Preferite i tasti fisici o i tasti software?

E’ da quando è stato presentato il Galaxy Nexus con Android Ice Cream Sandwich che in parecchi si sono posti la domanda: ma sono più comodi da utilizzare i tasti fisici (o anche soft-touch) oppure quelli software introdotti con Android 4.0? Alla domanda non è facile rispondere, in quanto sicuramente tante persone non avranno avuto il piacere di utilizzare un Galaxy Nexus e quindi di ricevere un feedback da questa nuova funzionalità.

Spezziamo delle lance a favore di entrambi i tipi di tasti.

I tasti fisici sono i primi ad essere stati implementati sui cellulari e successivamente sugli smartphone. Essi danno un feedback sicuramente soddisfacente all’utente che “sente” il dispositivo, che riesce a controllarlo, a gestirlo e a capirne e prevederne il comportamento grazie alla pressione. Anche se sono qualcosa di meccanico, i tasti fisici sono ancora utilizzati nel progetto di nuovi smartphone, ma nel tempo essi hanno subìto qualche upgrade che li ha promossi a tasti soft-touch, ugualmente funzionali e precisi.

I tasti software che invece troviamo sul Galaxy Nexus con Android Ice Cream Sandwich sono stati implementati direttamente all’interno del sistema operativo e sembrano funzionare piuttosto egregiamente, anche se il tipo di feedback che si riceve è sicuramente diverso. Si tratta comunque di una nuova frontiera alla quale gli smartphone sono giunti e con essi si è spianata la strada per la progettazione di device con sempre meno tasti.

Dunque, ci rivolgiamo a tutti gli utenti, soprattutto a coloro che hanno avuto la possibilità di provare entrambe le tipologie di tasti: quale delle due vi soddisfa di più o vi si addice meglio?

Cosa preferite?

View Results

Loading ... Loading ...

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Antonino Parisi

    Ho avuto per diversi mesi un LG (prima g2 poi g3) con i tasti software e mi sono trovato benissimo. Ora sono passato ad un Samsung (anche se per ora solo come tablet) e devo ammettere che i tasti soft touch non sono male, anzi quasi li preferisco. Tuttavia il tasto fisico centrale proprio non lo sopporto, ed infatti ho scaricato diverse app che mi hanno completamente eliminato la necessità di usare quel tasto anche, per esempio, per l’accensione del display da spento: vuoi mettere fare doppio toc sul sensore di prossimità invece di premere ogni volta quell’orrendo tasto fisico? Oppure vuoi mettere effettuate swipe nella parte inferiore dello schermo per visualizzare le app recenti o per tornare alla schermata home soprattutto quando sei in modalità orizzontale? Ed infine, vuoi mettere avere un mini tasto virtuale per spegnere velocemente il display oppure fare doppio toc sul display per spegnerlo? Sarebbe anche bello poter fare doppio toc sul display per riaccenderlo ma non ho trovato alcuna app utile in tal senso, ma mi basta poter fare doppio toc sul sensore di prossimità.
    Quindi ricapitolando, la soluzione migliore per me è rappresentata da tasti tutti soft touch, compreso quello della home, con in più il doppio toc sia per spegnere che per accendere lo schermo…

  • Unnamed

    non so perché ma mi sembra l’ennesima trovata per risparmiare sui costi del materiale del dispositivo (a scapito dell’uso, un tasto fisico è sempre presente anche se a video ti crasha tutto o per qualche motivo non è in vista, oltre alla sensazione tattile del bordo) mantenendo inalterato (o magari aumentando) il costo del device.

    Magari mi sbaglio eh, ma dopo aver capito la strategia apple nel ridurre porte i/o, tasti fisici, e quant’altro..spacciandole come “features”.. il dubbio mi viene.

  • Tavolondario

    ci sono i pro e i contro
    i software sono piu belli
    i fisici sei sicuro di averli premuti e magari il sistema risponde meglio

  • Pingback: Preferite i tasti fisici o i tasti software? | Android()

  • Michi

    Tasti software, tastiera T9.

  • ANTONIO D’AMELIO

    avendo provato sia i fisici che i software , promuovo pienamente i tasti software… semplicemente perchè sono adattabili,simpatici, funzionali,scompaiono nella visione dei video rendendo il dispay una piccola tv. insomma con il mio g nexus non rimpiango minimamente i softouch. Tenendo presente che è solo l’inizio di questa nuova tecnologia, con il tempo potrà solo migliorare e diventare sempre più perfetta…lo stesso era per i softouch… tempo al tempo:)

  • tasti fisici..però di tipo softkey avendo un gs2 con tasto home “meccanico” mi lascia perplesso sulla longevità del tasto stesso mentre sul mio vecchio liquid essendo softkey penso che dureranno praticamente finchè vive il telefono…personalmente i tasti software sono l’unica cosa che boccio del galaxy nexus li trovo anti-estetici e in alcune condizioni difficilmente raggiungibili (tipo se non guardi lo schermo)

  • Anonimo

    Io rispondo Fisici in quanto se qualcosa si blocca posso ancora premere qualcosa al di fuori del sistema :D per sensazione ecco

  • aieie

    tasti software purchè siano resistenti progettati per durare a lungo

    • aieie

      upz..fisici

  • Pego71

    Avendo il GN nn posso che apprezzare i tasti software, sono belli da vedere li puoi gestire ed modificare a piacere, in questo senso la comunità si è già mossa ,roteano quando giri lo schermo, scompaiono quando nn servono , è vero che porta via spazio, però sono i costruttori che devono implementare questo tipo di soluzione in schermi ampi ad esempio il minimo deve essere 4,3″ o 4,7″ pollici…

  • ndroid

    I tasti software possono essere personalizzati, rimpiccioliti, spostati (anche lateralmente). Però i tasti softwarwe mangiano schermo ed è da notare che nel Galaxy Nexus c’è spazio per quattro tasti, spazio sprecato. Poi una funzione dei tasti software dovrebbe essere quella di potersi rimpicciolire, ingrandire o scomparire a comando dell’utente.

  • Eros

    tasti fisici a sfioramento(tipo il galaxy tab 7 per intenderci)..il meglior compromesso

  • Tommaso Collini

    dipende tutto dal feedback (risposta fisica ma ancora di più reattività della risposta) che i tasti softw riescono a dare.. la frustrazione è dietro l’angolo…

  • Personalmente avevo paura di trovarmi peggio con i tasti software… invece mi trovo abbastanza bene.. pero’ preferisco ancora i tasti fisici… troppe volte si preme il tasto software per errore e si chiude l’applicazione!!

  • Non ho mai usato i tasti software, quindi non potrei dare una risposta completa.
    Partendo dalla considerazione che almeno un tasto fisico è necessario, quantomeno per riattivare il cellulare, devo però dire che i tasti software hanno il grandissimo pregio di essere personalizzabili, sia come icona, sia come funzionalità.
    Del resto, è già da diversi anni che “tappiamo” su tastiere virtuali, quindi non credo che sia più un problema. Già oggi abbiamo tanti tasti a sfioramento che non funzionano in maniera differente.

Top