Non è rooting, è OpenSource!

Nel forum Google si è accesa qualche giorno fa una discussione quanto riguarda il Nexus S e la semplicità nell’abilitare i permessi di root tramite il solito comando previsto anche per il Nexus One “fastboot oem unlock“.

All’annuncio infatti che il Nexus S era già stato aperto come una conchiglia tramite il comando fastboot alcuni utenti hanno accusato Android di avere poca sicurezza e molte vulnerabilità; riguardo ciò è intervenuto Nick Kralevich, un ingegnere dell’Android Security Team, che assicura che Android è un sistema sicuro e che il comando fastboot è stato realizzato apposta perché sia il Nexus S che il Nexus One sono stati concepiti con l’idea di poter utilizzare firmware differenti.


Continua poi dicendo che tutti i dispositivi dovrebbero poter permettere di sostituire il firmware originale ma tuttavia i produttori impostano dei blocchi che obbligano l’utente ad usare vie diverse pur di sostituire la rom.

Qualcuno è contrario a queste affermazioni?

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Pingback: Buy Facebook Fans()

  • Pingback: Weekly koalalorenzo: December 25th « Lorenzo Setale()

  • Alessandro

    beh si ma la casa produttrice ha l'ultima parola, è lei che paga i pezzi di ricambio o le sostituzioni. La htc non fa problemi, la samsung non lo so.

  • Per mettere un aggiornamento ufficiale, jon ti serve il root, cioè sul mio liquid A1 posso mettere eclair ufficiale del acer per il mio terminale nato con donut. il root serve solo per custom rom.

  • Alessandro

    secondo me dipende dalla casa…htc per esempio ti ripara in garanzia il n1 anche se lo hai chiaramente rootato e magari ci hai pure cambiato la rom…chissà come la metterà samsung, volendo potrebbe ritenertela nulla come pure htc avrebbe potuto.

  • dio

    ci voleva qualcuno che zittisse tutta quella marea di utenti che si credono dei geni!! La filosofia Google merita tutto il mio rispetto

  • Andrea

    Ciao a tutti! Non essendo un grande esperto vorrei porvi una domanda? Il nexus s è uno smartphone senza il discusso processore dual core, trascurando i motivi per i quali non c'è stato messo, secondo voi potrà avere qlc problema a far girare i futuri aggiornamenti del sistema operativo? Mi spiego meglio, già si parla del fatto che honeycomb sarà fatto per il tegra 2, allora mi chiedo…ma tra un anno come andrà questo cellulare con i futuri OS di android?
    grazie a tutti per le risposte!!

    • Raythekool

      In realtà il fatto che un sistema sia ottimizzato per un processore non pregiudica di per sé il funzionamento con altri.

      In più i "nexus" sono ad oggi i terminali ufficiali android, quindi tutte le release future saranno supportate per tempi ragionevoli.

      Ovviamente nessuno credo si aspetti che il nexus1 sia ancora supportato nel 2025 per la versione che uscirà quell'anno…

      • MaxArt

        Nel novembre 2019 ci sarà il Nexus 6… :D

    • dio

      nessuno ha mai detto che honeycomb sarà per tegra2 si è detto che sarà piu adatto per i tablet rispetto a froyo.

      il nexus s resta cmq lo smartphone su cui android si svilupperà quindi verrà aggiornato per molto molto tempo ancora

  • Massimo

    Complimenti a Google!
    Un sistema operativo aperto ed un cellulare aperto sono una bella combinazione.

  • pure io penso che sia assolutamente anche un modo per capire se un terminale è affidabile più di un altro. nel senso che se è difficile poter personalizzare il proprio acquisto a piacere, metto in dubbio la volontà del azienda di produrre un prodotto affidabile al uso del utente che compra un android sia per l'usabilità che questo sistema ci dà, ma anche la possibilità di aggiornarlo al momento giusto lato SO…. quindi la stessa azienda non mi da abbastanza sicurezza sul fatto che svilupera aggiornamenti SO durante il periodo di vità teorico del mio acquisto. periodo di vita che dovrebbe portarmi alla scelta e la garanzia di avere un bene completto di tutte le sue funzionalità.
    spero che si capisca il mio raggionamento. e se si, invito comunque tutti a prenderlo in considerazione al momento della scelta del futuro acquisto di un terminale anche e soppratutto android. perchè come (se ho capito bene) google afferma, il suo sistema è aperto alla libera scelta di aggiornare o no il SO dei terminali android, quindi fanno bene a non bloccare i loro google experience… anzi dovrebbero essere tutti cosi.
    in secondo penso che se google tiene aperto il suo SO, è anche per guadagnare in termini di risparmio di sviluppo… e cosi, se qualche bravo svilupatore riesce a migliorare il codice sorgente orriginale… anche gratuitamente, google guadagnera in capacita del sistema operativo in generale, e può implementare le migliorie su tutti dispositivi android senza avere costi altissimi. lo svilupatore può anche guadagnare una riconoscenza da parte del consumatore, ma anche della google o altre aziende che svilupano SW. dal utente prodiggio di un piccolo forum al diventare uno svilupatore professionale in un azienda qualunque. questo è anche in linea di massime l'open source.

    • dio

      Il fatto è che google lasciando libero android, intendeva appunto facilitare l'aggiornamento da parte di htc, acer, samsung etc dei loro dispositivi. (ci riescono hobbisti di xda vuoi che non ci riescano i programmatore di htc acer e samsung?). Quello che non ha saputo prevedere google è l'avidità di questi marchi che tendono ad aggiornare il meno possibile per privilegiare i nuovi prodotti.

      • AntonioCaiazza

        ottima osservazione, google con questo ha voluto rispondere ai produttori che preferiscono vendere nuovi terminali cercando di non trascurare i vecchi.
        il root permette cose enormi, nuove versioni e personalizzazioni che sfruttano al massimo(PER DAVVERO)le potenzialità hardware.

        classico esempio: froyo su nexus one va meglio del galaxy s(che ha un hardware superiore…)

        • MaxArt

          Non è quello il motivo: a quanto pare, il compilatore JIT di Froyo è ottimizzato per le CPU Qualcomm, mentre il Galaxy S ha un Samsung Hummingbird. Per il resto i due terminali non sono così differenti, a parte la GPU che però viene usata pochissimo (altro punto a favore di Nexus One, però, perché pare che Adobe Flash Player abbia ottimizzazioni per Adreno e non per PowerVR), per cui non mi sorprende che il Nexus One vada meglio.
          Le cose si capovolgeranno con Gingerbread, che ha il JIT ottimizzato anche per Hummingbird (e ci mancherebbe altro, visto che è la CPU del Nexus S!).

          • AntonioCaiazza

            sul browser infatti il nexus one andava quasi meglio, il nexus s scatta un pochino troppo(sicuramente risolveranno) anche se rispetto a galaxy s(provati due stamattina)la differenza c'è e si vede(è vero che sono froyo ma hanno touchwiz)

  • Lucuz

    un applauso perchè hanno ragione!!! anche perchè più protezioni mettono più invogliano i hacker a sbloccarlo XD è una battaglia persa in partenza!

  • Riccardo

    Assolutamente no.. Android è bello per quello, a parte tutto il resto. Cosa che sembra non avere capito Archos! Non sò bene come sono riuscito ad avere i permessi, ma che fatica!!

Top