Il Nexus 7 2013 è molto fragile: ecco il test di caduta

nexus-7-extreme-drop-test

I test di caduta sono sempre molto relativi e lasciano il tempo che trovano, poichè come sappiamo le conseguenze di una caduta dipendono da tantissime variabili che entrano in gioco durante il moto di un dispositivo che cade ed urta contro il terreno.

Il test di caduta del Nexus 7 2013, però, ha paradossalmente una certa valenza rispetto ad altri test di caduta di tantissimi altri dispositivi, in quanto ci fa davvero rendere conto di quanto sia estremamente fragile. Dal test eseguito da Android Authority, infatti, si vede come basti già solo la prima caduta, tra l’altro non particolarmente violenta, a fare in modo che il Nexus 7 non si avvii più.

Il test si compone di 4 parti: nella prima, il tablet viene fatto cadere con il retro da un’altezza di circa 1,50 m, nella seconda viene fatto cadere con il bordo verticale, nella terza col bordo orizzontale e nella quarta con il display. Di seguito potete osservare il video del test di caduta.

Non è la prima volta che vi diciamo che questo tipo di prove sono del tutto inutili, ma in questo caso dobbiamo fare necessariamente un’eccezione. Il Nexus 7 2013 sembra, anche rispetto al predecessore, un tablet fragile che risente parecchio anche di cadute non violente. Naturalmente, però, c’è da considerare il fatto che il modello preso in esame da Android Authority potrebbe aver avuto di per sè dei difetti di costruzione.

Quando si verrà in possesso di ulteriori video-test di questo genere, allora si potranno tirare delle conclusioni più precise sulla resistenza del Nexus 7 2013.

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • polites

    Siamo quasi nel 2016 e ancora si vendono dispositivi da centinaia e centinaia di euro di costo che non sono in grado nemmeno di resistere ad una normale caduta da neanche 1 metro di altezza senza che lo schermo si fracassi in mille pezzi. Sebbene vada detto come i telefonini Nokia Symbian di una volta (neanche tanto tempo fa, parliamo del 2003) resistessero a tutto: uno mi cadde addirittura dal primo piano continuando a funzionare per due anni.
    Diciamo tranquillamente che i produttori di certa paccottiglia mirano ad incentivare un consumismo sfrenato spingendo alla sostituzione periodica di apparecchi altrimenti perfettamente funzionanti, con conseguenze letali per il nostro ambiente e, di conseguenza, per noi stessi.
    Solo i consumatori possono rieducare questo mercato marcio e malato, smettendo di comprare come pecore certe porcherie.

  • Massimo G.

    Scusate ma è una prova del c…o!!! Non è un componente rugged, non è previsto che cada, se cade si rompe come TUTTI questi dispositivi… ho avuto 2 Ipad, nel primo è esploso il vetro cadendo dalla sedia mentre l’altro che avevo dimenticato sul tetto della macchina è scivolato sull’asfalto qualche metro e a parte i graffi lo stò ancora utilizzando.

    • polites

      E tu comprane pure un terzo poi, mi raccomando. È così che si fa crescere il PIL, d’altronde. Unico obiettivo di governi scellerati votati da gente altrettanto colpevole.

  • Gabriel Pomponi

    Ma che merda…. Se lo tenessero… Se devo avere la paura che neanche si accende più perché mi cade…

  • Pingback: Nexus 7 2013 super fragile? Ecco un video drop-test che lo dimostra | SuperNerd.it()

Top