[MWC 2012] HTC presenta ufficialmente il One X

Dopo i due smartphone di cui vi abbiamo appena parlato, ovvero l’HTC One V e l’HTC One S, ecco che arriva il momento dell’ultimo (si fa per dire) smartphone Android presentato da HTC, l’HTC One X. A differenza degli altri due smartphone HTC che sono dotati di processore dual-core Snapdragon, l’HTC One X è dotato di processore nVidia Tegra 3 con architettura 4+1, a tutti gli effetti un penta-core.

Esteticamente lo smartphone somiglia molto al “fratello minore”, l’HTC One S, ma non solo. Anche le altre caratteristiche infatti sono molto simili se non uguali. Vi è da dire inoltre che è presente un’ulteriore versione dello smartphone denominata HTC One XL, destinata però alla sola compagnia telefonica AT&T. Eccovi accontentati con la lista di tutte quelle ufficiali:

  • processore penta-core nVidia Tegra 3 da 1,5 GHz
  • 1 GB di RAM DDR2
  • display da 4,7 pollici Super LCD2 con risoluzione HD (1280×720 pixel) e 312 PPI
  • fotocamera posteriore da 8 megapixel (f/2.0) con flash LED e registrazione video a 1080p
  • fotocamera anteriore da 1,3 megapixel con registrazione video in HD (720p)
  • 32 GB di memoria interna
  • batteria da 1800 mAh
  • spessore 9,3 mm
  • sistema operativo Android 4.0 ICS con HTC Sense 4.0

Anche per quanto riguarda l’HTC One X troviamo dei materiali costruttivi molto nobili. La scocca è fatta di policarbonato, sulla quale non dovrebbe comparire alcun tipo di graffio anche se lo smartphone dovesse cadere o dovrebbe urtare contro qualcosa di appuntito.

Il comparto fotocamera è lo stesso dell’HTC One S, ovvero fotocamera da 8 megapixel con fattore f/2.0 capace di registrare video in full HD (1080p) e di scattare foto molto luminose e definite anche al buio, grazie proprio al l’apertura focale dell’obiettivo.

Una prima commercializzazione dello smartphone dovrebbe avvenire entro il mese di Aprile ed, in Italia, molto probabilmente saranno Tim e Vodafone ad offrirlo tramite contratto. Ovviamente seguiranno aggiornamenti.

Vi lasciamo ora alle prime foto hands-on dell’HTC One X.

  

[Via]

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Pingback: HTC One X in Italia dal 2 Aprile? - Tutto Android()

  • Pingback: TSMC ha problemi coi 28nm, Snapdragon S4 in ritardo - Tutto Android()

  • Pingback: [MWC 2012] HTC One X, videopreview by Tutto Android - Tutto Android()

  • Pingback: [MWC 2012] Prezzi e date dei nuovi HTC One - Tutto Android()

  • Andrea Ferendeles

    Abbiamo notizie circa la durata della batteria ?
    Ci si fanno almeno 2 giorni o ancora non ci siamo ?

  • errata corrige: “dovesse cadere o urtare contro qualcosa di appuntito.”

    per quanto riguarda NFC si sa qualcosa?

  • Penta-core + HTC = Mille euro.
    Ps: quando qualche anima pia mi spiegherà cosa diamine me ne faccio di 4-5 core in uno smartphone accenderò un cero in chiesa. E non rispondetemi con belinate come “eh con la potenza di calcolo elevata puoi farci girare i programmi sempre più nuovi”, voglio applicazioni reali. E’ un diavolo di cellulare, ci telefono (o sms), vado su internet, ci vedo i video e ci gioco, punto. Mica devo fare lavori con photoshop o cose simili. A leggere quanto la gente si eccita leggendo la parola “quad” associata ad uno smartphone, sembra che in giro ci siano solo persone che se non hanno n-mila GHz di processore non possono vivere (sarei curioso di sapere quale lavoro svolgono!). Poi magari sono gli stessi che usano il telefono solo per telefonare e basta. LOL

    • Mattia Righetti

      risparmi batteria :D

    • il quinto core subentra quando il telefono va in stand-by al posto del quad per diminuire i consumi lavorando a frequenza minore.

      • La mia domanda era un’altra. Io volevo sapere a cosa serve un quad core su uno smartphone.
        Non volevo sapere nello specifico a cosa serviva il quinto core in questo smartphone.

        • Mattia Righetti

          sei il solito che ha letto su internet una cosa cosi e la pubblichi ovunque…se lo vuoi prendilo se per te è inutile non prendertelo! sinceramente io che ho un sensation il dual-core è piu che sufficiente ma il one x lo prenderei per l’estetica e per jelly-bean sicuro :)

          • No mi spiace, non ho letto proprio un bel niente su internet. Semplicemente non mi lascio prendere dalla smania di avere il cell più figo con più core possibili. Mi interesso di smartphone e prima di spendere una cifra considerevole mi faccio delle domande. Ai tempi (sembra passato un secolo) passare da un cellulare da 5-600 MHz ad uno da 1 GHz voleva dire avere un incremento (oltre che di spesa in soldi) di prestazioni considerevole. Per dirla in parole semplici: anche uno stolto si accorgeva della differenza tra smartphone che avevano quei 2 processori diversi. Stesso discorso lo posso fare, tutto sommato, per il passaggio da un mono-core ad un dual core. Ma oltre secondo me è semplicemente follia, o voglia di strafare senza nemmeno sapere che utilizzo farne. Tu passeresti da un dual-core di pochi mesi al nuovo one x solo per l’estetica e jelly-bean (che per inciso nemmeno si sa quando uscirà, con certezza)? Allora non sei la persona giusta per dare una risposta concreta alla mia domanda.
            Ps: la mia domanda l’ho posta con l’intento di capire, non con spirito critico (o per fare l’alternativo), ma evidentemente se uno non si uniforma al pensiero del “cheffigo!! voglio anche io il cell con 80-core per fare il figo con gli amici”, si viene subito additati. Contento tu.

    • 1) Il quad core fa risparmiare batteria. I core si attivano solo quando ce n’è veramente bisogno, quindi ne usi 1 quando stai facendo attività poco intensive e 4 solo quando ce n’è veramente bisogno
      2) Ci sono diversi progetti per fare diventare il cellulare un vero e proprio computer da tasca, uno tra tutti Ubuntu Mobile, che consiste in una distribuzione Ubuntu che si attiva non appena colleghi il telefono al televisore/monitor attraverso la presa HDMI. A questo punto puoi capire che possa fare comodo un quad core in un sistema multitasking come quello di un classico PC.
      3) Indipendentemente dal punto 2, i cellulari ormai sono quanto di più versatile ci sia. Li puoi usare per cose leggere come fare chiamate o scrivere messaggi, ma con la potenza di calcolo che c’è adesso si possono usare anche intelligenze artificiali più sofisticate per rendere i giochi più realistici, o anche altro a cui adesso non pensiamo semplicemente perché non è applicabile con la potenza di calcolo che c’è adesso: mi riferisco ad esempio a tastiere predittive come SwiftKey, che fino a pochi anni fa non potevano esistere perché devono fare un po’ di conti per calcolare qual è la parola con maggiore probabilità, e a tutt’ora hanno un vocabolario e delle regole limitate (dando tuttavia risultati ottimi) proprio perché altrimenti richiederebbe troppo tempo. Questo genere di cose però resterà comunque un problema finché non si troverà il modo di ridurre i consumi o aumentare notevolmente la capacità delle batterie, perché eseguire un task intensivo a lungo, allo stato attuale, vuol dire scaricare la batteria in 5 ore XD

  • lore

    Bello – semplice – ottimi materiali – ottimi sense icloud e servizi…

    LTE? NFC?

    Come già detto altrove, sono curioso di vedere autonomia e Livelli SAR (Htc nella SAR non primeggia) e con tutte queste “antenne” Nfc, Lte, Blooth3, penta-core… che livelli abbiamo??

Top