In arrivo i primi notebook con Android prima del rilascio di Android 5.0

intel-notebook-android-fine-anno

La versione 5.0 di Android, che molto probabilmente sarà denominata Key Lime Pie e che sicuramente non sarà presentata al prossimo Google I/O, viene classificata come quella che porterà Android ad un nuovo livello, un po’ com’è successo con Ice Cream Sandwich. Android 5.0, infatti, dovrebbe essere quella versione del sistema operativo Open Source di Google che introdurrà la compatibilità con l’interfaccia laptop, cioè notebook.

Samsung ed altre aziende, però, pare stiano già lavorando ad alcuni prototipi di notebook con Android prima del rilascio di Android 5.0 Key Lime Pie, il che potrebbe voler dire che queste aziende avrebbero trovato il modo di adattare la grafica e la fruizione dei contenuti presenti in Android ad un form factor più simile ai PC portatili piuttosto che ai dispositivi mobile “tradizionali”.

I primi computer portatili con a bordo Android (probabilmente 4.2) pare arriveranno nei prossimi 2-3 mesi ad un prezzo relativamente basso, circa $200 (€150) ed, il fatto che il rilascio di Android 5.0 sia stato posticipato a data indeterminata, può lasciarci immaginare appunto che adattare l’interfaccia di un sistema operativo sviluppato prettamente per il mondo dei dispositivi mobile richiede ancora molto lavoro per essere portata su dispositivi come i notebook, senza andare a penalizzare l’esperienza utente.

A questo punto, quindi, possiamo ipotizzare che Android 5.0 Key Lime Pie sarà lanciato insieme al nuovo smartphone della serie Nexus entro i mesi di Ottobre/Novembre e, chissà, forse anche insieme al primo notebook della serie Nexus della storia.

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • SprunkFerra

    Sì, l’idea non è male, anche se con arm secondo me un pc è sprecato…
    Ps. Note II è potente esattamente il doppio del mio netbook e circa 1, 5 volte il mio pc XD

    • emanuele_zanetti

      hahaha! era esattamente quello che intendevo, magari non ci si potrà far girare sopra Crysis 3, però per fare cose di tutti giorni è perfetto :)

  • GLIVEX

    vediamo, a me piace l’idea di aver una sistema su portatile che gira con android ottimizzato per usarlo come pc, cosi avremo apple, windows e google, poi col tempo ci saranno portatili con android sempre più potenti e anche costosi con app più impegnative, questo scenario sarebbe molto interessante

  • leonardo impagliazzo

    ancora non avete imparato a convertire i dollari in euro come fanno le multinazionali? 199 dollari sono 199 euro :D

  • carlomangano

    perfetto. 150 euro per un notebook in grado di leggere le email,andare su fb,ascoltare musica,guardare video,estrarre file,navigare su internet sono pochi.

    anche se è meglio linux ma il problema è rendere compatibili le app di arm su piattaforme intel ,x32. ma per 150 euro mi va bene android.

  • Marco Missere

    La cosa sembra interessantissima :D

  • SprunkFerra

    Per questo esiste già Android x86, ma ha molti difetti.. ad esempio la maggior parte delle app sono per ARM e non partono su pc Intel, inoltre è molto scomodo da usare col mouse :(
    Preferirei un altra distro linux solo per pc e android o ubuntu touch sui tablet.

    • emanuele_zanetti

      beh, si potrebbe risolvere il problema montando un processore ARM, praticamente mettere l’hardware di uno smartphone nel form factor di un portatile, il che renderebbe possibile a) mantenere dimensioni molto contenute b) mantenere un peso molto contenuto e c) avere abbastanza spazio per infilarci una batteria abbastanza potente da durare 10/12 ore (effettivamente non so se sto esagerando, comunque intendo un’autonomia superiore a qualsiasi portatile/tablet in commercio). tanto ormai un Note II ha una potenza di calcolo paragonabile a quella di un PC mediocre o di un netbook, una configurazione molto valida per chi deve fareun utilizzao basilare di un PC, quindi perché no? trovo l’idea carina anche se credo che una soluzione del genere porterebbe inevitabilmente alla morte di Chrome OS.

Top