Google: stop alle app che mostrano la pubblicità nella barra delle notifiche

Google rimuove le app annunci barra notifiche

Google ha aggiornato le Norme del programma di Google Play per gli sviluppatori e ha bandito tutte le applicazioni che mostrano la pubblicità nella barra delle notifiche. D’ora in avanti, non saranno più ammesse le applicazioni che mostrano un annuncio pubblicitario nella barra delle notifiche e gli sviluppatori dovranno aggiornare tassativamente le loro applicazioni con questa caratteristica, pena la rimozione della stessa.

Questa mossa ha sicuramente un senso, in quanto sappiamo bene quanto sia fastidioso e confusionario visualizzare un annuncio pubblicitario nella barra delle notifiche, nonostante con le ultime versioni di Android sia possibile disattivare le notifiche delle applicazioni.

Gli sviluppatori hanno tempo fino al 23 Settembre per aggiornare le loro applicazioni e rimuovere questa caratteristica, che se non rispettato comporterà la rimozione dell’applicazione dal Play Store. Le applicazioni potranno comunque continuare a mostrare le notifiche necessarie per il funzionamento e gli annunci per altri tipi di servizi, come per esempio degli sconti relativi agli acquisti in-app di un gioco che abbiamo installato. Stessa sorte toccherà alle applicazioni che creano scorciatoie e collegamenti Web nella homescreen per scopi pubblicitari.

Le norme, che comprendono tante altre novità, sono applicate a tutte le applicazioni che vengono distribuite tramite il Play Store, per cui nessuno vieta agli sviluppatori di continuare a distribuire applicazioni che mostrano annunci pubblicitari nella barra delle notifiche, ma dovranno farlo fuori dal Play Store. Senza dubbio però questa scelta sarebbe una grande perdita per gli sviluppatori, dato che è lo store per la distribuzione di applicazioni Android più popolare. Vi lasciamo il box dei commenti per i vostri spunti di riflessione.

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Pingback: Google Play Store: via alla rimozione delle app che inseriscono pubblicità nelle notifiche – Tutto Android()

  • marina

    Certo ci metterà le sue tutte le app sino di google egemonia…..ragionate all’opposto

    • Janghezio

      Mmh…si, ok :) Ciao :)

  • Luca

    Ciao a tutti. Volevo dire una cosa in merito alla decisione di Google.
    Sse ho capito bene Google dice che:

    se entro il 23 settembre le applicazioni che mostrano messaggi pubblicitari nel menu delle notifiche non saranno aggiornate (cioè sarà tolta la possibilità di mostrare messaggi pubblicitari nella barra delle notifiche), queste saranno rimosse.

    Questa cosa mi lascia perplesso e stupito. Faccio una domanda: perchè i programmatori hanno deciso di sfruttare la barra delle notifiche per mostrare messaggi pubblcitari attraverso le loro applicazioni? Lasciando stare il discorso economico, lo hanno fatto perchè Google ha messo a disposizione con il suo sistema operativo, delle funzioni che consentono la pubblicazione dei messaggi pubblicitari nella barra delle notifiche.

    Sono un programmatore anche io, e non ho mai messo banner pubblicitari o annunci nella barra delle notifiche per vari motivi (non è il luogo e la circostanza giusta per spiegarli). Ora mi metto però nei panni di coloro che hanno applicazioni “fuori legge” e che dovranno adeguarle per forza se non vogliono vedersele eliminare.

    Credo che questa cosa sia un controsenso perchè Google prima da la possibilità ai programmatori di fare determinate cose, poi tutto ad un tratto dice che se continui a fare quelle determinate cose (perchè di fatto puoi ancora farle), la tua applicazione non può restare sul Play Store.

    Anche perchè sappiamo tutti che ci sono altri “Market” alternativi, come Amazon, o Samsung App…

    Scusate se sono stato molto prolisso, ma leggere certe cose mi fa venire i brividi.

    • Janghezio

      Hai scritto tanto per non dire niente. E’ evidente che la pubblicità sulla barra delle notifiche è troppo invasiva e di sicuro non giustifica il “doversi mantenere” visto che già le app sono piene di banner. Questa mossa di Google è assolutamente PRO user ma nemmeno troppo contro lo sviluppatore che cmq ha altri mille modi per mantenersi.

      Ciao =)

    • Veramente Google non mette a disposizione la possibilità di „mostrare” una notifica come pubblicità, sono tutte le LIB (libraries = librerie sviluppate esternamente da google che non possono essere modificate) che vengono importate dagli sviluppatori nei propri progetti. Noi non possiamo modificarle quindi, se gli sviluppatori delle lib hanno deciso di mostrare la pubblicità in quel modo, così è e così è stato fino ad oggi. Spero di essere stato chiaro, un saluto Lorenzo

  • -*KoBrA89*-

    finalmente…

  • Livio

    era ora.

  • Alessio Guaglianone

    questa si che e una bella notizia non e giusto che le app rimangano in background a consumare batteria per la loro pubblicità

    • Veramente la app non rimane in background. L’app viene chiusa (e quindi rimossa dalla RAM) ma il SERVIZIO rimane attivo. Noi Sviluppatori non possiamo „spegnere” il servizio di un’altra libreria…

      • hachede8

        ahhh ma il SERVIZIO non occupa RAM???
        io pago per le app, non ho nemmeno una scaricata “da market alternativi” sono d’accordo con la pubblicità (nelle app gratuite) mentre è attiva dentro dell’app, pero se mantieni un servizio attivo solo per mostrarmi pubblicità nelle notifiche sei uno &$%&£!? e cancello la tua app… semplice.

        • Concordo con te e credo che Google faccia lo stesso. Hai ragione, il servizio consuma RAM (se pur poca) rallentando il dispositivo. 99,9% delle app scaricate da market alternativi non sono infettate ma c’è la minima possibilità che scarichi quella infettata… Fai bene a non usare market alternativi. Comunque, come dicevo, noi sviluppatori non possiamo spegnere il servizio generato da una libreria nella nostra app. Quindi gli Ad Provider come Millennial Media, inMobi e TapJoy dovrebbero modificare le loro librerie in modo da essere terminate con l’applicazione. Ribadisco, hai ragione tu, ma noi non possiamo farci niente…

  • Forse per voi è una vincita ma ci perdiamo sia noi Sviluppatori che voi Utenti… Noi, ci guadagnamo su quelle notifiche e se non guadagnamo, smettiamo di sviluppare per voi. Personalmente solo una delle mie applicazioni ha la pubblicità nella barra delle notifiche, tutte le altre sono nei banner ma i guadagni sono sempre più bassi.

    • Marco Scardovi

      Sarà anche vero, ma avere tutte quelle pubblicità in mezzo alle mie notifiche è sempre stato molto fastidioso

      • Ho infatti specificato che le ho usate solo una volta… poi ho sempre usato banner nell’applicazione… ;)

    • francesco migliorini

      Posso capirti, ma non bastano gli annunci in-app? È sempre stato così..

    • Antonio Nicolosi

      Ti posso dare ragione ma se la pubblicità è così invadente il servizio e il prodotto scade lo stesso. Ti capisco e comprendo che anche per lo Sviluppatore il cappio (economico) si stringe, ma anche se il servizio Android in generale scade l’Utente sceglie altri prodotti

      • Giustissimo ed in fatti ho specificato che solo in una delle mie applicazioni ho usato (sono stato obbligato a levarle) le notifiche di pubblicità… Android è Open Source, gratis, tutto quello che vuoi ma quando vado a pagare l’account sviluppatore di Android mica gli posso dire che vi danno fastidio! E pur di mantenere le mie applicazioni gratis, inserisco della pubblicità… Preferisco guadagnare 1€ al giorno con la pubblicità invece che 1€ ad acquisto (ogni morte di papa, fidati)…

    • Daniele Binelli

      Io in genere alla prima notifica indesiderata disinstallo l’applicazione…le notifiche dovrebbero servire x messaggi, chiamate, aggiornamenti, insomma cose di rilievo, mettere della pubblicità addirittura al di fuori dell’applicazione significa “invadere” la privacy altrui esattamente come i call center che ti chiamano alle nove di sera…

      • smartiz

        Colpa di tutti quegli str….. che pretendono tutto gratis, io le app che mi servono veramente le pago.

        • Bravo smartiz… è di questo che parlo…

          • smartiz

            Infatti, e diro’ di piu’:
            Se con gli altri S.O. (Windows, Apple e…Symbian, ricordate?) le app hanno un costo…importante, su Android, il cui costo (delle App) e’ mediamente intorno a 1,5 €, pretenderle tutte gratis e’ ancora piu’ vergognoso !

          • Tra l’altro i miei utenti non si dovrebbero neanche lamentare troppo.. tutte le mie app non costano più di 0,89€! Ma ci rendiamo conto di cosa stiamo parlando??? Su iOS ci sono app che costano anche 100€!

      • Daniele, cosa intendi per notifica? Un banner o una notifica sulla barra di stato? Anche a me danno fastidio le notifiche sulla barra di stato (abolite da ora in poi) ma, come dice smartiz, se vogliamo avere tutto gratis…

  • Marco Scardovi

    Grandissima google! Non ne potevo più di tutte quelle inutili notifiche

  • Ottimo, le pubblicità nella barra delle notifiche sono fastidiosissime.
    Ho eliminato parecchie applicazioni dal mio elenco per questo motivo.
    Grande Google!

  • Enrico Furnari

    Grande scelta da parte di Google.

Top