Il game studio di Qualcomm produrrà un gioco all’anno

Non è passato che un mese dall’annuncio di Qualcomm GameCommand, un concorrente del più noto e pubblicizzato Tegra Zone di nVIDIA. Con scopi simili all’applicazione della casa in verde, GameCommand ha l’obiettivo di mettere in mostra tutti i giochi ottimizzati in fase di sviluppo per i dispositivi che fanno uso dei processori Snapdragon. Differentemente da nVIDIA, però, Qualcomm sta spingendo molto sul pedale dell’acceleratore per far sì che l’applicazione abbia una notevole diffusione e che sia, in fin dei conti, un successo.

I ragazzi di Android and Me hanno recentemente avuto una conversazione con Dave Durnil, direttore del dipartimento Contenuti Avanzati e Giochi presso Qualcomm, con alcune interessanti chicche. Nonostante il rilascio della prima versione sia appena avvenuto, una seconda è in arrivo il prossimo mese in corrispondenza del Mobile World Congress di Barcellona. Tra le nuove funzionalità troviamo la possibilità di aggiungere feed RSS personalizzati al reader integrato, la visualizzazione landscape per i tablet e filtri per ordinare i giochi (per categoria, sviluppatore, ecc).


La novità più importante ed esaltante, tuttavia, è un’altra. Qualcomm ha infatti radunato un proprio studio di sviluppo di videogiochi, che produrrà titoli espressamente ottimizzati per la piattaforma Snapdragon. L’obiettivo del team è di rilasciare un gioco “importante” all’anno – viene utilizzato il termine “flagship title” in inglese, che si può tradurre con l’italiano “titolo di punta”, dunque potremmo vedere più di un titolo prodotto da Qualcomm fermo restando che le produzioni importanti si limiteranno ad una l’anno. Il primo titolo dello studio sarà un sequel “esteso” del mini-game Desert Winds. Purtroppo, al momento attuale i titoli Qualcomm non sono disponibili in Italia.

GameCommand dispone già di più di 100 titoli, ovvero molto più di nVIDIA Tegra Zone. Ciò è dovuto anche agli accordi che Qualcomm è stata in grado di raggiungere con produttori come Gameloft ed EA, i quali dovevano essere partner essenziali anche di Tegra Zone ma che, alla fine, non hanno pubblicato alcun gioco per la piattaforma nVIDIA. Ciò potrebbe essere dovuto al fatto che Qualcomm ha avuto la quota più elevata di GPU distribuite, grazie al fatto che le GPU Adreno sono integrate in tutti i processori Snapdragon (presenti sulla maggioranza dei dispositivi) – il che dà un ottimo motivo agli sviluppatori di tenere in alta considerazione la piattaforma.

Al momento attuale, le installazioni all’attivo di GameCommand sono circa cinquemila – ben lontano dal milione della Tegra Zone! L’obiettivo è di raggiungere e superare la rivale entro l’anno, anche grazie ai nuovi titoli. La grande diffusione dei processori Snapdragon e, conseguentemente, delle GPU Adreno aiuteranno senza dubbio alcuno la piattaforma ad evolversi e a diffondersi, anche se quello che manca a Qualcomm è la capacità di imporsi anche a livello di marketing sul mercato. Se infatti la piattaforma Tegra è conosciuta da tutti e il processore quad core per eccellenza è nVIDIA Tegra 3, non si può certo dire che i processori Snapdragon siano rinomati e conosciuti presso il grande pubblico. Forse è questo il tallone di Achille di un ottimo prodotto che ha conquistato il mercato proprio grazie alla sua grande competitività e qualità.

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

Top