interfaccia grafica Sense 6.0), si ha anche la possiblità di utilizzare Hangout come applicazione predefinita dei messaggi. L’audio in capsula è abbastanza nitido mentre, purtroppo, quello degli altoparlanti un po’ gracchiante al livello massimo. La ricezione invece rientra nella media.

Non mancano ovviamente tutte le funzionalità dell’interfaccia Sense, quindi BlinkFeed, Zoe, modalità bambino ed applicazioni varie, ad esclusione ovviamente di quelle funzionalità caratteristiche di HTC One M8, come l’editing avanzato delle foto (le opzioni che utilizzano il sensore di profondità) e l’applicazione TV, dato che sul Desire 610 non è presente un sensore infrarossi.

desire610_software

In conclusione

HTC Desire 610 si salva da un giudizio mediocre grazie al software che risulta essere fluido e non presenta particolari problemi. Questo, probabilmente, è merito del display con risoluzione qHD (dove la quantità di pixel da gestire è inferiore), ma sicuramente anche merito dell’ottimizzazione software che HTC riesce d implementare su ogni terminale. Il design, poi, è un fattore soggettivo, ma comunque risulta gradevole tranne per quei margini inutilizzati (ipoteticamente) che contornano il display e che risultano molto spessi.

HTC Desire 610 è commercializzato in Italia al prezzo ufficiale consigliato di 299 euro.

VOTI

Ergonomia 7.5
Hardware 7
Materiali 7
Display 6.5
Fotocamera 6.5
Audio 8
Batteria 8
Software 9
Qualità/Prezzo 8
Esperienza utente 8.5
Voto Finale

7.5

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Pingback: Recensione HTC Desire 820 - Tutto Android()

  • alvinsmith

    di solito, le versioni di Android in cina telefoni sono ridotto all’osso, che è la principale ragione per cui l’ottimizzazione sono i problemi. Il Cubot one (Lenteen) è Android 4.3, custom firmware, sono realizzati da sviluppatori indipendenti. Ora come ora Android 4.2 Jellybean ha il custom firmware!!!

  • Marco Dotti

    Ma 300 € no assolutamente. con 300 € ti prendi il Nexus 5.

  • Gark121

    uno smartphone che fotografa un’altro smartphone. lo z2 restituirà il favore al desire? :)

  • Dario Filosa

    Ottima videoprova bravo M.C. Io personalmente non credo che questo smartphone possa meritare 8 nel rapporto qualità prezzo. L’hardware non è granché, la memoria interna è piccola e nessuno dei componenti utilizzati è recente. Aggiungo che la plastica utilizzata non mi è piaciuta per nulla così come i bordi generosi attorno al display e la mancanza di tasti fisici. Temo che chiunque scelga questo terminale come una alternativa “economica” all’M8 si possa trovare abbastanza deluso.

Top