Recensione HTC One

copertina-htc-one
| 19 aprile, 2013 | 21 commenti
Android | HTC | Recensioni

L’abbiamo vista perdere un po’ dello smalto che l’aveva contraddistinta fino ad un paio di anni fa ma ora HTC risorge completamente grazie ad uno smartphone realizzato non per competere con la concorrenza ma per distruggerla ed umiliarla. HTC One è il nome della belva vestita di alluminio che l’azienda taiwanese ha sguinzagliato dalle sue fabbriche per sbranare i suoi competitor a suon di prestazioni e caratteristiche che per altri dispositivi del suo stesso segmento di mercato sono irraggiungibili. Di seguito abbiamo realizzato la nostra video recensione dell’HTC One seguita da descrizioni approfondite su tutti i suoi aspetti.


Video Recensione


Hardware

HTC One

Processore 1,7 GHz Snapdragon 600 quad-core
GPU Adreno 320
RAM 2 GB
Memoria interna 32/64 GB
Espansione memoria no
Display 4,7 pollici Super LCD 3
Risoluzione e PPI 1920 x 1080 con 468 PPI
Fotocamera anteriore 2,1 megapixel, reg. video Full-HD, HDR
Fotocamera posteriore Ultrapixel 4 megapixel, reg. video Full-HD, HTC Zoe, HDR
Connettività LTE 100 Mbit/s, WiFi a/an/b/g/n, Bluetooth 4.0 con aptX, Infrarossi TX/RX, Miracast Wireless Display, MHL
GPS Si, aGPS, GLONASS
NFC Si
Porte MicroUSB
Batteria 2.300 mAh non removibile
Sistema Operativo Android 4.1.2 Jelly Bean
Dimensioni 137.4 x 68.2 x 9.3mm
Peso 143 gr
Disponibilità Internazionale
Data di lancio Aprile 2013
Prezzo (circa) €600-€700

HTC One si presenta, come accennato nell’introduzione, con una scocca in alluminio realizzata attraverso l’impiego della tecnologia Zero Gap, ovvero una tecnologia costruttiva che ha permesso ad HTC di creare la scocca dello smartphone senza soluzione di continuità. Questo significa che, anche gli inserti che sono inseriti all’interno della scocca, non si sentono al tatto e si avrà una sensazione che tutta la scocca sia stata realizzata di un unico pezzo, per questo “senza soluzione di continuità”. La fattura ed i materiali sono davvero ottimi ed in nessun altro smartphone abbiamo finora trovato una simile qualità costruttiva. La scocca in alluminio ospita nella parte anteriore l’ampio display da 4,7 pollici molto risoluto, oltre ai due altoparlanti stereo molto potenti che fanno capo alla tecnologia Boom Sound di HTC. Nascosto nella griglia dell’altoparlante superiore, troviamo anche un LED di stato che funziona anche da LED di notifica, che però non è multicolore in quanto si illumina solo di colore rosso, verde ed arancio. Subito di fianco a sinistra all’altoparlante superiore, troviamo i sensori di luminosità e di prossimità, mentre a destra troviamo la fotocamera frontale da 2,1 megapixel che scatta delle buone foto e gira ottimi video in Full-HD. Naturalmente, come tutti gli smartphone realizzati da HTC da qualche anno a questa parte, il One presenta la tecnologia Beats Audio che lo rende unico sotto il profilo della multimedialità. Il logo Beats Audio è posizionato in basso nella parte posteriore dello smartphone, dove troviamo anche il logo HTC al centro, anch’esso in alluminio così come la scocca, la fotocamera Ultrapixel nella parte alta accompagnata dal Flash LED, che a dirla tutta ci aspettavamo leggermente più potente, e dal microfono secondario per l’eliminazione del rumore ambientale. Il microfono principale, invece, è posizionato in basso a destra sul bordo del dispositivo mentre il tasto di accensione/spegnimento/standby è posizionato in alto a sinistra ed, in particolare, esso funziona anche da trasmettitore/ricevitore infrarossi. A far compagnia al pulsante di accensione ci pensa il jack per le cuffie, mentre al microfono principale ci pensa la porta microUSB posizionata di fianco ad esso. Il bilanciere del volume lo troviamo sul lato destro dello smartphone, invece lo slot per l’inserimento della microSD lo troviamo a sinistra. HTC mette ovviamente a disposizione una linguetta per poter estrarre lo slot. Frontalmente possiamo notare una nuova disposizione dei tasti soft-touch diversa da quella implementata su altri dispositivi recenti HTC come ad esempio il One X+. Il tasto “Back” è rimasto nella stessa posizione come nei modelli precedenti contrariamente al tasto “Home”, che ora si trova a destra invece che al centro. Centralmente abbiamo invece il logo “htc”, che non è un pulsante bensì un semplice logo. Con esso, quindi, non sarà possibile interagire con il dispositivo in alcun modo salvo installare alcune modifiche software.

Pregi

  • Materiali: senza “se” e senza “ma”, i materiali con cui HTC ha assemblato il One sono di prima scelta. L’alluminio satinato sarà disponibile in due diverse colorazioni, grigia e nera, e tutto lo smartphone trasmette un’impressione di estrema robustezza mai sentita prima. E’ veramente imponente oltre che assemblato con materiali ottimi.
  • Ricezione Wi-Fi: nessun problema per la connettività Wi-Fi, che nell’HTC One eccelle grazie ad un modulo Wi-Fi veramente ben realizzato. La connessione non viene mai persa anche se ci si sposta di un raggio diversi metri dal router di casa.
  • Display: il Full-HD su di uno smartphone dalla diagonale da 4,7 pollici è molto bello da vedere. Differenze con un display HD non se ne notano molte per quanto riguarda la definizione delle immagini, poichè l’occhio umano non è in grado di accorgersi di differenze di definizione quando si supera una certa soglia di PPI quantificabile a circa 300 ma, grazie alla nuova generazione di pannelli LCD 3, questo display dell’HTC One sembra perfetto in ogni condizione di luce e donan colori sempre molto vivi e piacevoli da vedere.
  • LED di stato/notifica: irrinunciabile il LED di notifica che, ricordiamo, è nascosto nell’altoparlante superiore. Notifiche, chiamate, messaggi o cambiamenti di stato nei social network saranno sempre a portata di vista.
  • Trasmettitore/Ricevitore Infrarossi: molto buona abbiamo trovato anche la porta infrarossi a bordo dell’HTC One, la quale riesce ad interagire con TV o altri apparecchi Hi-Fi anche da distanze considerevoli come 5 o 6 metri.
  • Basse temperature di esercizio: qui l’assemblaggio fa la differenza. L’HTC One è quasi sempre freddo in ogni condizione di utilizzo, anche quando lo si stressa parecchio. Potremmo quasi dire che aumenta la sua temperatura solo perchè è la nostra mano che gli trasmette calore.
  • Altoparlanti Stereo e Beats Audio: combinazione perfetta! HTC non poteva fare veramente di meglio. Gli altoparlanti, oltre ad essere stereo, investono letteralmente l’utente che ascolta o guarda contenuti multimediali. Fuoriesce un audio sempre molto pulito e forte, merito anche della tecnologia Beats Audio che, a differenza di come avviene in altri smartphone HTC del passato, è attiva non solo quando si inseriscono le cuffie ma anche quando l’audio viene riprodotto dagli altoparlanti. Solo questo aspetto vale metà del prezzo dell’intero smartphone.
  • Microfoni a doppia membrana: ecco un’altra chicca dell’HTC One. Questo tipo di microfoni a bordo dello smartphone rende possibile registrare un audio davvero di ottima qualità anche in condizioni di fortissimo rumore ambientale. La distorsione è minima se non inesistente e qualsiasi forte rumore o suono che viene registrato sarà riprodotto fedelmente. L’ideale per portarlo ai concerti.
  • GPS: sembra quasi che l’HTC One riesca ad effettuare il fix dei satelliti ancor prima di aver attivato il GPS. Lo smartphone presenta una velocità nell’agganciare il GPS spaventosa, che si misura forse in meno di un paio di secondi. Tutto questo grazie sicuramente anche al GLONASS.

Difetti

  • Tasti soft-touch: se proprio vogliamo trovare il pelo nell’uovo, questo è rappresentato dai tasti soft-touch. I tasti software, infatti, sono molto più intuitivi e poco equivoci, dunque migliori.

Voto Ergonomia: 9,5.

Voto Hardware: 10.

Voto Materiali: 9,5.


Display

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

E’ difficile trovare dei punti deboli in questo HTC One. Anche riguardo il display, infatti, non abbiamo molto da dire se non che si tratta di un’unità praticamente perfetta sotto ogni punto di vista. La diagonale da 4,7 pollici è rimasta identica a quella che abbiamo visto anche nei modelli di punta dello scorso anno, ovvero One X e One X+, ma è cambiata la risoluzione diventando Full-HD (1920×1080 pixel). Questo ha permesso di raggiungere l’incredibile valore di ben 468 PPI, un dato che in effetti mostra quanto si sia spinta HTC anche sotto questo fronte ma che, all’occhio umano, non è certo visibile. Superata una certa soglia di PPI del display che si aggira intorno ai 300, l’occhio umano non si accorge di un ulteriore incremento di definizione, per cui tra un display Full-HD da 468 PPI ed uno HD da 320 PPI circa passa davvero una differenza così minima da risultare impercettibile. Per quanto riguarda i colori, invece, trattandosi di un LCD 3 non abbiamo neri perfetti come ad esempio quelli offerti da un AMOLED, ma la saturazione dei colori e la luminosità sono davvero impressionanti: colori vivi, reali ed una luminosità che rende possibile visualizzare i contenuti dello smartphone anche sotto la diretta forte luce del sole.

Voto: 10.


Fotocamera

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Giungiamo ora al punto cruciale di questo dispositivo, rappresentato dalla tanto discussa Fotocamera Ultrapixel. Ci aspettavamo sicuramente di più da HTC, ma l’azienda su questo fronte ha voluto innovare più che stupire. La fotocamera Ultrapixel, infatti, scatta delle foto regolari, niente di particolare, ma dà il meglio di sè in condizioni di scarsa luce, dove riesce a catturare il 300% di luce in più rispetto ai sensori tradizionali. Questo si traduce in foto più limpide di notte e più dettagliate di giorno. Trattandosi comunque di una fotocamera da 4 megapixel, le foto risulteranno ovviamente da 4 megapixel e, visualizzandole sul pc, ci si rende conto che la fotocamera, per quanto possa essere innovativa, non offre un livello di dettaglio superiore di quello che offre la fotocamera del precedente modello, cioè HTC One X+. Le foto, quindi, risultano ben fatte ma nulla di particolare, anche perchè abbiamo notato che oggetti troppo ravvicinati non vengono messi bene a fuoco come invece su altri smartphone. E’ una fotocamera appropriata per stare su un dispositivo mobile. Chi è che d’altronde usa il proprio smartphone come fotocamera? Infine, prima di passare alla parte dei video, per quanto riguarda la parte fotografica c’è anche da ricordare che l’HTC One è dotato della modalità HDR, grazie alla quale si possono scattare foto molto molto interessanti.

Dal lato video, invece, siamo su livelli diversi. I video vengono girati in Full-HD e risultano veramente molto belli, anche se di notte la fotocamera Ultrapixel sembra diminuire i frame per secondo facendo risultare leggermente più a scatti i video girati. Non si tratta comunque di nulla di grave, anche perchè non sappiamo se sia la parte foto sia quella video saranno migliorate nel corso del tempo con aggiornamenti software da parte di HTC. Di seguito trovate alcune foto che abbiamo scattato con l’HTC One ed un video girato in Full-HD.

foto htc one

Prova di cattura con HTC Zoe

Confronto fotografico HTC One vs Nexus 4

Confronto Fotografico HTC One vs HTC One X+

Voto: 8.


Audio

htc-one-sotto

Gli altoparlanti che HTC ha installato sul One fanno capo ad una tecnologia proprietaria dell’azienda che viene chiamata Boom Sound. Questa tecnologia si avvale, oltre che della potenza degli altoparlanti stereo, anche della bontà dei microfoni a doppia membrana, il cui funzionamento è stato spiegato poco sopra. L’HTC One monta quindi due altoparlanti, entrambi posizionati anteriormente, in modo da avvolgere nel suono l’utente che ha in mano il dispositivo dandogli un’esperienza sonora mai vista su di uno smartphone. Inoltre si tratta di due altoparlanti stereo che riproducono un suono veramente pulito anche al volume massimo, per cui sotto questo punto di vista abbiamo il meglio del meglio. Grazie, poi, anche alla tecnologia Beats Audio, gli altoparlanti dell’HTC One fanno ulteriormente la differenza rispetto a quelli presenti su qualunque altro smartphone. A differenza di altri dispositivi HTC, infatti, il One può godere dell’attivazione della tecnologia Beats Audio non solo quando si inseriscono le cuffie ma ogni qualvolta c’è da riprodurre un suono anche dagli altoparlanti. Bisogna provarlo per poter comprendere appieno quello che abbiamo appena descritto.

La registrazione dell’audio, sia durante la registrazione video che durante la sola cattura audio, avviene ad una qualità superba grazie ai microfoni a doppia membrana installati sul One. Questi microfoni riducono al massimo il rumore e la distorsione che normalmente si avrebbero durante la registrazione con forte volume ambientale, e forniscono così il massimo della qualità, anche se i bassi non sono registrati sempre al meglio.

Nell’applicazione Fotocamera sono comunque presenti altre funzioni come ad esempio il video in rallenty e la modalità Panorama ampio, che permette di scattare foto a 360 gradi solo in orizzontale (non come Photosphere).

Di seguito abbiamo riportato un confronto di registrazione audio/video realizzato con Nexus 4, HTC One X+ ed HTC One, che nel video si trovano rispettivamente a sinistra, al centro ed a destra. Qui potrete notare con che qualità i microfoni presenti sull’HTC One riescono a registrare l’audio.

Video Registrazione Audio

Voto: 9,5.


Batteria

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Probabilmente 2.300 mAh non sono tanti su di un dispositivo del genere, ma bastano per farci arrivare a fine giornata tranquillamente anche dopo un utilizzo abbastanza intenso. Con un utilizzo medio non si hanno molte difficoltà ad arrivare ad 1 giorno e mezzo, ma naturalmente dipende dall’uso che ognuno fa dello smartphone. C’è comunque da considerare che il display ha risoluzione Full-HD ed è anche molto luminoso, il processore è molto potente, la ricezione Wi-Fi è ottima, gli altoparlanti sono molto potenti ed è presente una personalizzazione chiamata Blinkfeed che di tanto in tanto aggiorna automaticamente in Home i contenuti scelti dall’utente. Per questo motivo la batteria dell’HTC One non riesce a reggere per più di 2 giorni con un utilizzo regolare, mentre può arrivare anche a 2 giorni con un utilizzo minimo.

Voto: 8,5.


Software

htc-one-software

Al primo avvio dell’HTC One, inserendo i dati del nostro account, ci vengono regalati 25 GB di spazio gratuito in cloud su Dropbox, in modo da poterci salvare i documenti magari più importanti o anche contenuti multimediali direttamente sulla nuvola anzichè sul dispositivo, anche se con 32 GB di memoria interna (non espandibile) a disposizione si fa davvero fatica ad occupare l’intero spazio di archiviazione. Di seguito abbiamo riportato l’intera lista di funzioni e di applicazioni presenti sull’HTC One.

Funzioni

  • HTC Sense 5.0 e Blinkfeed: la nuova interfaccia presente sull’HTC One è la Sense 5.0, la quale introduce un’importante novità che non troviamo nè sui precedenti smartphone HTC nè su altri smartphone della stessa categoria. La novità è HTC Blinkfeed, ovvero un aggregatore di notizie che è presente direttamente in una delle home page del dispositivo che è possibile personalizzare in base alle fonti delle quali si vogliono apprendere maggiormente le notizie. A livello di interfaccia grafica, la nuova Sense 5.0 cambia relativamente poco rispetto alla vecchia Sense 4.0+, in quanto ora nelle Impostazioni è ancora presente l’effetto fisarmonica che però risulta totalmente di colore bianco e non nero, come invece lo era nella precedente versione della personalizzazione di HTC. Sense 5.0, inoltre, offre un cassetto delle applicazioni che, a differenza di quello presente sulla Sense 4.0+, si sfoglia verticalmente invece che orizzontalmente. Per il resto, sembra essere rimasto tutto quasi uguale.
  • HTC Sense TV: questa è forse una delle più belle funzioni presenti sul dispositivo. Grazie ad HTC Sense TV, della quale è possibile usufruire attraverso un’applicazione dedicata, si potranno sfogliare in tempo reale tutti i canali televisivi che in quel momento sono in trasmissione in TV, tra quelli del Digitale Terrestre e quelli di Sky. Avremo quindi una sorta di guida interattiva ai canali direttamente sul nostro smartphone e potremo cambiare anche canale selezionandolo dal dispositivo stesso. Il tutto è possibile grazie al trasmettitore/ricevitore infrarossi molto potente che fa funzionare l’HTC One come se fosse un telecomando, al quale è possibile associare vari tipi di marche e vari tipi di apparecchi domestici per l’intrattenimento, come TV, decoder, lettori DVD, Blue Ray ed altro.
  • HTC Zoe: si legge “szoi” ed è quella che in effetti è la funzione più interessante introdotta da HTC nel One. HTC Zoe è una funzione che provvede a creare automaticamente una sorta di live gallery ogni qualvolta lanciamo la nostra galleria, effettuando una presentazione veloce di tutte le immagini che abbiamo scattato in un determinato evento o in un particolare periodo della giornata. HTC Zoe è presente anche nell’applicazione fotocamera dove, se attivata, provvede a registrare un video di 3 secondi di durata che poi è possibile visualizzare in modalità live nella galleria. HTC Zoe, però, non è solo questo ma è anche editing. Zoe, infatti, provvede a creare automaticamente un video di 30 secondi contenente tutte le immagini, video e foto fatti con la modalità Zoe, applicandovi degli effetti particolari personalizzabili dall’utente così come una musica di sottofondo. Infine, se scattiamo un’immagine con Zoe, possiamo modificare i soggetti nella foto con occhi aperti al posto di occhi chiusi e sorriso al posto di labbra chiuse. Questo perchè nel video di 3 secondi di durata che viene catturato automaticamente dalla fotocamera, vengono raccolti dei frame grazie ai quali è possibile modificare l’espressione di una persona.
  • HTC Share: si tratta di una funzione che permette di condividere foto scattate in modalità normale e Zoe sui social network, messaggi, note, email ed altro; un po’ come avviene per la condivisione dei contenuti classica di Android ma in maniera più “elaborata” dallo smartphone stesso.
  • HTC Boom Sound: come accennato in precedenza nella descrizione dell’audio, la tecnologia Boom Sound si avvale di 2 altoparlanti stereo molto potenti e che generano un audio veramente pulitissimo anche quando impostiamo il volume massimo.
  • HTC Sense Voice: ancora una volta, grazie ai microfoni a doppia membrana, il One riesce a dare il meglio di sè anche in chiamata. Grazie alla regolazione dinamica del volume durante le chiamate, dall’altoparlante riusciremo a sentire benissimo il nostro interlocutore il quale, a sua volta, riuscirà a sentirci benissimo grazie appunto all’ottima qualità che offrono microfoni a doppia membrana.

Applicazioni

  • Watch: applicazione dedicata all’acquisto di film, molto funzionale e completa.
  • Lettore Musicale: particolare attenzione è stata posta anche nella realizzazione del lettore multimediale, che mette a disposizione dell’utente anche la possibilità di visualizzare il testo della canzone che in quel momento sta ascoltando. Il tutto avviene in automatico in quanto l’HTC One scaricherà automaticamente i meta-dati di ogni canzone chiedendo conferma all’utente.
  • 7digital: ormai la conosciamo, è la classica applicazione pre-installata sugli HTC che permette di scaricare musica.
  • TuneIn Radio: applicazione dedicata alla radio.
  • Auto: applicazione che permette di fruire più facilmente dei contenuti mentre si è in auto (sconsigliatissimo utilizzare lo smartphone durante la guida).
  • Azioni: applicazione che tiene aggiornati i più appassionati di borsa sulle azioni delle società.
  • Polaris Office: ormai non ha bisogno di presentazioni. Crea, modifica, salva e visualizza documenti Word, Excel e di altri formati.
  • Note: applicazione veramente molto funzionale. Ci permette di registrare l’audio e, contemporaneamente, di prendere note. L’ideale per gli studenti e per persone che fanno un certo tipo di lavoro.
  • Attività: tiene traccia di tutte le attività che vogliamo fare.

Voto: 10.


In conclusione

Non possiamo che avere parole di elogio per questo HTC One. L’azienda voleva riprendersi dal suo periodo di crisi e con questo super-smartphone ha tutte le carte in regola per battere la concorrenza. Non si tratta semplicemente di uno smartphone ma una pietra miliare degli smartphone Android. E’ un esempio da seguire, un diamante in mezzo a distese di carbone. I suoi lati positivi sono talmente tanti da riuscire ad offuscare del tutto quei pochissimi lati negativi che ci sono, facendoli sembrare quasi inesistenti. Se HTC voleva stupire, lo ha fatto nel miglior modo possibile, realizzando uno smartphone dalle qualità eccezionali ed, al momento, ineguagliabili da nessun altro dispositivo. HTC One vi sorprenderà per davvero: provatelo e rimarrete sicuramente stupiti.


VOTI

Ergonomia  9,5
Hardware  10
Materiali  9,5
Display  10
Fotocamera  8
Audio  9,5
Batteria  8,5
Software  10
Modding  10
 
Giudizio finale  9,5

 

Condividi l'articolo con i tuoi amici!

HTC One htc one android htc one video HTC One videorecensione Recensione HTC One smartphone android