Qualcomm ritratta l’affermazione sul processore a 64 bit di Apple

9254

Ricorderete sicuramente le affermazioni rilasciate da Anand Chandrasekher, Capo Marketing di Qualcomm, quando ha esternato le proprie idee sull’utilità/inutilità del processore a 64 bit di Apple installato sull’iPhone 5S. Secondo Chandrasekher, questo tipo di CPU non porta benefici sul piano delle prestazioni e, quindi, il suo utilizzo è imputabile puramente a questioni di marketing. Per saperne di più, vi invitiamo a consultare il nostro articolo dedicato.

Qualche giorno dopo queste dichiarazioni, però, Qualcomm prende le distanze dal suo Capo Marketing ed afferma quanto segue tramite un portavoce:

I commenti fatti da Anand Chandrasekher, CMO di Qualcomm, riguardo la tecnologia a 64 bit sono sbagliati. Sia l’hardware che il software dell’intero ecosistema mobile si stanno muovendo verso i 64 bit; e l’evoluzione ai 64 bit porta funzionalità ed esperienze utente ai dispositivi mobile derivate dai PC desktop, oltre a dare la possibilità a processori e software per il mobile di portare a nuove classi di dispositivi.

Al contrario di come si possa pensare in un primo momento, Qualcomm non ritratta una sua stessa affermazione ma quella del suo Capo Marketing, prendendone quindi le distanze. Tra l’altro, molto probabilmente, durante il prossimo anno Qualcomm dovrebbe iniziare la produzione di nuovi processori proprio a 64 bit, dunque ben fatto da parte dell’azienda che ha messo subito le cose in chiaro.

Via

 

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Giovanni

    Si insomma il processore a 64 bit al momento non serve a una m****a. Questa insomma è una pseudoinnovazione alla quale avrebbero potuto pensare tutte le altre marche. Il dispositivo di punta Apple è un prodotto qualitativamente puzzolente: ha tutti i sensori sballati ed inoltre, nonostante il materiale di cui è fatto, (perché solo questo rimane), tutti i componenti sono ancora inferiori a tanti dispositivi di punta android. La batteria non dura una cippa ed è persino meno capiente di suddetti dispositivi. Beh, comunque resta eccellente l’assistenza Apple. Chissà quali altre pseudo innovazioni ci riserverà Apple. Beh il lettore di impronte scordavo: UTILISSIMO.

  • Simone Filardo

    A me sembra che non ritratti nulla. È ovvio che in un futuro con processori sempre più potenti e più ram a disposizione e applicazioni che sfruttino questa potenza allora saranno utili. Ma nel caso specifico dell’iphone 5s non c’è nulla di sbagliato.

  • Marco Scardovi

    Ci manxa solo che facciano quelli a 128bit per i computer e in seguito per i dispositivi mobili

  • Fabrizio Menesini

    Che in questo momento non ci siano benefici è corretto.
    Quando i dispositivi saranno adatti allora i 64 bit avranno un senso, quindi secondo me non è che il precedente commento sia poi tanto sbagliato…per la Apple i 64 bit sono solo marketing

  • Bigons

    Si sbrigasse Qualcomm a far uscire i suoi processori a 64 bit sennò Apple li brevetta e dopo ciao ciao….
    Cmq onore al merito ancora una volta Apple è stato precursore di novità
    Bene farebbero chi insegue ad imparare

    • danitkd93

      non credo possa brevettare processori a 64 bit in quanto già esistono nel mercato.

      • Bigons

        Era per dire …. visto che Apple brevetta tutto …..
        Magari brevetterà la carta su cui è stato stampato il btrevetto

      • MaxArt

        Può brevettare le *istruzioni* a 64 bit, ma non credo che ne abbia create di nuove. Apple ha fatto il design dell’A7, ma lo sviluppo è stato affidato a Samsung.

    • Andrea Tomassi

      Sì ma resta il fatto che io pago OGGI centinaia di euro in più per una feature hardware (i 64 bit) che servirà fra 2-3 anni forse, ovvero quando dovrò buttare il mio hardware perché obsoleto.
      Oltretutto il vantaggio principale, ovvero poter indirizzare più di 4GB di ram, non sarà mai sfruttato perché la ram degli smartphone non è espandibile.
      Ben fanno secondo me gli altri costruttori a risparmiarci questa spesa oggi, e farci pagare la nuova architettura quando servirà e potremo sfruttarla.

      • Bigons

        Notizia di oggi …. a gennaio uscirà GS5 con proc. a 64 bit.
        Secondo me costerà i soliti 699….. La tecnologia migliora ma il tetto del prezzo resta. Almeno negli ultimi anni

        • Andrea Tomassi

          Appunto. La domanda è: vale esattamente IL DOPPIO di un Nexus 5 che fra l’altro esce anche prima? (Fra qualche giorno).
          No perché costa esattamente il doppio. Quindi non dovrebbe essere solo “un po’ meglio”. Dovrebbe far gridare al miracolo a quel prezzo.

  • MaxArt

    Ahi, Chandrasekher si sarà preso una bella bacchettata sulle dita…

    • Alex Gombi

      :)

Top